Fate il vostro gioco - Antonio Manzini - ebook

Fate il vostro gioco

Antonio Manzini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 926,36 KB
Pagine della versione a stampa: 406 p.
  • EAN: 9788838938429
Salvato in 39 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Continua il racconto delle peripezie di un personaggio che vale la pena di conoscere: Rocco Schiavone, un coriaceo malinconico che evolve e cambia nel tempo, mentre lavora, ricorda, prova pietà e rabbia, sistema conti privati e un paio di affari. E in questo romanzo, duro, inquietante, ad altissima tensione, l’omicidio di un pensionato del casinò di Saint-Vincent lo spinge nel mondo della ludopatia e del gioco d’azzardo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,23
di 5
Totale 64
5
30
4
22
3
10
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    maria cristina

    14/05/2020 12:03:48

    adoro rocco schiavone che alla preghiera del mattino ed alla lettura del giornale preferisce la marijuana. il libro è scorrevole, come le altre opere di manzini. poliziesco, ma anche molto ironico e divertente. è sempre un piacere leggerlo. l'originalità di schiavone è intrigante un uomo di grandi principi e con un gran senso della giustizia, molto onesto intellettualmente ed anche capace di grande introspezione

  • User Icon

    gecar

    07/05/2020 18:18:31

    Pur apprezzando molto Manzini ed il personaggio di Rocco Schiavone (o forse proprio per questo) questa volta ho trovato il racconto meno convincente del solito con un cambiamento del nostro (per non dire una metamorfosi) un po' forzato. Ma la lettura è sempre piacevole anche se il finale, che fa da prologo ad una puntata successiva, non è prpriamente gradito.

  • User Icon

    Marasu

    28/01/2020 08:03:44

    Ho scoperto Manzini grazie a Rocco schiavone in tv, lo adoro

  • User Icon

    paola antonelli

    03/10/2019 09:36:57

    Schiavone è alle prese col gioco, le passioni convulse, l'avidità umana. Aosta è sempre più fredda, i rapporti con gli amici romani difficili, il Casinò un luogo nient'affatto che splendente nonostante le apparenze.

  • User Icon

    Leo F.

    27/09/2019 12:07:04

    Lettura godibilissima. Manzini si conferma un grande scrittore di gialli!

  • User Icon

    kuso74

    25/09/2019 19:47:44

    Un'altra indagine del vicequestore Schiavone, un altro gran bel libro

  • User Icon

    Lorenzo

    25/09/2019 10:05:33

    Che dire, ad ogni nuova uscita il personaggio di Rocco Schiavone prende sempre di più con i suoi pregi (che mi paiono in crescita…) e i suoi immancabili difetti, la scrittura di Manzini si rivela sempre più convincente e anche i personaggi cosiddetti minori acquistano spessore, parlo di Gabriele, Cecilia, Italo, gli amici… Lettura piacevolissima, in attesa del prossimo appuntamento.

  • User Icon

    Andreafdnd

    24/09/2019 15:10:39

    Bello ed enigmatico libro che ti trattiene a leggere pagina dopo pagina!

  • User Icon

    melissa

    23/09/2019 20:52:48

    Manzini non tradisce mai le aspettative... il vicequestore Schiavone affronta una nuova indagine, mentre il suo passato torna a galla con un inaspettato colpo di scena. Finale aperto.

  • User Icon

    mymy

    19/09/2019 14:13:55

    Manzini ha un grandissimo pregio, e questo romanzo ne è una conferma: è un autore che è migliorato negli anni, facendo affezionare il lettore ai suoi personaggi. Qui troviamo uno Schiavone sempre più amareggiato ma anche molto umano, descritto a tutto tondo. Molto bello

  • User Icon

    bruno

    19/07/2019 18:07:31

    sei sempre grande

  • User Icon

    Anna Maria Briganti Generosi

    26/06/2019 11:46:15

    Mi piace Manzini e in particolare il personaggio Rocco Schiavone, poliziotto "atipico". Anche questo romanzo si legge bene e non ho potuto interromperne la lettura fino alla sua conclusione.

