Hanno tutti ragione - Paolo Sorrentino - copertina

Hanno tutti ragione

Paolo Sorrentino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Feltrinelli
Edizione: 3
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 dicembre 2012
Pagine: 319 p., Brossura
  • EAN: 9788807880414
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,50

€ 10,00
(-15%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Hanno tutti ragione

Paolo Sorrentino

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Hanno tutti ragione

Paolo Sorrentino

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Hanno tutti ragione

Paolo Sorrentino

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 5,40

€ 10,00

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tony Pagoda è un cantante "di night" con tanto passato alle spalle ("Se a Sinatra la voce l'ha mandata il Signore, allora a me, più modestamente, l'ha mandata san Gennaro"). La sua è stata la scena di un'Italia florida e sgangheratamente felice, fra Napoli, Capri e il mondo. È stato tutto molto facile. Il talento. I soldi. Le donne. E insieme, una pratica dell'esistenza che ha coinciso con la formazione di una formidabile (e particolare) cognizione del mondo. Quando la vita comincia a complicarsi (la moglie chiede il divorzio), quando la scena si restringe (la sua band si esibisce in piazze minori), per Tony viene il tempo di cambiare. Una sterzata netta. Andarsene. Sparire. Cercare il silenzio. Alla fine di una breve tournée brasiliana, Tony Pagoda decide di restare là, prima a Rio, poi a Manaus, ossessionato dagli scarafaggi ma coronato da una nuova libertà. Senza perdere lo sguardo di eterna sorpresa per il mondo e la schiettezza di chi, questo mondo, lo conosce fin troppo bene, Tony si lascia invadere dai dubbi e dalle insicurezze che fino a quel momento, nel suo ordinato e personalissimo "catalogo" di quelli che passano per uomini, aveva attribuito agli smidollati. E scopre che tutte le risposte possono essere trovate in un infuocato tramonto.
3,07
di 5
Totale 104
5
34
4
17
3
8
2
16
1
29
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ivan

    07/03/2019 12:08:10

    Bel romanzo, a tratti surreale, ricco di spunti interessanti sul senso della vita

  • User Icon

    Luca

    08/02/2019 11:37:44

    Credo si tratti di un caso esemplare di uso della narrazione in prima persona: l'autore la sfrutta per caratterizzare un personaggio che getta sul mondo uno sguardo caustico, profondo, originale, rendendo la narrazione fluida, sorprendente e spesso divertentissima. Il protagonista, Tony Pagoda (cantante melodico napoletano, erede a tutti gli effetti del Tony Pisapia de L'uomo in più e degno predecessore del Jep Gambardella de La grande bellezza), vive vicende squinternate e si circonda di personaggi affascinanti e mai banali. Il tutto, naturalmente, viene filtrato attraverso il suo occhio disincantato e intelligente. Vorrei avere l'abilità di Sorrentino di accostare aggettivi impossibili ai sostantivi e di usare metafore ricercate. Bravissimo davvero, una splendida sorpresa il suo esordio, arrivato terzo al Premio Strega.

  • User Icon

    Ottimo libro

    27/12/2018 19:23:41

    Il Sorrentino scrittore incontra il Sorrentino regista e ne esce fuori un ottimo romanzo ambientato tra Capri, Napoli e il Brasile. Tony Pagoda è una galassia di emozioni.

  • User Icon

    Salvo

    22/09/2018 13:31:08

    Penso che questo libro è stato scritto per pochi in quanto solo pochi potranno dargli 5 stelle su 5. Non è stato un libro pesante, anzi ho cercato nel tempo libri simili ossia capaci di affascinarmi con formule nuove e non con i soliti luoghi comuni. Ho apprezzato molto il personaggio, la sua storia, le sue esperienze musicali e non. Incuriosito ed affascinato dal titolo è dalla copertina ho deciso di acquistarlo e una volta letto posso consigliarlo a chi vuole una trama seria! Il finale lo considero uno dei pochi capaci di colpirmi.

