Halloween. The Beginning di Rob Zombie - DVD

Halloween. The Beginning

Halloween

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Halloween
Regia: Rob Zombie
Paese: Stati Uniti
Anno: 2007
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni

€ 8,50

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 1 prodotto disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo essere stato recluso per diciassette lunghi anni, Michael Meyers, adesso uomo adulto e ancora molto pericoloso, scappa dal manicomio dove era rinchiuso e torna immediatamente a Haddonfield, per cercare sua sorella. Chiunque incroci il suo percorso corre un terribile pericolo di morte.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,33
di 5
Totale 6
5
1
4
2
3
2
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    massi74

    01/11/2009 13:42:30

    Per essere un remake direi che non è affatto male;interessante la prima parte del film con Michael bambino anche se questo lo rende troppo "umano".Di colpo poi si trasforma in un essere quasi indistruttibile mentre invece nella prima saga Myers era direttamente la personificazione del male.Buona anche l'idea di introdurre da subito la sorellina.ci sono però anche delle stonature,la colonna sonora è del tutto insignificante,il fantastico tema di Carpenter si sente pochissime volte ed è sostituito spesso da musiche insulse e tutt'altro che coivolgenti;anche gli attori,che cmq se la cavano,non sono e non saranno mai come quelli del 78;il mitico Donald Pleasence nei panni del dottor Loomis resterà qualcosa di insuperabile nella storia del cinema.

  • User Icon

    Nicola

    26/10/2009 09:36:22

    Bisogna proprio dare il voto a sto film! Mi dispiace ma hanno rovinato un Capolavoro. Rob Zombie, scometto che è molto bravo a suonare, cantare, mi sa che è meglio che continui per quella strada.

  • User Icon

    Ignazio

    12/05/2009 17:01:08

    A dispetto del rischio implicito in ogni rifacimento, questo è riuscito, e devo dire che per molti versi è persino meglio dell’originale. Intanto c’è molta più azione: in Carpenter, fra l’omicidio iniziale e la caccia all’uomo finale, mi sono annoiato parecchio (ma c’è da dire che Carpenter non volle fare uno splatter, mentre questo rientra appieno nella categoria). Poi, l’approfondimento sull’infanzia di Michael è sorprendente. Oltre che credibile, getta tutta una luce nuova sulla storia, assimilando un elemento (Laurie come sorella di Michael) che nei film precedenti spuntava fuori solo dopo parecchi sequel, più che altro come trovata per dare sapore ad un’idea ormai esausta. Qui la ferocia del bambino di dieci anni trova sia una causa evidente, che una trattazione più che esaustiva. La strage di mezza famiglia Myers è una sequenza dotata di potenza singolare. Anche il resto del film è niente male, pur se ho trovato un po’ stucchevole l’insistenza dei bambini sul “Boogey man”. Peccato che Pleasance non possa più fare Loomis, era perfetto nella parte. Ottima la trovata dell’uccisione del secondino buono: senza quello, si sarebbe rischiato di simpatizzare troppo con l’assassino. Nel complesso, un ottimo film per gli amanti del genere, da vedere, in attesa che Rob Zombie ci regali anche Halloween II, in uscita a fine agosto negli USA.

  • User Icon

    andrea

    29/11/2008 19:17:01

    GRANDE ROB ZOMBIE !!! TERZO FILM - TERZO CENTRO.NON AL LIVELLO DI CARPENTER MA QUASI,DEL RESTO L'IMPRESA ERA ARDUA.

  • User Icon

    max

    14/07/2008 18:57:06

    SUFFICIENZA PIENA, MEGLIO PERò QUELLO DI CARPENTER MAX

  • User Icon

    AG

    26/06/2008 11:28:25

    Solo Rob Zombie poteva tentare l'impresa impossibile di fare un remake di Halloween. Ha cambiato parecchio la trama e complessivamente è riuscito a fare un ottimo film, impressionante. Purtroppo non amo i remake, ma Rob è il migliore!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Medusa Home Entertainment
  • Durata: 121 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Inglese (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; trailers; curiosità; finale alternativo; provini; dietro le quinte (making of)
  • Rob Zombie Cover

    "Musicista, regista e sceneggiatore statunitense. Leading man dei White Zombie (in omaggio all'omonimo film horror anni '30, uno dei primi con i morti viventi), poi solista, da sempre amante dichiarato e viscerale dell'horror, soprattutto nella sua incarnazione eversiva e selvaggia degli anni '70, si pone in prima persona dietro la mdp per resuscitarne gli eccessi con La casa dei mille corpi (2003), variazione sul tema che introduce una famiglia di orribili e perversi villain, i Firefly (tra i quali è la moglie S. Moon Z.), sadici e torturatori al riparo della sonnacchiosa provincia, quali non si vedevano da tempo. L'intelligente mistura di atmosfere e tematiche ormai entrate nell'immaginario del genere (soprattutto Non aprite quella porta, 1974, di T. Hooper, esplicitamente citato) e denuncia... Approfondisci
  • Malcolm McDowell Cover

    Nome d'arte di M. John Taylor, attore inglese. Comincia a teatro recitando Shakespeare, ma il suo esordio cinematografico lo vede calato nella Londra cruda di K. Loach nel cast di Poor Cow (1967). Il ruolo successivo gli impone una interpretazione ancora più «forte», questa volta da coprotagonista, in Caccia sadica (1970) di J. Losey, nei panni di un maniaco evaso che insieme a un compagno viene implacabilmente braccato dai suoi carcerieri. È a questo punto che S. Kubrick trova in lui Alex, il mostro acculturato e teppista la cui violenza verrà asservita al potere in Arancia meccanica (1971). La forza del celebre film, con la sua alchimia di brutalità, musiche di Beethoven e atmosfere stranianti, conferisce all'attore, perfettamente in parte, una sorta di aura, se non proprio da «maledetto»,... Approfondisci
Note legali