Guendalina (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia; Francia
Anno: 1957
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,99 €)

Una giovane ragazza ed il difficile rapporto con i suoi genitori

Guendalina, è giovane e bella; passa le vacanze a Viareggio, circondata da corteggiatori. I suoi genitori non vanno d'accordo e questo accresce il dissidio della giovane, che prolunga la sua permanenza al mare. La giovane diventa amica di Oberdan un timido studente che involontariamente l'aiuterà a ricostruire il rapporto con i genitori.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2018
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1 4:3
  • Alberto Lattuada Cover

    Fotografo, sceneggiatore e regista italiano. Figlio del musicista Felice, fa parte del gruppo antifascista legato alla rivista milanese «Corrente» per la quale lavora come critico insieme a L. Comencini, con cui fonda la Cineteca Italiana. Passa dietro la mdp nel '42 adattando Giacomo l'idealista da E. De Marchi. Autore di primo piano del neorealismo nel dopoguerra, si distingue per i temi crudi, l'azione e un certo grado di spettacolarità a cui ricorre in Il bandito (1946), Senza pietà (1948) e Il mulino del Po (1949), nei quali sfrutta i canoni e le suggestioni figurative del film di genere hollywoodiano – in particolare il gangster e il noir – per raccontare storie di crimine, corruzione, prostituzione, razzismo, scioperi, disoccupazione, ingiustizie e amori impossibili. Particolarmente... Approfondisci
  • Sylva Koscina Cover

    Attrice italiana di origine croata. Trasferitasi in Italia nell'immediato dopoguerra, viene notata da P. Germi che la fa esordire in Il ferroviere (1955). Volto affilato su un corpo prosperoso, quasi una pin-up nostrana, interpreta negli anni '50 e '60 la parte dell'ingenua procace o della fatalona, assurgendo a icona divistica in Il vigile (1960) di L. Zampa. Impiegata quasi sempre in commedie, si rivela anche dotata di buone doti drammatiche in Giulietta degli spiriti (1965) di F. Fellini, in cui interpreta la sorella della protagonista. Negli anni '70 le sue fortune cinematografiche cominciano a declinare, ma la televisione le offre spazi anche nel decennio successivo. Approfondisci
  • Raf Vallone Cover

    "Propr. Raffaele, attore italiano. Già calciatore e giornalista, viene scelto da G. De Santis come interprete di Riso amaro (1949). Questo e altri film «neorealistico-popolari» (Non c'è pace tra gli ulivi, di G. De Santis e Il cammino della speranza, di P. Germi, 1950; Anna, di A. Lattuada, 1951, e Roma ore 11 di De Santis, 1952) gli consentono di abbozzare con efficacia un personaggio rude e sanguigno e gli aprono le vie del successo internazionale (Teresa Raquin di M. Carné, 1953; El Cid di A. Mann, 1961; Fedra di J. Dassin, 1962, e, soprattutto, Uno sguardo dal ponte di S. Lumet, 1962). Tra gli altri suoi film italiani si ricordano: La spiaggia (1953) e Guendalina (1957) di Lattuada, La garçonniere di De Santis, e La ciociara di V. De Sica (1960). Negli ultimi anni si dedica soprattutto... Approfondisci
  • Jacqueline Sassard Cover

    Attrice francese. Dopo Guilty? (1956) di E.T. Gréville, A. Lattuada la sceglie come protagonista di Guendalina (1957), in cui interpreta una ragazza della buona borghesia, capricciosa e indisponente, minacciata da una difficile situazione familiare. Lavora poi per A. Pietrangeli (Nata di marzo, 1957), G. Orlandini (Tutti innamorati, 1959), L. Zampa (Il magistrato, 1959), V. Zurlini (Estate violenta, 1959), U. Lenzi (I pirati della Malesia, 1964), F. Vancini (Le stagioni del nostro amore, 1966), J. Losey (L’incidente, 1967) e C. Chabrol (Le cerbiatte, 1968). Approfondisci
Note legali