  • User Icon

    angela

    19/09/2018 10:36:00

    Tony Pagoda è il protagonista e il narratore della sua vita. Una vita eccessiva, fatta di concerti musicali, di cocaina, di amanti e prostitute, dove lui si racconta... e racconta la sua visione della vita, attraverso aneddoti ed elucubrazioni mentali. Emerge una visione mediocre della vita, dove nonostante i piaceri apparenti che Tony si gode, è in realtà una vita "povera" fatta di pochi ideali, dove la visione delle cose che lo circondano, è sempre molto limitata e forse un pò semplicistica. Tony ad un certo punto della sua vita prende e va in Brasile e ci rimane per vent'anni per poi tornare in Italia alle porte del 2000. Se ne va perchè sente che qualcosa dentro lui sta cambiando, vuole tagliare con la sua vita passata, si vuole isolare da tutti e da tutto. Dopo vent'anni però ritorna in Italia e ricade, seppur con occhi diversi e con una consapevolezza maggiore, nello stesso stile di vita che aveva abbandonato in precedenza. Poetica è la fine, dove per trovare umanità e felicità Tony si rifugia in un ricordo del passato in un preciso momento che seppur lontano è in grado di riempirgli il cuore di felicità e di dargli finalmente un pò di pace. La scrittura di Sorrentino è cruda , ironica, essenziale forse un pò troppo per i miei gusti, ma per dipingere Tony non poteva, credo, fare altrimenti.

  • User Icon

    ludwig

    16/08/2016 20:41:07

    Finito ieri.libro scritto in modo inusuale ma non male nell'insieme. Mi ha lasciato perplesso verso il finale dove è uscita l'ossessione della sinistra italiota per il diavolo lombardo. L'autore ha descritto molto bene ,in certi passi,i lati neri dell'umano,anche i momenti di ilarità demenziale sono originali. Credo che leggerò ancora un libro del P.S.per capire meglio dove vuole andare a parare.

  • User Icon

    Sergio

    31/03/2015 11:09:18

    Non sono riuscito a finirlo, ho impiegato un mese per arrivare a metà e rimanerci fermo. Se eliminiamo alcuni spunti particolari e geniali, si può tranquillamente dire che il libro non ha storia, procede con trovate estemporanee, stancamente così come la vita del protagonista.

  • User Icon

    lhl

    17/03/2015 12:45:57

    ho faticato a finirlo. Mi sono forzato a farlo e ce l'ho fatta. Speravo sempre di trovare qualche motivazione valida per proseguire, ma non è accaduto. Pensavo meglio.

  • User Icon

    Fabio Occhiuzzi

    24/10/2014 13:17:51

    Ho acquistato il libro con molto entusiasmo,essendo grande ammiratore del Sorrentino regista.Devo riconoscere che ho trovato difficoltà, nella parte iniziale,a entrare nella storia poi, quando sembrava diventare più scorrevole, mi si è imbrigliata di nuovo davanti.Onestamente credo che ognuno debba fare il suo mestiere e quello di Sorrentino non è fare lo scrittore.Tuttavia bisogna ammettere che alcune idee sono geniali,benchè bizzarre,ma il modo di procedere nella narrazione è piuttosto "borderline".Ha le potenzialità per fare di meglio.

  • User Icon

    lorenzo

    07/07/2014 14:28:33

    Un libro che lascia a tratti senza fiato e che fa capire tante che cose dei mondi che Paolo Sorrentino descrive nei suoi film. Ho trovato tanti ingredienti, alcuni positivi ed altri meno...ma ho trovato forza in ogni pagina ed in ogni parte della storia che viene raccontata. E'un libro potente, che non ti aspetti.

  • User Icon

    Benevento

    30/06/2014 09:38:45

    E' stato il mio primo libro, il mio primo amore. Non ti dimenticherò Tony Pagonda.

  • User Icon

    angelo

    01/05/2014 20:46:36

    Ingredienti: un divo di serie B dal passato luminoso e dal presente ombroso, le conseguenze di amori facili e difficili vissute sulla propria pelle, un posto che deve essere rifugio e trampolino trovato tra Napoli, Brasile e Roma, la grande bellezza inseguita attraverso soldi, donne, droga e scarafaggi. Consigliato: a chi osserva la quotidiana tragicommedia della vita umana con curiosità, ironia ed inquietudine, a chi cerca spunti di tanti futuri film in un unico romanzo.

  • User Icon

    Cinzia

    13/03/2014 21:38:48

    Sono riuscita ad arrivare in fondo con molta fatica. Storia poco avvincente, stile faticoso...insomma un libro noioso.

  • User Icon

    assur

    13/01/2014 17:42:40

    Ascoltato l'audio libro letto da Servillo: spettacolare!

  • User Icon

    migliettaser

    18/12/2013 22:23:38

    Prolisso, confuso e senza trama, si vede che non è opera di uno scrittore, ma , c'è sempre un ma quando si parte così critici, a volte geniale. Ti annoia e ti appassiona al tempo stesso, un libro fatto di personaggi e considerazioni, a volte banali e a volte sorprendenti. Tristissimo nel suo insieme, non è privo di una velata speranza e di un tragicomico ottimismo che aiuta a vivere e a pensare. Non è scritto benissimo , ma con un linguaggio ricco e fantasioso che stupisce e fa sorridere. Un libro che consiglio se non vi disturba saltare i pezzi che trovate stucchevoli e noiosi, così facendo si guadagna in agilità letteraria e la storia non perde nulla.

  • User Icon

    Andrea Giostra

    04/05/2013 12:51:01

    Un libro assolutamente da leggere. Paolo Sorrentino, oltre ad essere un grandissimo e geniale regista e sceneggiatore, è al contempo un grandissimo scrittore. Incisivo, elegante, riflessivo, stimolante, profondo, introspettivo e, perché no?, assai contemporaneo, nell'accezione neorealistica del termine (se si può recuperare un termine che ha fatto la bellissima storia del cinema e della letteratura italiana degli anni quaranta e cinquanta). Il neorealismo nasceva allora dagli intellettuali superstiti del secondo dopoguerra come movimento culturale e letterario di rinascita e di impegno politico e sociale per il paese Italia. Oggi, nella seconda decade del ventunesimo secolo, sembra che Sorrentino, con lucida e geniale "preveggenza", voglia recuperare con i suoi film e con la sua letteratura, una presa di coscienza civica e politica degli intellettuali contemporanei italiani. I disastri sociali ed economici di oggi sono simili, se non peggiori!, di quelli che i nostri padri e i nostri nonni hanno dovuto affrontare nel secondo dopoguerra. Allora frutto di una guerra mondiale condotta senza esclusione di cinismo e di disumanità. Oggi i disastri sociali ed economici che i giovani contemporanei si trovano ad affrontare sono quelli prodotti da una classe dirigente (politica, culturale, accademica, istituzionale) che senza ritegno alcuno ha condotto stili di vita all'insegna del consumismo più sfrenato, dell'abuso di ogni forma di agiatezza e dell'osservanza ossessiva dei "vizi capitali": superbia, avarizia, lussuria, invidia, gola, ira e accidia! Queste riflessioni, stimolate da un'interessante serie di confessioni dei protagonisti del Romanzo, si recuperano brillantemente in Sorrentino.

  • User Icon

    iole

    13/02/2013 17:49:35

    E' un capolavoro. Immagino che la crudezza del racconto e il percorso di svestizione che il protagonista fa nel corso del libro per mostrarsi in tutta la sua nudità, possa generare imbarazzo. A me è piaciuto come pochi libri in vita mia: esilarante, travolgente, drammatico. E' una caricatura che rappresenta la realtà meglio della realtà stessa. BRAVO BRAVO BRAVO. Dopo aver visto "le conseguenze dell'amore" la prima volta, per circa un anno ho continuato a rivederlo almeno una volta al mese. Con "hanno tutti ragione" potrebbe accadermi una cosa analoga. Questo è stato uno di quei libri che vorresti non finisse mai, a mano a mano che progredivo nella lettura ero spinta da un doppio impulso: leggere leggere leggere per fagocitare la storia da un lato, dall'altro rallentare per allontanare il più possibile il momento della separazione!

  • User Icon

    Luigi

    12/01/2013 16:29:17

    Quando dalla sceneggiatura di un film (L'uomo in più 2001 dello stesso regista) si tira fuori un romanzo, si dovrebbe avere il buon senso di cambiare i codici di decodifica, perchè non sempre il linguaggio filmico risponde a quello letterario e viceversa. In questo romanzo di Paolo Sorrentino, questo non avviene, infatti la trama è praticamente inesistente, in quanto il libro prosegue a furia di "digressioni" del protagonista-autore che servono a giustificare i suoi punti di vista sui più svariati argomenti messi in discussione. In pratica il lettore assiste ad un continuo "saltare di palo in frasca" con il protagonista, incontestato portatore dell'unica verità, che trincia i suoi personalissimi giudizi. Il protagonista, Tony Pagoda (Tony P che potrebbe essere sia il cantante Tonino Apicella, sia il Berlusca), un cantante neo-melodico degli anni '60 (ma esistevano i neo-melodici negli anni '60?), è un cocainomane, una sorta di Bukowski nostrano, portatore di una a-morale pessimistica di stampo niestchiano e di una visione decadente della vita (Il fanciullino di Pascoli) contro gli stereotipi della società (piccolo)-borghese. Infatti trattasi di un romanzo di stampo decadente, nel senso che il nostro Tony ha come imperativo categorico quello di fuggire dalla mediocrità della vita borghese, o innalzandosi (alla D'annunzio) al di sopra delle masse, o estraniandosi (alla Pascoli) da esse, nell'erronea presuzione di avere la ricetta per capire il senso dell'esistenza. La scrittura è molto vicina al dialetto napoletano e quindi volutamente illetterale, nervosa, contorta, poco fluida e a tratti, illegibile. A mio giudizio le prime 200 pagine sono da cestinare: mi han fatto venire il disgusto. Infine, circa il contenuto, il romanzo sembra scritto con il "senno di poi", pieno di tirate moralizzanti e moralizzatrici, fatte però negli anni successivi; in pratica ha ambientato il romanzo negli anni '60 salvo poi guardare quel periodo con gli occhi di oggi!

  • User Icon

    patrice

    15/12/2012 23:59:45

    sorrentino crea un personaggio con molta carne,tony p ti entra subito nel cervello.il libro parte subito ad una marcia elevata poi la scrittura si ingolfa.la dinamica del romanzo si inchioda su monologhi condivisibili ma non certo comandamenti..un tentativo ,alla lontana,de "lo straniero"alla verace

  • User Icon

    MARIA CECILIA

    28/11/2012 22:23:36

    Bellissimo e molto, molto spassoso. Una "napolitanità" assai gradevole. Non dimenticherò tanto presto Tony Pagoda! Bravo Sorrentino!

Vedi tutte le 104 recensioni cliente
  • Paolo Sorrentino Cover

    Paolo Sorrentino è regista, sceneggiatore e scrittore.Nel 2001 il suo primo lungometraggio, L'uomo in più, con Toni Servillo e Andrea Renzi, viene presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2004 con Le conseguenze dell'amore è in concorso al Festival di Cannes. Il film ottiene numerosi riconoscimenti tra cui cinque David di Donatello: miglior film; miglior regista; miglior sceneggiatura; miglior attore protagonista; miglior fotografia. La sua presenza a Cannes si rinnova nel 2006 grazie a L'amico di famiglia. Con Il divo torna in concorso a Cannes per la terza volta. Anche La grande bellezza (2013) con protagonista ancora una volta Toni Servillo, si presenta in gara a Cannes. Il 2 marzo 2014 il film si aggiudica l'Oscar come... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali