I giorni dell'eternità. The century trilogy. Vol. 3

Ken Follett

Editore: Mondadori
Collana: Oscar absolute
Edizione: 1
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 1216 p., Brossura
  • EAN: 9788804666950

21° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Di ambientazione storica

Disponibile anche in altri formati:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Viola

    20/11/2017 14:58:24

    Questo libro è sicuramente il miglior romanzo che abbia mai letto (per quanto riguarda gli anni della guerra fredda e seguenti), nonostante le 1212 pagine non è un "mattone" ed è in grado di tenerti con il fiato sospeso dall'inizio alla fine. Ogni capitolo, nonostante l'antipatia verso alcuni personaggi (che, beh, ci sta anche), mi ha dato l'opportunità di appassionarmi e condividere le gioie e i drammi di George J., Maria S., Jasper M., Ursula (Beep) D., Dave ed Evie, Wolly e Karolin, Rebecca e Bernd (i miei preferiti) e i russi Dimka e Tanja. Questo libro mi ha insegnato tanto e, non a livello di storia, ma a livello di storie di vita. I giorni dell'eternità non parla solo di "personaggi". Parla di uomini e donne, ognuno con i propri demoni e il proprio "bagaglio d'esperienze". Nessuno uguale all'altro. Lo consiglio vivamente a chiunque prediliga le persone piuttosto che le nozioni.

  • User Icon

    Luchito

    24/09/2017 14:07:40

    Terzo capitolo della saga dedicata al Novecento: la narrazione parte in svantaggio rispetto ai due capitoli precedenti vista l'assenza del pathos legato alle due guerre mondiali ma ha dalla sua parte la vicinanza temporale degli eventi. L'autore ci guida attraverso le vicende dei discendenti delle famiglie dei primi capitoli nella storia del dopoguerra fino ai giorni nostri passando dall'Europa agli Stati Uniti, dalla costruzione del Muro di Berlino agli assassinii dei fratelli Kennedy e di Martin Luther King, dalla guerra fredda alla crisi missilistica di Cuba, dalla guerra in Vietnam al movimento hippie, fino al crollo dei regimi filo-sovietici. Al solito un sapiente intreccio tra avvenimenti reali e romanzati, la cosiddetta storia con la S maiuscola e minuscola, che fanno scorrere veloci le oltre mille pagine. Personalmente ho trovato più avvincenti le trame ed i personaggi ambientati in Germania e più deboli quelle in Inghilterra: nel mezzo colloco Stati Uniti e Unione Sovietica.

  • User Icon

    And the Oscar goes to ….

    20/05/2017 08:41:35

    Ken Follet, dove sei?! Decisamente inferiore ai primi due libri della trilogia, per non parlare di I Pilastri della Terra e di Mondo Senza Fine. 1063 pagine banali e prevedibili. Penoso il tentativo di attrarre il lettore con le troppe, troppe scene di sesso. Una vera ossessione. Non mi sono neanche piaciute le continue e dettagliate descrizione degli abiti e delle acconciature. Siamo a livello di fotoromanzo. Peccato.

  • User Icon

    misko

    31/10/2016 15:57:13

    che "fatica" a leggere questo romanzo e così anche altri due perché sai che è successo così e vorresti che non finisse come sai che è finito, quanti inganni, quanto fanatismo (la russia in primis) e poi ci meravigliamo del islam di oggi

  • User Icon

    Paolo Numana

    10/03/2016 20:34:09

    Premetto che ho letto tutti e tre i libri in fila. Ho scelto di aspettare l'uscita di tutti i libri per gustarmi la storia in maniera continuativa e senza interruzioni memore delle esperienze pregresse in cui non ho assaporato fino in fondo libri della stessa saga usciti a distanza di anni. Detto questo il mio voto è unico nel complesso dell'opera di Follett che trovo narrativa di forte intrattenimento per il lettore che abbina un autore non di molto lontano ai suoi lavori più belli come la Cruna dell'ago ed I pilastri della terra. La ricetta è quella solita che Follett sa esporre in maniera magistrale con una lettura veloce e mai noiosa seppur di quasi 3300 pagine. La storia del 900 è ben descritta e fa da cornice, più che in altre opere di questo autore, alle vicissitudini di molte famiglie disegnate con maestria e che intrecciano emozioni e sentimenti che fanno sentire vivo l'animo del lettore. Non manca il sesso che ovviamente accompagna l'autore in quasi tutte le sue opere, ma devo dire che non è mai esagerato. Voto massimo a questa monumentale opera di Follett che sa attirare il lettore pagina dopo pagina nella storia desiderando conoscere le sorti dei personaggi.

