Categorie

Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia

Tiziano Terzani

Editore: TEA
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 366 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788850235995

20° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Reportage e raccolte giornalistiche

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 7,50

€ 10,00

Risparmi € 2,50 (25%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Simona

    19/03/2015 14.29.24

    Una delle opere più belle di Terzani che ha seguito le vicissitudini di questo paese straordinario per quasi trent'anni. All'inizio la narrazione sembra ripetersi, in realtà l'opera non è altro che una raccolta di articoli sulla situazione del paese che il giornalista inviava a svariate testate giornalistiche. Questi scritti mi hanno accompagnata nel mio viaggio in Cambogia aprendomi gli occhi sulla realtà attuale e sui disastri causati da un conflitto sanguinario e cruento. Mi ha commosso moltissimo.

  • User Icon

    Ilaria

    12/03/2015 21.54.56

    Per me il più bel libro di Terzani, dopo "lettere contro la guerra". Viviamo la storia di un Paese stupendo come la Cambogia, ne viviamo gli orrori e vediamo come tanti attori e tanti Stati si sono resi responsabile di uno dei più grandi orrori del secolo scorso. Interessante,poi, leggere tra le righe degli articoli di Terzani l'evoluzione della sua idea di politica, la delusione che cresce, fino al riconoscimento degli errori gravissimi commessi dall'Occidente e dal comunismo. Ben scritta anche la lunga introduzione della moglie di Terzani. Lo consiglio sia per il valore di documento storico, sia per quei passi di vera poesia, sia per l'immagine romantica e straziante della Cambogia

  • User Icon

    assur

    25/01/2013 01.39.57

    Raccolta di articoli in presa diretta. L'autore cerca di comprendere e spiegare il fenomeno "khmer rosso", prima con partecipazione poi con orrore e condanna.

  • User Icon

    Michele

    20/06/2012 13.08.02

    Ottima e preziosissima raccolta di articoli scritti sul campo. Vero giornalismo di cui andare fieri, poichè italiano. Altroché propaganda anticomunista:i fatti sul campo e le percezioni del reporter filtrate dal suo background culturale cristallino. Dopo averlo letto si sa quasi tutto della Cambogia post coloniale.

  • User Icon

    Andrea

    23/12/2010 17.08.32

    Glorioso ed amabile Pol Pot? ma vergognati Aldo, ed accendi il cervello sempre che tu ce l'abbia. Questo libro è come al solito un eccezionale documento storico scritto da un giornalista che non ha nulla a che vedere con la maggior parte dei giornalisti attuali, servi del potere appartenenti ad una casta il cui scopo è quello di fare propaganda.

  • User Icon

    Beatrice Zanetti

    03/12/2010 12.17.42

    Questo è il secondo libro che leggo di Terzani. "IN ASIA" mi è piaciuto moltissimo, "FANTASMI" mi ha colpito al cuore. Mi sono innamorata dell'Asia subito, appena conosciuto il popolo thailandese ed ho cominciato a documentarmi per capire le ragioni del sorriso e della gentilezza incredibile che hanno tutti i popoli dei quella zona. Terzani mi ha raccontato la storia come non l'avevo mai studiata , letta o capita in vita mia, ha fatto una analisi politica logica e circostanziata. Conoscere la storia del genocidio Cambogiano e della guerra in Vietnam solo attraverso i film di Hollywood è abberrante! Questo lo dico per le nuove generazioni. Noi quarantenni siamo un po' più consapevoli.Il libro è elegante dal punto di vista letterario, la premessa della moglie e l'ordine degli articoli ed il loro spessore. L'emozione è un crescendo. Ho scoperto un giornalista, uno scrittore, un uomo.

  • User Icon

    Dino

    02/05/2010 10.46.49

    Un Terzani che dipinge in modo personale e con accurate descrizioni le vicende dell' indocina degli anni 1970.

  • User Icon

    giampaolo

    26/04/2009 18.53.02

    Un bel libro. Un grande giornalista con una grande onestà intellettuale ed una grande umanità ci aiuta a comprendere un paese che egli ha molto amato ed a scoprire uno dei grandi drammi dello scorso secolo. Caro Aldo, negare il genocidio cambogiano è come negare l'olocausto degli ebrei! Leggiti qualche libro di sopravvissuti cambogiani come "Stay alive my son" di Pin Yathay. C'è sempre da imparare qualcosa sulla crudeltà dell'essere umano.

  • User Icon

    Aldo

    02/10/2008 22.41.14

    Un libro di propaganda anticomunista che cerca di gettare fango sulla gloriosa ed amabile figura di Pol Pot e sui Khmer Rossi che lottarono per la libertà del popolo cambogiano. Chi conosce la verità sà che in cambogia non successe nulla di quello che i media e i giornali borghesi cercano di farci credere. Semmaì a fare i milioni di morti non fu Pol Pot ma furono i bombardamenti americani prima del 1975 e l' invasione vietnamita nel gennaio 1979.

  • User Icon

    Giancarlo

    29/05/2008 15.36.51

    l'emozione di leggere terzani la scopri la sera quando stanco della giornata lavorativa ritrovi nei suoi libri un oasi di serenità..

  • User Icon

    Lucia

    14/05/2008 22.01.38

    Gran libro. C'è la geopolitica, la storia, il peso delle ideologie, l'indagine giornalistica, lo smarrimento dell'uomo, le scelte da compiere, la fatica di cercare ed accettare la verità. Ecco, forse è un bene che Terzani sia diventato un "fenomeno" - come banalmente dice la lettrice precedente - è un bene perché ha aperto gli occhi a tanti lettori indagando con passione realtà a noi distanti, sia geograficamente che culturalmente. Sempre mosso da un unico scopo: cercare di capire. E questo è il merito dei grandi, scusate se è poco.

  • User Icon

    Marta

    13/05/2008 11.16.41

    Basta! Quanti libri ancora dovremo assorbirci del "fenomeno" Terzani... Mi sembrano solo sfruttamento della moda per far soldi...

  • User Icon

    Daniela

    12/05/2008 15.47.02

    Un bravo reporter cerca la verità. Un grande reporter, la trova e te la spiega. Un bravo narratore ti racconta una storia. Un grande narratore, te la racconta e ti fa emozionare. Grazie, Signor Terzani.

  • User Icon

    damiano

    01/05/2008 09.50.33

    Il libro è una rievocazione storica di quello che accadde in cambogia. Le descrizioni sono molto accurate ma a me sembra un progetto per fare soldi. Speriamo di sbagliare

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione