Friedensturm. Storia di Guido Marzuttini caduto nella Grande Guerra - Alessandra Rossetti - copertina

Friedensturm. Storia di Guido Marzuttini caduto nella Grande Guerra

Alessandra Rossetti

Scrivi una recensione
Editore: Youcanprint
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 10 gennaio 2017
Pagine: 298 p., Brossura
  • EAN: 9788892647787
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Friedensturm è un romanzo storico che ripercorre la breve esistenza di Guido Marzuttini (1894-1918). Figlio del più noto pittore e musicista friulano Giovanni Battista (1863-1943), il giovane cadde sul fronte francese il 15 luglio 1918, giorno in cui si inaugurava il Friedensturm, o Seconda Battaglia della Marna, l'ultima grande offensiva tedesca contro l'esercito degli alleati. I primi vent'anni di Guido sono caratterizzati da momenti di spensieratezza, che diventano inevitabilmente sempre più cupi col progressivo avvicendarsi degli accadimenti che preludono alla Grande Guerra. Nei tre anni trascorsi al fronte, Guido riesce a mantenere alta la sua spiccata sensibilità, nonostante tutti gli orrori che è costretto a vivere. Il tragico destino finale del giovane è reso ancora più drammatico dal mistero che avvolge le circostanze della sua morte e che renderà irrecuperabile la sua salma.
5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Isabella

    22/02/2019 16:24:51

    "Friedensturm" mi ha coinvolta moltissimo fin dalla prima pagina. Non conoscevo la storia di Guido e mi ha fatto piacere apprendere le sue vicissitudini in un romanzo altrettanto gradevole dal punto di vista stilistico. La presenza di un lessico colto e ricercato, la delineazione attenta e studiata dei diversi personaggi e la ricostruzione storica approfondita che funge da guida al romanzo stesso sono sicuramente tanti piccoli dettagli che possono sembrare scontati, ma che in realtà al giorno d'oggi con tanti romanzi storici che vengono pubblicati e che spesso ne sono totalmente privi, fanno la differenza. Molto avvincenti, ma anche molto tristi, sono le descrizioni dei momenti al fronte di Guido e dei suoi compagni. Una grande commozione sicuramente caratterizza gli ultimi capitoli. Devo essere sincera: avevo dato per scontato che Guido potesse salvarsi e quando ho letto il capitolo in cui viene raccontata la sua drammatica scomparsa ho pianto. Da questo ho potuto capire quanto questa storia mi avesse davvero "catturata" all'interno della sua trama e quanto sia stato bello aver potuto trascorrere dei pomeriggi immersa nella lettura della vita di quello che fu un ragazzo buono, sensibile e amante della vita e dell'arte.

  • User Icon

    Giovanni

    08/04/2018 07:42:24

    La lettura di questo romanzo è stata davvero molto piacevole e fluida. Ho avuto la sensazione di "vivere" accanto a Guido, il protagonista, di compierne le azioni e di "percepire" ogni suo stato d'animo. Non avevo mai letto romanzi sulla Grande Guerra capaci di coinvolgere in maniera così efficace e mirata anche le emozioni delle persone che la vivono, anche se al tempo stesso oserei dire che questo romanzo non è soltanto di guerra, ma anche d'amore, di affetti, di gioie, di paure e di speranze: una grande commistione che lo rende amabile da qualsiasi lettore.

  • User Icon

    Livia

    28/06/2017 12:14:11

    Questo romanzo è unico nel suo genere. Personalmente non conoscevo la storia di Guido Marzuttini e leggerla mi ha aiutato non solo a capire chi fosse questa persona, ma anche ad approfondire le mie conoscenze sulla Grande Guerra. L'autrice ha compiuto un lavoro di ricerca molto preciso e complesso, che traspare da ogni singola pagina e ha ricostruito con dovizia di particolari ogni cosa. Il romanzo è abbastanza circostanziato, nel senso che si ambienta prevalentemente in Friuli-Venezia Giulia e quindi chi non è di quelle parti difficilmente potrà capirlo... ma io stessa, romana da generazioni e di mentalità assai diversa, sono riuscita ad apprezzarlo ugualmente, per cui perché non provare a leggerlo? Complimenti all'autrice!

  • User Icon

    Michele

    30/03/2017 08:33:02

    Romanzo storico, incentrato sulla vita e sulle vicissitudini di un giovane friulano, Guido Marzuttini, la cui esistenza emerge con energia e vitalità dalle pagine e sembra trascinare lo stesso lettore all'interno del libro, per seguirlo nel suo quotidiano e nelle sue azioni. Lo stile è molto accurato, dettagliato, preciso nei particolari, sia storici sia descrittivi, e il ritmo della lettura è incalzante e avvolgente. La biografia, posta in fondo al libro, è molto utile, perché consente al lettore di avere ulteriori dettagli e approfondimenti sulla vita del giovane protagonista. Consiglio vivamente, a tutti i friulani e non, di leggere questo romanzo, perché la storia di Guido, figlio del noto Tita, merita davvero di essere conosciuta!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Note legali