Recensioni La fuga di Martha

La fuga di Martha Elizabeth Olsen, Christopher Abbott, Brady Corbet, Hugh Dancy, Maria Dizzia, Julia Garner 20th Century Fox Home Entertainment
€ 9,99
  • User Icon
    30/04/2017 15:02:08

    Penoso, vuoto e inguardabile. Non mi vengono altri aggettivi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/11/2012 15:11:55

    Un film asciutto, essenziale e dove i dialoghi scarni ma incisivi sottolineano perfettamente le scene. E sono state proprio le parole ad entrare nella testa di Martha quando viveva in comunità. Parole discrepanti con gli atti, generalmente atroci o di violenta promiscuità. Parole dette dal suo leader che tendevano a giustificare la sua sola e propria libertà in nome di una filosofia alternativa amorale e tendente a sfidare ogni limite che si deve dare una vita nella convivenza civile. Ciò creava una scissione psicotica nella ragazza che da una parte si sentiva presa in considerazione quando probabilmente cercava una sua strada. Ma che dall'altra non poteva accettare l'altissimo prezzo che questo comportava fino al punto di sentirlo fittizio in quanto tradiva la percezione appartenente alla sua intima e sana natura. La sua fuga verso la sorella è in realtà una fuga disperata dalla follia che cercava invano un'oasi di pace e di calore. La scena del cameriere è nel film piuttosto enigmatica ma probabilmente significa che in ogni "straniero" tendeva a vedere e/o a proiettare una duplicità insanabile. Attraverso il rapporto sostanzialmente sano con la sorella (veramente ben descritto), la donna riconoscerà di stare male e accetterà di avviarsi in una casa di cura. Il viaggio in macchina verso quest'ultima è magistrale: voci interne ed esterne dissociate stanno ad indicare il carico di demoni che la donna porta con se. Buon film.

    Leggi di più Riduci