  • User Icon

    giulippa

    24/06/2019 13:36:46

    Manzini si legge sempre volentieri anche se questo romanzo a mio avviso non è dei meglio riusciti. Vedremo se il prossimo sarà più avvincente

  • User Icon

    MASSIMO F.

    20/06/2019 21:09:41

    Leggere Manzini e le vicissitudini del “suo” Schiavone, è sempre una passeggiata di salute. Tuttavia, questo mi pare l’episodio meno riuscito dell’ormai lunga collana. Un po’ confusionario in qualche passaggio, meno cupo e cinico e più “sdolcinato” (si fa per dire..) rispetto ai precedenti. Magari, nel tempo, forse anche i lettori appassionati del detective romanaccio diventano più esigenti...

  • User Icon

    Manuela

    15/06/2019 13:23:43

    Rocco è più che mai stropicciato, deluso e disilluso anche da chi gli aveva strappato un po’ di fiducia; continua a prendere i casi troppo sul personale, come una sfida privata o forse per affermare in qualche modo di essere ancora vivo. E io mi ci affeziono sempre di più. Il libro è bellissimo a partire dalla dedica iniziale: a quelli che mantengono le promesse... e Manzini le ha sapute mantenere anche questa volta.

  • User Icon

    Toni

    03/06/2019 17:09:43

    Il penultimo romanzo di Rocco Schiavone alle prese con diverse rotture di c..., di diverse intensità, non ultima una sorta di 'adozione' forzata nei confronti di due persone che hanno un sacco di problemi e una di loro è direttamente collegata al titolo del libro. C'è anche un omicidio ovviamente che però, forse, non ha trovato il giusto colpevole....

  • User Icon

    mauro

    30/05/2019 23:05:47

    Bello, Una suspense di tutto rispetto ...unica pecca il finale lascia un quesito fin troppo aperto, Schiavone ormai più che vero..per il sottoscritto il vero successo della serie.

  • User Icon

    bea

    10/05/2019 15:10:53

    Una certezza schiavone non delude mai

  • User Icon

    Dublino80

    07/05/2019 13:47:22

    Scritto veramente bene. Buon intreccio tra la storia principale, il rapporto di Schiavone con la squadra, l' aiuto che da ad Italo ad esempio e il rapporto paternalistico che ha con Cecilia e il figlio. Mi ha seccato un po' io finale dovrò comprare l' altro libro per capire. Comunque buon libro.

  • User Icon

    athos

    25/03/2019 08:59:15

    Non si tratta di fedeltà all'autore. E' piuttosto curiosità umana: il lettore di Manzini, a mio modesto parere, vuole seguire il percorso di Rocco Schiavone. E vale ancora di più per chi lo identifica (come me per esempio ) con la faccia e il loden di Marco Giallini.

Vedi tutte le 64 recensioni cliente
  • Antonio Manzini Cover

    Attore e sceneggiatore, romano (allievo di Camilleri all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica), ha esordito nella narrativa con il racconto scritto in collaborazione con Niccolò Ammaniti per l'antologia Crimini. Del 2005 il suo primo romanzo, Sangue marcio (Fazi).Con Einaudi Stile libero ha pubblicato La giostra dei criceti (2007).Un suo racconto è uscito nell'antologia Capodanno in giallo (Sellerio 2012).Del 2013, sempre per Sellerio, ha pubblicato il romanzo giallo Pista Nera. Secondo episodio della serie: La costola di Adamo (Sellerio 2014).Nel 2015 pubblica Non è stagione (Sellerio), Era di maggio (Sellerio) e Sull'orlo del precipizio (Sellerio). Del 2016 è Cinque indagini romane per Rocco Schiavone (Sellerio). Altri suoi romanzi pubblicati... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali