Categorie

Iosif Brodskij

Traduttore: G. Forti
Editore: Adelphi
Edizione: 14
Anno edizione: 1991
Pagine: 108 p., Brossura
  • EAN: 9788845908088
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 5,40

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MD

    20/03/2017 07.45.03

    Qual è la figura femminile che si intravvede sotto la trama rarefatta e delicatissima del libro “Fondamenta degli incurabili”? La vera ispiratrice di questa riflessione poetica? Tale dubbio, lo accolgo come uno sprone alla rilettura di uno dei più bei libri scritti su Venezia, sulla poesia, sul sogno e sull’eros, ed è, come i migliori libri di viaggio, un’autobiografia: “a crystal whose facets reflect an entire life, with exile and ill health glinting at the edges of planes whose direct glare is sheer beauty” (John Updike). Brodskij visitò la città sulla Laguna per la prima volta a Natale del 1972, dopo un soggiorno di sei mesi negli Stati Uniti. Il suo riferimento era Maria Doria de Zuliani, che è la presenza femminile ritratta all’inizio di “Watermark”, quella figura che trasforma l’identità di Brodskij in qualcosa di nuovo e fluido, inaugurando anche il suo passaggio alla lingua americana. Ma la protagonista è la città medesima, das winterliche Venedig, e ancor prima la sua luce.

  • User Icon

    jane

    26/11/2015 15.39.15

    L'occhio di un pittore, i ricordi di un uomo, le parole di un poeta.

  • User Icon

    filippo nox

    29/03/2012 18.13.11

    Una descrizione sublime di Venezia. Consigliato!

  • User Icon

    Anna

    19/07/2011 14.22.19

    Un omaggio delicato e poetico a una città delicata e poetica. Un atto d'amore pieno di sensibilità e mai pernicioso

  • User Icon

    anna

    06/12/2007 18.18.41

    Brodskij ha scritto di Venezia con un pennello e i colori!!

  • User Icon

    Piero

    10/09/2007 11.00.24

    Un gioiello veneziano. Chia ama la Serenissima e la sua storia non può non leggerlo.

  • User Icon

    rainbow

    10/03/2007 19.00.55

    Che bellezza! Che classe! Che letteratura!

  • User Icon

    Davide

    28/07/2005 09.46.12

    Lo stesso Brodskij ricorda che "La vita viene vissuta con una buona percentuale di noia." E' la condizione esistenziale dell'uomo, che oscilla fra sensazioni forti come anche il dolore e sensazioni deboli come la noia. L'immagine che ne viene fuori di Venezia è stupenda, quasi come una nebulosa che non puoi identificare con esattezza che sfugge a qualsiasi cliché, in una tensione di pacata gioia, di memorabile dolore e di imprecisabile noia. Non è strano che un poeta che abbia sofferto le torture di regime dica questo: "L'estetica è la madre dell'etiuca".

  • User Icon

    vale

    10/07/2004 19.25.24

    Tutti coloro che amano Venezia dovrebbero leggerlo, ma soprattutto chi cerca attraverso altri occhi la suggestione per un modo poetico di vedere. E' infatti la vista l'organo di senso che più viene sollecitato dalle nebbie e dai merletti della città. Che bel libro!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione