Categorie

Roberto Saviano

Editore: Mondadori
Collana: Strade blu
Anno edizione: 2006
Pagine: 331 p. , Brossura
  • EAN: 9788804554509

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    17/03/2016 12.19.03

    Certi capitoli e temi più interessanti di altri. Nel complesso accettabile

  • User Icon

    Joe

    23/02/2015 16.16.10

    Consiglio di leggere questo libro a tutti! GRANDE SAVIANO

  • User Icon

    Gian Luca

    22/02/2015 17.16.55

    Leggo per la prima volta, dopo tanti anni dalla sua uscita, questo libro. Mi sono deciso a farlo dopo essermi realmente innamorato della serie televisiva (io che non guardo quasi la tv!!!). Che dire? mi spiace solamente di non averlo letto prima. Oggi ci vorrebbe un'altro Gomorra, per fare un aggiornamento con tutto quello che è successo nel frattempo. In fondo, però, non è cambiato nulla. O forse sì. E se è cambiato qualcosa è anche grazie a Roberto Saviano. Gomorra è semplicemente un libro che dovrebbero leggere tutti gli italiani. Meditiamo gente, meditiamo!

  • User Icon

    Patrick

    18/02/2015 19.01.38

    Libro stupendo e che racconta in maniera brillante il sistema criminale casalese! Non a caso ha venduto 10 milioni di libri in tutto il mondo!!!! buona lettura

  • User Icon

    Robbian

    08/02/2014 00.57.03

    Saviano ci racconta di stupri ai danni di comuni , regioni , territori ( e non solo ) . Gomorra ci dice che è molto peggio di come si potrebbe lontanamente pensare .

  • User Icon

    Marias

    10/11/2013 21.50.07

    Per chi vuole capirci 'qualcosa in più' . Saviano non ha avuto paura di affrontare il sistema 'camorrista o mafioso o quello che vogliamo..Non ha paura di condannare queste ingiustizie, di guardarne l'origine, come approdano e come si insinuano nel sistema fino a gestirlo. Lo schifo della realtà è descritto con estrema chiarezza e senza pochi giri , c'è di tutto , quello che si nasconde agli occhi , argomenti agghiaccianti e il punto di vista di Roberto Saviano. A mio avviso , non è una semplice cronaca dei fatti , è un monito dell'autore a svegliare le coscienze , a non restare indifferenti , perché la realtà dei fatti , è molto più vicina a quanto si pensi. Per chi vuole capirci qualcosa in più..per chi vuole aprire un tantino gli occhi , per chi non vuole restare indifferente , è un buon buonissimo inizio per prendere parte della realtà. do 3 su 5 solo per il fatto che spesso la carrellata di nomi può essere motivo di confusione nei lettori , non conoscendo bene le storie e ciò portare a ritenere noiose alcune parti. mio modesto parere. che non deve pregiudicare l'intento notevole dell'autore che stimo molto anche per lo lo stile letterario e per i termini ricercati che usa, come alcuni medici .

  • User Icon

    luca

    23/08/2013 12.53.20

    un libro datato ma sempre attuale che ti coinvolge riga dopo riga.

  • User Icon

    Fabiola

    11/03/2013 22.05.17

    è un pugno nello stomaco ad ogni pagina,la campania, tutto il sud dilaniato da questa macchina infernale! ''sapere conoscere diviene una necessità l'unica possibilità per essere considerati uomini degni di respirare'' vale la pena leggerlo soltanto per la scrittura,un ragazzo che ha questa modalità di scrittura e questo coraggio a 26 anni è stupefacente.. Lasciatemelo dire, un eroe moderno!

  • User Icon

    archipic

    25/02/2013 12.08.09

    Finalmente mi sono deciso a leggere il lavoro di Saviano. Le cose le conoscevo già, anche se non così nel dettaglio. Direi che è una ottima inchiesta, scritta in maniera, anche stilisticamente, egregia che porta alla luce fatti altrimenti inenarrabili. L'unica pecca che posso sollevare è che alcune questoni sono un pò troppo dilatate rallentando un pò il ritmo narrativo. Le ferite della nostra terra gridano vendetta tutti i giorni, ma ogni giorno passa senza che questa vendetta inizi a mettersi in moto.

  • User Icon

    Sophie

    29/01/2013 12.24.58

    L'ho letto tutto d'un fiato qualche tempo fa. Da allora non ho più smesso di seguire gli scritti di Saviano. Ti spiega tutto: perchè le faide, perchè la spazzatura, perchè il cemento, perchè la camorra nel nord Italia. Ti spiega veramente tutto. Bellissimo!

