I figli di Atlantide

Mario De Martino

Editore: Casini
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 7 ottobre 2010
  • EAN: 9788879051668
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 9,12

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Zioermans

    07/10/2016 17:22:03

    Davvero brutto. Dalla sinossi sembrava un libro interessante, ma non è così. In realtà la storia procede in maniera lenta e dopo un po' annoia. I dialoghi sono insulsi e banali, e non condivido alcune scelte stilistiche, come quella di terminare un capitolo coi puntini di sospensione e riprendere il capitolo successivo allo stesso modo. I personaggi non appassionano e hanno tutti gli stessi atteggiamenti, " incrociano le braccia sul petto" come scrive l'autore a ripetizione, fino allo sfinimento. Ogni tanto mi piace provare a scoprire qualche nuovo autore, ma libri come questo mi fanno passare la voglia. Non ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    MPBLACK

    20/03/2011 12:02:11

    Un capolavoro. Un capolavoro, non smetterò mai di ripeterlo. L'ultimo libro di Mario De Martino saetta verso l'olimpo dei migliori scrittori italiani. Sono rimasta letteralmente senza parole nel leggerlo. Le pagine si sono susseguite rapide le une sulle altre, con un crescendo di patos e di adrenalina. I tre protagonisti prendono man mano consapevolezza della loro nuova realtà di vita. Scomoda, difficile, pericolosa, inaccettabile... ma alla fine dovranno fare i conti con un'organizzazione mondiale troppo grande per loro, che, in un certo senso, li obbliga a compiere un percorso che mai avrebbero voluto intraprendere. E' maturo, Mario De Martino, un autore, seppure giovanissimo, che farà molto sentire parlare di sè. A livello stilistico, la forma è ineccepibile. Rapida, d'effetto, coinvolgente. Errori: zero. A livello di trama: eccezionale, senza un attimo di respiro. Ben architettata. L'autore semina abilmente sassolini durante tutto il tragitto e, infine, li svela, con un appassionante colpo di scena. Abile, Mario De Martino, a non annoiare mai il lettore, neppure per una riga. Mi sento di consigliare vivamente a tutti la lettura di questo libro (sicuramente il primo di una saga favolosa), e sono sicura che converrete con me sull'indubbia capacità dell'autore di scrivere ad altissimi livelli. Sono molto fiera del percorso che sta seguendo Mario De Martino e sicura che crescerà ancora per arrivare, come ho già ribadito, fino all' Olimpo degli Dei della scrittura.

  • User Icon

    Daisy

    14/03/2011 16:16:29

    I protagonisti di questo libro sono tre ragazzi di venticinque anni: Sarah, Ivan e Seiji. Provenienti da tre luoghi lontani della Terra i giovani si ritrovano invitati a una conferenza a New York il cui tema è Atlantide. Da quel giorno la loro vita cambierà, come cambierà quella dell'agente Robert Gray dell'FBI, incaricato di risolvere una intricata serie di delitti. La velocità di azione dei fatti fanno di questo libro la trama perfetta di un thriller. Leggendolo mi pareva proprio di vedere un film! Il romanzo inizia con dei velocissimi spostamenti della telecamera da un protagonista all'altro del romanzo. All'inizio si viene storditi dalla rapidità dei cambi di prospettiva, poi quando si costituisce il gruppo dei Figli di Atlantide la storia segue due percorsi, quella dei tre protagonisti, di Chrysalis e quella dell'agente Robert Gray. Per tutto il romanzo il ritmo incalzante della narrazione coinvolge il lettore facendolo arrivare al finale in un crescendo adrenalinico. Il countdown conclusivo contribuisce in maniera decisiva a questo scopo. Mi hanno molto divertita i giochi, gli anagrammi e le sciarade, che per tutto il romanzo si susseguono. Molto belle le descrizioni dei luoghi: accurate e precise. Meravigliose le piantine del Metropolitan Museum. Il finale ha un grande colpo di scena di cui, giustamente, l'autore aveva seminato di indizi il libro. È veramente un fantastico thriller che merita di essere letto per l'originalità del tema e per la bravura affabulatoria dell'autore.

Scrivi una recensione