Il fasciocomunista. Vita scriteriata di Accio Benassi. Con Segnalibro

Antonio Pennacchi

Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 333 p.
  • EAN: 9788804685166
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,29
Descrizione
È il 1962 e "Accio" ha 12 anni. È in seminario - sognava di fare il missionario - ma ora s'è stufato e vuole tornare a casa, a Latina. Lì, però, non lo accolgono troppo volentieri: sette tra fratelli e sorelle, più un padre operaio e madre in crisi di nervi. E allora scappa da casa, non va più a scuola, s'iscrive al MSI. Gira con la catena sotto l'impermeabile, entra ed esce dalla questura, lo espellono dall'MSI, entra nel Movimento Studentesco, diventa maoista... Antonio Pennacchi racconta la storia di un eroe istintivo, stupido, goffo, attaccabrighe, arrogante, sentimentale.

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 13,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nanni

    29/09/2018 10:29:00

    L'autore informa che ha dovuto scrivere questo libro diverse vole (e difatti questa credo che sia la quarta edizione) perché non riusciva a rendere l'atmosfera e comunicare quanto voleva trasmettere. Comunque a me è arrivato un quadro importante del periodo storico, un affresco delle sensazioni provate dai protagonisti di quei conflitti politici e della probabile loro impreparazione . Ad alcuni non è piaciuto, vedo nei commenti, ma mi domando se i giudizi siano influenzati dalle convinzioni politiche e dalle risposte che uno cercava. Il libro propone un quadro i cui i soggetti agiscono in modo confuso e ciò forse non piace a chi ha in qualche modo idealizzato un movimento. Io non so dire con certezza se sia vero e giusto quanto scrive Pennacchi, ma certo mi pare importante una testimonianza di chi ha vissuto in quegli anni da attore direttamente coinvolto. Potrei convenire al limite che non abbia capito, ma sono più propenso a pensare che ne abbia fatto un quadro fedele. Ah dimenticavo a me il libro è piaciuto assai.

Scrivi una recensione