Categorie

Fabrizio Valenza

Anno edizione: 2008
Pagine: 315 p., Brossura
  • EAN: 9788871363004
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Iri

    30/09/2009 13.45.23

    ‘Geshwa Olers e il viaggio nel Masso Verde’ è il romanzo d’esordio dello scrittore veronese Fabrizio Valenza, nonché il primo della saga di letteratura fantastica ‘Saga di Geshwa Olers’ da lui creata e composta da 7 volumi. Il libro in breve narra l’avventuroso viaggio del protagonista, il sedicenne Geshwa Olers, e di suo padre Sitor nella selvaggia regione del Masso Verde verso la casa della sorella di quest’ultimo. Il libro mi è piaciuto moltissimo. Di romanzi di letteratura fantastica che raccontano un viaggio formativo nel quale appaiono creature immaginarie ce ne sono molti, ma questo è diverso perché mi è sembrato avere lo spirito e lo stile narrativo di una favola (e come una favola sa emozionare :-D). Quello che mi ha convinto maggiormente è però la maniera delicata e sensibile con cui l’autore ha caratterizzato i personaggi di Geshawa e suo padre. Il primo vivace e curioso, il secondo fermo ma gentile nel cercare di guidare il figlio senza mai imporre le proprie idee. Il libro ‘vola’ nei momenti in cui viene descritto il loro rapporto (e a questo proposito mi sarebbe piaciuto che la cosa avesse ancora più spazio) meravigliosa in questo senso è la sequenza in cui i due viaggiando vedono insieme sorgere il sole. Altro elemento di forza del libro sono le creature immaginarie sopracitate che non sono i soliti draghi elfi ecc ma attingono alla tradizione popolare del nostro paese (l’anguana, una donna-serpente che appare nella storia, è una creatura legata ai racconti popolari veneti). Poi ci sono le bellissime descrizioni di paesaggi naturali e le canzoni e poesie inserite che contribuiscono ancora di più a creare quell’atmosfera di ‘sogno ad occhi aperti’ che permea l’intero racconto. Il tutto mi ha dato l’impressione finale di un meraviglioso affresco, a tratti a tinte tenui, altri più misteriose e cupe, ma sempre suggestivo e piacevole. Lo consiglio a chiunque, grandi e piccini, non do il massimo dei voti per la copertina che sinceramente non mi piace.

  • User Icon

    DANIELE

    25/03/2009 21.27.02

    Non sono un grande appassionato di fantasy, ma questo è un testo che travalica i confini del genere fiabesco. A mio avviso si tratta di un'opera letteraria di notevole pregio. Una delle cose che non mi sono mai piaciute dei libri Fantasy (ma la mia è un'opinione priva di sostanza, non conosco la materia) è il fatto che spesso il racconto si perde in spiegazioni e descrizioni che rischiano di diventare noiose. In questo caso invece il romanzo scorre con naturalezza e riesce a coinvolgere il lettore. L'autore esordiente merita il voto massimo, ma sono convinto che con le prossime pubblicazioni (se non sbaglio sono in cantiere altri 6 libri della saga) regalerà ai propri lettori (che stanno aumentando con il passare dei giorni!) un ulteriore salto di qualità.

Scrivi una recensione