Curatore: G. Raboni
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806174941

€ 5,94

€ 11,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francesco luddeni

    23/04/2007 17:24:15

    Scrivere su “I fiori del male” potrebbe sembrare superfluo, osare troppo. Invece c’è sempre qualcosa da dire su questo capolavoro, la cui prima edizione vide la luce in Francia nel giugno 1857. La rivolta interiore che il poeta tentava di portare avanti dentro di sé, probabilmente più importante per lui di una semplice rivolta sociale, è il tema dominante della sua opera, ossessione perenne di insoddisfazione e dolore. La poesia si alza come un fiume in piena e travolge tutto quello che incontra: convenzioni sociali, perbenismo, il paradiso e l’inferno, il bene e il male; tutto viene triturato e ripresentato come due facce della stessa medaglia; si leva un canto di rabbia e dolore e nello stesso tempo di stupore ed entusiasmo per tutta la bellezza che il mondo nasconde e in parte fa vedere. “Les fleurs” sono come lo sguardo di un bambino sull’universo, apparentemente ingenuo, ma la sua innocenza e il suo istinto gli fanno guardare tutto ciò che c’è da vedere per la riappropriazione del bello e del magico, con una visione distaccata dal superfluo e dall’irreale. Baudelaire ha un cuore “ardente come un vulcano” e questa visione calza a pennello con quello che il poeta ha rappresentato e rappresenta ancora oggi, un’icona, e non solo, che ha portato innovazione nel mondo della poesia: les fleurs sono fitti e incalzanti, una lettura trascinante tra i meandri delle illuminazioni baudelairiane, un capolavoro, un punto di riferimento unico per chi scrive e legge poesia.

Scrivi una recensione