Categorie

Geografia e storia della letteratura italiana

Carlo Dionisotti

Editore: Einaudi
Anno edizione: 1999
  • EAN: 9788806153557
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Fra le opere che piú hanno influenzato gli studi letterari negli ultimi trent'anni vi è certo la Geografia e storia di Carlo Dionisotti. Una raccolta di saggi caratterizzata da sensibilità e rigore e da una straordinaria abilità nel ridare senso a schieramenti, tramiti, polemiche di secoli passati. Giunto all'undicesima edizione, questo libro è da annoverare fra le opere che piú hanno influenzato gli studi letterari negli ultimi trent'anni. Dopo Geografia e storia le illusioni desanctisiane e post-desanctisiane di tracciare uno sviluppo unitario e finalistico della letteratura italiana sono definitivamente svanite: la fisionomia che Dionisotti dà alla nostra letteratura, in particolare nel Quattrocento e nel Cinquecento, è variegata e specifica alle molte realtà italiane dell'epoca fittamente intrecciate fra loro.
l saggi di questa fortunata raccolta sono caratterizzati, oltre che dall'ampiezza delle prospettive storiche, dal respiro di un metodo in cui si fondono con sorprendente naturalezza l'esigenza erudita (nel solco della migliore tradizione settecentesca), il rigore filologico, un'acuta sensibilità civile, una straordinaria abilità nel ridare senso e concretezza a schieramenti, tramiti, polemiche di secoli passati, il cui valore rischia altrimenti di perdersi in astratte categorie storiografiche.

Premessa e dedica. -Postilla a una "lettera scarlatta". Geografia e storia della letteratura italiana. Chierici e laici. Per una storia della lingua italiana. Tradizione classica e volgarizzamenti. Discorso sull'Umanesimo italiano. La guerra d'Oriente nella letteratura veneziana del Cinquecento. La letteratura italiana nell'età del concilio di Trento. Varia fortuna di Dante. -Indice dei nomi.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio Tieri

    06/10/2006 22.00.14

    Dionisotti, con i saggi raccolti in questo MERAVIGLIOSO libro (TUTTI STRAORDINARI), è stato lo studioso, il primo e per ora l'unico, ad affrontare con coscienza e con novità i problemi della periodizzazione, nascita e sviluppo della letteratura italiana, inserendoli in un quadro geostorico poderoso e innovatore (ancora a distanza di una cinquantina d'anni!!!!!!!!). Il primo studioso a demolire l'impalcatura post-risorgimentale messa in piedi da De Sanctis, grazie alla sua particolare e personale lettura della grande lezione di un grande maestro non più di moda: Benedetto Croce. Chiunque si occupi di letteratura italiana o la insegni, a qualsiasi livello, non può non conoscere questa opera fondamentale e basilare. Purtroppo Dionisotti, a 8 anni dalla morte, dopo una vita d'esilio fisico continua una vita d'esilio culturale. Sì, perché nelle università fanno tutt'altro... E pensare che uno come Ceserani, tutt'altro che sospetto di simpatie dionisottiane, ne ha fatto un elogio breve, ma immenso! Buono studio!!

  • User Icon

    gianluca

    08/09/2006 15.38.46

    Condivido. E' un libro che può forse apparire difficile per l'ampiezza dei temi e la profondità dell'indagine, eppure è appassionante e godibile "come un romanzo". Soprattutto, a parer mio, i saggi sulla fortuna di Dante e sulla storia della lingua italiana. Opera eccellente di un grande maestro, che riesce a far emergere nitidamente il legame tra cultura e vita civile, amaramente relegato ai margini dall'accademismo inutile di troppe università e scuole, che vedono la letteratura come inutile orpello, oppure che vogliono farne a tutti i costi un campo di indagine "scientifica". Un libro che vale di più di un anno a sorbirsi atroci testi di storia della letteratura.

  • User Icon

    Erika

    16/07/2006 15.31.23

    Consiglio la lettura di questa raccolta di saggi a tutti. Anche a chi non fosse interessato ai particolari e ai temi descritti. Perchè Carlo Dionisotti oltre che erudito, è anche illustre maestro del saper scrivere, con un stile straordianrio.

Scrivi una recensione