La farmacia di Auschwitz. La vera storia di Victor Capesius, l'uomo che contribuì all'orrore del più terribile campo di morte nazista - Giulio Lupieri,Patricia Posner - ebook

La farmacia di Auschwitz. La vera storia di Victor Capesius, l'uomo che contribuì all'orrore del più terribile campo di morte nazista

Patricia Posner

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Giulio Lupieri
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 7,39 MB
Pagine della versione a stampa: 287 p.
  • EAN: 9788822706676
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 5,99

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Chi era la mente dietro la farmacia di Auschwitz?

La vera storia di Victor Capesius, l’uomo che contribuì all’orrore del più terribile campo di morte nazista

Victor Capesius non fu un farmacista qualunque. Rappresentante in Romania dell’azienda chimica e farmaceutica tedesca Farben/Bayer, si unì alle SS all’età di 36 anni e divenne in breve tempo il responsabile della farmacia del più grande campo di concentramento nazista: Auschwitz. Basandosi su documenti originali, Patricia Posner ricostruisce le nefandezze compiute da Capesius e dai suoi collaboratori, che contribuirono a creare quel clima di terrore e di morte di cui Auschwitz è simbolo ancora oggi. Vent’anni dopo la fine della guerra, grazie al coraggio di un giudice e alle testimonianze preziose di un gruppo di sopravvissuti, uno dei peggiori boia di Auschwitz – coinvolto nell’utilizzo dello Zyklon B, il gas letale – venne finalmente portato sul banco degli imputati e condannato. Ma il lavoro meticoloso della Posner si sofferma anche sulle inquietanti responsabilità di una grande azienda come la Bayer, che diede un contributo decisivo alla realizzazione del piano di sterminio voluto dal regime nazista.

Un libro per capire meglio la tragedia dell’Olocausto

«Una storia raccapricciante, scritta con grande chiarezza.»
Kirkus Reviews

«Scioccante. Illuminante. Convincente. Una lettura davvero avvincente. Una pietra miliare nella storia della seconda guerra mondiale e dell’Olocausto.»
Damien Lewis, autore di I cacciatori di nazisti

«Un racconto straziante, ben scritto ed estremamente ben documentato su un aspetto poco conosciuto dell’Olocausto. La prosa di Patricia Posner è avvincente sin dalla prima pagina, e l’orrore accompagna il lettore fino alla fine del libro.»
Andrew Roberts, storico e biografo


Patricia Posner

è una scrittrice di origine britannica. Con il marito, l’autore di bestseller Gerald Posner, ha collaborato alle inchieste e ricerche che hanno dato vita a ben dodici libri, inclusa una biografia di Mengele e una serie di interviste ai figli di criminali nazisti. La farmacia di Auschwitz è stato venduto in cinque Paesi.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Valentina

    20/06/2018 09:49:19

    E' una sorta di documentario che racconta la storia di Victor Capeius. Non è il mio solito genere, ma sono libri che riguardano tematiche importanti e che vanno affrontate. Questa però è la prima vota che leggo gli orrori dell'Olocausto dal punto di vista di un carnefice e non di una vittima. Si legge della sua vita prima del suo arrivo nel campo di concentramento, cosa è successo durante la sua permanenza come capo farmacista e cosa è successo dopo la fine della guerra e durante i processi fatti ai carnefici. Non si può che provare rabbia e indignazione per la maggior parte della lettura, per chi come lui non ha mai provato rimorso o chiesto perdono. Libro molto accurato e scritto in maniera chiara e descrittiva.

  • User Icon

    monica

    29/01/2018 11:15:28

    e' un saggio raccapricciante le azioni di un uomo consapevole del male che stava infliggendo, l'indifferenza assoluta persino di fronte alla morte di coloro che una volta erano amici e colleghi, un uomo meschino e desideroso di potere e denaro, praticamente impunito cosi' come molti altri come lui, finti burocrati che eseguivano gli ordini di pochi per commettere un eccidio di proporzioni inaudite. assassini che davanti alla vecchiaia fingono pentimento come se bastasse per cancellare l'entita' del dolore inflitto, indignazione sia per queste loro vergognose scuse ma sopratutto perche' non vennero puniti per i crimini commessi.

Note legali