  • User Icon

    Luigi

    26/01/2012 20.59.25

    Amaramente "bellissimo". Un documento agghiacciante sulla criminalità organizzata come motore invisibile di un'economia gigantesca. Alcune parti del libro mettono i brividi. (stupendo anche il film)

  • User Icon

    the uncle

    01/12/2011 20.52.04

    Vivo in quelle zone...ogni pagina è un pugno nello stomaco.Vorrei dire che è un libro bellissimo,ma qui non si può parlare di "bellezza"...

  • User Icon

    Carioca789

    19/11/2011 20.19.46

    Bloccata inevitabilmente a pagina 60. Personalmente ritengo che Saviano sia uno scrittore fortemente sopravvalutato.

  • User Icon

    Mas

    16/11/2011 12.02.46

    Libro crudo che mette a risalto tutti gli errori ops orrori di questo paese..delle volte certe cose è meglio non saperle.

  • User Icon

    Stella

    06/10/2011 16.27.32

    788 commenti e il mio, forse, sarà il 789° e, ipotizzo, che il numero salirà ancora. Da che conosco il sito e leggo opinioni e recensioni è la prima volta che vedo un libro con così tanti giudizi e questo, credo, già si commenti da sè. Il mio parere va, ovviamente, al libro, più volte evitato e snobbato e, poi, inevitabilmente e inesorabilmente acquistato e letto. Il comportamento e l'atteggiamento dell'autore, invece, non è, per me, esponibile al giudizio o, almeno, non al mio. Dunque, il libro è scritto bene: semplice, veloce, preciso. Quel che si narra e come lo si narra è fatto in modo efficace ed energico: senza eufemismi e perifrasi, è la parola che, nella sua semplicità, arriva e mette radici. Quindi, voto massimo per lo stile e per la sua potenza di far comprendere avvenimenti e situazioni molto difficili da spiegare e da mandar giù. Quel che si narra e come lo si narra, lo si sa, è amaro, demoralizzante e, a tratti, assurdo. Si racconta del male. E, il male, è inguaribile ed eterno. Non c'è alcuna speranza, nè nessuna via d'uscita per cancellarlo, eliminarlo, per farlo morire, perché si ciba del proprio veleno e della propria forza, perchè è insito nell'uomo e nel suo buio. Allora, il voto non esiste sull'oscurità e sul suo prevalere. Non può esserci voto sugli argomenti esposti, giacché non si può dare un voto all'inferno. Quel che a me è mancato sono stati i pochi, quasi evanescenti, raggi di sole che l'autore centellina nella sua storia. Quel che a me è stonato è stato l'appiattire e il massificare il nero senza descrivere le sue sfumature, che pur esso possiede e senza dargli quel contorno luminoso che argina e delimita. C'è il male, l'inferno e l'oscurità e c'è la bellezza, la luce e la speranza. E, questo, l'autore lo sa già.

  • User Icon

    TATY

    12/09/2011 15.40.27

    bello, impegnativo e ben scritto. narra le cose così come sono. senza troppa inutile retorica o eccessiva presa di parte, lascia ai lettori la possibilità di pensarci su per bene e di "giudicare" secondo la propria testa

  • User Icon

    Anna

    19/07/2011 14.24.26

    Ottimo esempio di narrative non fiction, coraggioso, efficace, illuminante, stilisticamente impeccabile

  • User Icon

    Claudio

    11/07/2011 10.40.43

    Saviano. Premesso il rispetto per una scelta letteraria che ha condizionato la sua vita. Il libro è utile come CONTRIBUTO alla comprensione del fenomeno. Detto questo...le persone di cui parla sono più interessanti di lui. Sono più interessanti non nei gusti e neanche nei modi,ma come simboli di un "male" che in quanto tale ha una propria dimensione creativa che lo costringe continuamente a cambiare per eludere e costringere:in questo spesso è sorprendente...e questa è la parte migliore del libro. L'alternativa "morale",quella "giusta"(nella quale come ovvio l'autore si colloca...)cosa offre? Tanta retorica e poca originalità...soluzioni stilistiche improbabili e stucchevoli...non un "pensiero" degno di questo nome. Come provocazione verrebbe quasi da dire che è proprio l'autore il prodotto meno significativo del suo territorio... Al netto dell'autore il libro otterrebbe un giudizio superiore.

  • User Icon

    PROT

    22/04/2011 11.09.20

    Libro molto interessante che rispetto a quelli soliti di mafia e camorra è più coinvolgente vuoi per il modo in cui è stato scritto, vuoi per l'esperienza personale dell'autore

  • User Icon

    Rain

    17/03/2011 14.53.38

    Uno dei libri più noiosi, pretenziosi, arroganti e sopravvalutati mai letti. Rain

Vedi tutte le 711 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione