La fortuna di Pergolesi. Composizioni autentiche e attribuite per tastiera

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Concerto
  • EAN: 8012665208310

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 20,50 €)

7 Sonate, 3 Suites
La fama postuma di Pergolesi fu così grande che la domanda di suoi lavori non poteva essere soddisfatta onestamente e così editori senza scrupoli nel corso degli anni posero il suo nome su opere d’altri. Furono queste alcune delle ragioni che produssero un fenomeno molto curioso per l’epoca: il fiorire di centinaia di apocrifi “falsi” che hanno alimentato la fortuna pergolesiana sino in epoche recenti. Fra questi, anche l’edizione degli “Amici della Musica da camera” (Roma, 1939-1942) a lungo erroneamente consultata da impresari, esecutori e critici) da cui sono tratte le musiche proposte nel presente lavoro, con cui si tenta di dare luce, attraverso la lente del repertorio tastieristico, ad alcune pagine che hanno legato il loro nome al mito del compositore jesino, e senza il quale mito sarebbero forse oggi sconosciute o oggetto di disattenzione: più che musiche di Pergolesi, dunque, “testimoni” della sua fortuna.

  • Giovanni Battista Pergolesi Cover

    Compositore. Figlio di un agronomo al servizio di un architetto militare, poté studiare grazie all'aiuto di alcuni nobili di Jesi, prima nella città natale e poi nel conservatorio dei Poveri di Gesù Cristo a Napoli. Qui fu allievo di Durante per il contrappunto. Nel 1731 presentò il dramma sacro La conversione di San Guglielmo d'Aquitania; l'anno stesso esordì in teatro con Salustia, ma l'esito fu poco felice. Grande successo ebbe invece la sua prima opera buffa, Lo frate 'nnammorato (1732) su libretto napoletano di G.A. Federico. Nel 1733 presentò al teatro S. Bartolomeo Il prigionier superbo, i cui intermezzi, col titolo La serva padrona, ottennero un vero trionfo ed ebbero subito vita autonoma al di fuori del dramma cui erano destinati. Nel 1734 fu la volta dell'Adriano in Siria, del quale... Approfondisci
Note legali