Categorie
Traduttore: G. Foccardi
Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 1993
Pagine: XXII-295 p., ill.
  • EAN: 9788806127312

€ 18,44

€ 21,69

Risparmi € 3,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

In una pagina ormai famosa, Jorge Luis Borges istituiva un parallelo fra l'edificazione della Grande Muraglia e il rogo dei libri. Le due imprese, entrambe attribuibili al Primo Augusto Imperatore, sarebbero il disperato e sovrumano tentativo da parte di un uomo di mettersi nei panni di Dio modificando lo spazio e il tempo. Anche la ricerca di Arthur Waldron non può che muovere dal persistere del mito. Distesa "lungo l'intera frontiera settentrionale della Cina come un grande drago dormiente", la Grande Muraglia sarebbe stata eretta più di duemila anni or sono; vi avrebbero lavorato per quindici anni oltre un milione di forzati; sarebbe l'unica creazione umana visibile dallo spazio. Il percorso di Waldron attraverso dati storici, leggende e la ricostruzione dell'intreccio di influssi culturali fra Europa e Oriente, mostra come il mito moderno della Grande Muraglia sia risultato simbolico del processo di autodefinizione della Cina contemporanea, mito nato in Cina ma definitivamente fissatosi dopo aver raggiunto l'Europa nel tardo XVI secolo. La Grande Muraglia non esiste come impresa di consapevole titanismo. E' il frutto dell'avvicendarsi nei secoli di politiche e strategie difensive che le varie dinastie adottarono, non sempre con buoni risultati, nei confronti delle orde nomadi dei "barbari".Il viaggio di Waldron nella verità storica della Grande Muraglia racconta al lettore di un universo ancora, come sempre, troppo lontano, ma mostra pure come funzioni nel tempo la verità mitologica della Grande Muraglia: articolazione cardinale fra il dentro e il fuori, la civiltà e la barbarie, la legge e il disordine, il cosmo e il caos.