  • User Icon

    Giamba

    04/11/2015 17:53:36

    La storia come non l'abbiamo mai sentita raccontare. Follet non delude.

  • User Icon

    Alessandro

    30/10/2015 13:47:42

    L ultimo libro di una saga famigliare testimone dei più grandi fatti storici.Il libro si fa leggere bene e mai noioso

  • User Icon

    DeaBarbi

    24/08/2015 15:51:53

    Che montagna di inverosimili banalità! Dov'è finito l'autore della Cruna dell'Ago. I personaggi sono delle bamboline di plastica che incontrano altre bamboline di plastica e fanno all'amore. Naturalmente con dovizia di particolari, che, visto che non aggiungono nulla alla storia, neanche dal punto di vista artistico e letterario, servono, forse, a soddisfare il voyeurismo di qualcuno e vendere qualche copia in più.

  • User Icon

    vale

    16/08/2015 21:11:54

    Bellissimo come tutta la trilogia! Personalmente ho preferito i primi due ma solo perché non mi piace il periodo storico della guerra fredda.

  • User Icon

    Angelo

    04/07/2015 15:33:26

    Bellissimo romanzo, decisamente il migliore della trilogia. Sinceramente non capisco alcune votazioni che lo stroncano; certo é lungo, con tanti nomi di personaggi, ma é assolutamente avvincente (per chi ama la storia e ha vissuto quella dal secondo dopoguerra ad oggi); un libro che non vorresti finisse mai e nello stesso tempo non vedi l'ora di finirlo.

  • User Icon

    brigitte

    23/06/2015 11:13:48

    delusione totale.noioso da morire.il primo mi piaciuto tanto.il secondo cosi cosi.il terzo storia nel vero senso della parola.ho letto tutti i libri suoi.ma ho visto un declino nel suo scrivere.fine di uno scrittore?

  • User Icon

    nik savinkov

    13/06/2015 17:28:42

    Ho letto "I giorni dell'eternità" quest'inverno anche perché avevo già letto i primi due della trilogia e volevo dare un senso definitivo alla mia vita. L'ho comprato con entusiasmo ma ricordo di aver provato un ché di strano, di imbarazzante quando mi sono trovato questo libbrone in mano. Sarà che mi fido poco dell'ultimo capitolo delle trilogie di successo, sarà che se il primo mi era piaciuto molto, il secondo mi era già piaciuto un pò meno, sarà che avevo qualcosa di sbagliato in testa, ma confesso che dopo le prime 50 pagine - che non mi erano nemmeno poi tanto dispiaciute - ho iniziato ad annoiarmi e a trovare insostenibili le immancabili e fatali scene di sesso che arrivano puntuali come le zanzare d'estate! A parte il fatto che il periodo storico preso in esame è davvero complicato, che i personaggi sono poco credibili e che Follet salta da un decennio all'altro con un pò troppa dimestichezza, e a parte il fatto che siamo tutti uomini e donne e fare sesso ci piace e pure tanto, è mai possibile che ogni scena finisca con una scopata! Temo che la necessità di chiudere la trilogia e fare un altro bel gruzzoletto abbia avuto la meglio.. quindi voto 2!

  • User Icon

    Lino

    12/06/2015 20:23:26

    Preso singolarmente questo ultimo libro lo reputo un pelo inferiore ai primi due, i legami tra i personaggi gli ho trovati più forzati e non vi è un personaggio particolare di cui ci si "innamora" o viceversa che si è portati ad odiare. Se invece parliamo della saga nella sua interezza la considero un capolavoro e anche un ottimo libro di storia.

  • User Icon

    Lorso57

    26/05/2015 09:02:24

    Il Grande Artigiano Ken Follett ci trasporta in un viaggio che inizia negli anni Sessanta e termina nel 1989 con la caduta del Muro di Berlino. Molta politica allo stato puro ma narrata in modo impeccabile, tenendo sempre vivo l'interesse del lettore che segue i protagonisti del libro che interagiscono con i grandi della storia, con le loro virtù e le loro bassezze dando vita ai grandi avvenimenti che hanno segnato questa epoca : i fratelli Kennedy, Martin Luther King, il problema razziale negli Stati Uniti, la guerra in Vietnam, Nixon, Breznev, Andropov, Gorbaciov, la Guerra Fredda e molti altri ancora. Come sempre Follett si legge velocemente senza intoppi. Unico appunto l'eccessiva lunghezza del testo, per il resto promosso a pieni voti.

  • User Icon

    Patrizia

    20/05/2015 13:01:56

    Come sempre Follett non si smentisce. E'uno dei più grandi scrittori dei nostri tempi. Ho praticamente divorato tutti i suoi libri che sono scorrevoli e scritti magistralmente, anche questo che,al primo impatto, sembra essere pesante. Non vedo l'ora di leggere la sua prossima opera.

  • User Icon

    Antonella

    28/04/2015 11:55:21

    Ho letto tutti i libri di Ken Follet, autore che amo particolarmente ma questo libro l'ho trovato poco "stimolante", ho faticato a terminarlo. Ritengo che l'autore avrebbe potuto eliminare almeno un centinaio di pagine che, di fatto, non hanno contribuito nè ad approfondire il periodo storico nè a rendere interessante la trama.

  • User Icon

    marcello

    11/04/2015 22:39:42

    Romanzo storico/polpettone ma tutto sommato leggibile anche con un certo interesse per alcuni aspetti di retropolitica americana. La saga dei personaggi tra un letto e l'altro è meno godibile ma serve solo a cucire un bignamino di politica della guerra fredda che non è male ricordare. Una trilogy senza infamia e senza lode : 3,5

  • User Icon

    chiara

    04/04/2015 19:55:25

    voglio partire dal presupposto che ho letto tutti i libri scritti da Ken Follet. Qualche tempo fa mi sono imbattuta in questa trilogia, i presupposti erano buoni, il primo libro mi è piaciuto, il secondo cosi e cosi, questo un vero e proprio mattone. Ragazzi non mi era mai successo, troppo pesante, tutti questi avvenimenti storici pieni di nomi sono stati qualcosa di allucinante x me. Si che sono fatti accaduti ma allora mi sarei presa un bel libro di storia non un romanzo di Ken Follet. Mi dispiace dirlo ma sono proprio felice di esserci arrivata in fondo. Giudizio negativo voto basso.

  • User Icon

    Gianluca

    01/04/2015 15:51:50

    E' il primo libro di Follett che non riesco a terminare, ed uno dei pochi in assoluto. Niente a che vedere con gli altri due libri della trilogia, e ancor meno con I pilastri della terra e Mondo senza fine che ho apprezzato moltissimo. Purtroppo ho perso tempo a forzare la lettura. Mi dispiace!

  • User Icon

    Iryna

    25/03/2015 15:49:18

    Secondo me quelli che hanno messo 1/5 sono veramente degli esibizionisti che vogliono andare per forza contro tutto e contro tutti, e pensano veramente di essere dei critici letterari. Certo, che il giudizio delle persone su un libro e' molto soggettivo. Ma e' molto evidente che K. Follett e' un scrittore di grande talento e non e' uno snob inglese, come lo definisce BrunoG. Non sono mai stata negli Stati Uniti e non so come si viveva li negli anni 60-80. Ma sono nata e cresciuta nell'Unione Sovietica e conosco molto bene le cose, di quelle che scrive questo scrittore inglese. Se non sapevo che l'autore di questo romanzo e' di nazionalita' inglese potevo pensare che e' di nazionalita' russa. E' molto probabile' che non tutte le cose rispondano alla realta'. Ma dobbiamo tenere presente che e' solo un romanzo basato sulla storia mondiale e non e' una cronaca sul giornale quotidiano. Qualcuno pensa, che ha messo troppe scene di sesso. Ma vorrei chiedere: queste che l'hanno scritto sono delle monache di clausura o sono le persone normali, che fanno il sesso come tutti gli altri? Sono d'accorda con Sagimosa, Nanni, Tina, Mauro e tanti altri, che l'hanno votato col 5: e' un bellissimo libro, molto scorrevole e avventuroso. Sicuramente da leggere!

Scrivi una recensione