Ho sposato una vegana. Una storia vera, purtroppo

Fausto Brizzi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 26 gennaio 2016
Pagine: 130 p., Brossura
  • EAN: 9788806224363
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 10,62

€ 12,50
(-15%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Ho sposato una vegana. Una storia vera, purtroppo

Fausto Brizzi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ho sposato una vegana. Una storia vera, purtroppo

Fausto Brizzi

€ 12,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ho sposato una vegana. Una storia vera, purtroppo

Fausto Brizzi

€ 12,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

€ 12,50

Punti Premium: 13

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 12,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Le tragicomiche avventure di un onnivoro perdutamente innamorato di una donna con abitudini alimentari che lui pensava destinate solo ai ruminanti. Un libro divertente e affettuoso su una delle ossessioni della borghesia moderna: il cibo sano e morale.

Sposare una vegana ha conseguenze imprevedibili. Puoi ritrovarti a brucare l’erba da un vaso sul terrazzo, e sentirti in colpa per tutte le telline mangiate nella tua «crudele» vita precedente. Seguire questa dieta, scopri inoltre, comporta un grande dispendio di energie e – chissà perché? – di denaro. Roba da diventare nervosi per davvero, ancor piú quando, dopo mesi di torture, con sorpresa e quasi fastidio, sei costretto ad ammettere che i tuoi esami medici sono, per la prima volta, perfetti. A ogni modo, la storia di Fausto e Claudia ha un lieto fine, nel senso che Claudia vince (stravince, sarebbe piú corretto dire) e Fausto si arrende (senza nemmeno l’onore delle armi). Le cose vanno bene. Solo che, proprio sui titoli di coda, spunta una complicazione: l’imminente arrivo di una figlia. Avrà cuore, Fausto, di farne un’erbivora fin dalla nascita?
1,71
di 5
Totale 17
5
1
4
1
3
1
2
3
1
11
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Anna

    01/04/2019 22:02:49

    Un libro che all' inizio parte molto bene, per di più è molto scorrevole e divertente; ma verso la fine il personaggio di Claudia diventa insopportabile. Con tutte le sue critiche verso gli onnivori e il suo fare da "saputella", unito al personaggio di Fausto, che si dimostra abbastanza "passivo" alle imposizioni Hitleriane della moglie, rovinano purtroppo un libro che sarebbe molto piacevole come lettura.

  • User Icon

    emilia

    08/03/2019 18:10:23

    purtroppo un categorico NO. E' un libro che parte già senza pretese, se non quella di intrattenere con una lettura molto leggera che tratta degli aneddoti della vita di coppia tra un onnivoro e la moglie vegana , e nelle intenzioni originali di strappare qualche sorriso.....no, caro brizzi, nessun sorriso. Solo smorfie. in questo libro brizzi denigra ,ridicolizza e svilisce la moglie e le sue convinzioni di vita, ride alle sue spalle e le attribuisce come unica virtu' quella di essere bella. Possibile?no. oltretutto il prezzo di copertina è gia ridicolo.

  • User Icon

    Artura

    08/03/2019 09:10:42

    Questo libro appunto è la storia vera della sua relazione, della convivenza, del suo matrimonio e si interrompe poco prima della nascita della figlia.Il regista Fausto Brizzi ha scritto due romanzi tradotti in molte lingue ed è sposato con Claudia che è vegana. L’autore non prende assolutamente in giro l’universo vegano, anzi. Tratta in modo ironico e tenero il veganesimo della moglie. E’ scritto molto bene ed è una lettura molto scorrevole e simpatica.

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    10/11/2018 15:28:58

    Terrificante. Per fortuna me lo ha regalato una mia amica cretina. Consiglio di non perdere tempo! Googlare..... ma per carità.

  • User Icon

    Daria

    18/09/2018 08:46:21

    Il regista Fausto Brizzi ha scritto due romanzi tradotti in molte lingue ed è sposato con Claudia che è vegana. Questo libro appunto è la storia vera della sua relazione, della convivenza, del suo matrimonio e si interrompe poco prima della nascita della figlia. L’autore non prende assolutamente in giro l’universo vegano, anzi. Tratta in modo ironico e tenero il veganesimo della moglie. E’ scritto molto bene ed è una lettura molto scorrevole e simpatica.

  • User Icon

    Bob

    20/12/2017 20:53:33

    Il romanzo ha qualche battuta simpatica, ma è prolisso e inconcludente, senza una storia. Immagino che l'estremismo di Claudia sia una finzione comica, non diamo qui giudizi morali sull'alimentazione vegana, limitiamoci a dare un giudizio critico su questo libro, che immagino non sarà ricordato nelle antologie di Letteratura Italiana.

  • User Icon

    Ludovica

    07/06/2016 15:02:09

    Il romanzo descrittivo di Fausto Brizzi, ambientato in età contemporanea, oltre a raccontare tutti i fatti che lo portano ad amare Claudia, la compagna, contiene una serie di opinioni e riflessioni dell'autore stesso ironiche e spiazzanti. Lo stile è chiaro, semplice e a tratti surreale; si punta su periodi brevi che rendono la lettura piacevole e veloce. La narrazione è resa inoltre divertente anche grazie alla presenza di digressioni simpatiche riguardanti l'infanzia dello scrittore o passi esilaranti: "...una mattina mi svegliai più tardi del solito. Claudia non era nel letto e nemmeno in cucina. La trovai in terrazza. Era inginocchiata a terra, china su un vaso e brucava allegramente dell'erba. Avete letto bene. Brucava." Nell'autobiografia di Fausto Brizzi è raccontata la travagliata quanto incomprensibile storia d'amore tra l'autore, voce narrante e personaggio principale, e la compagna: Claudia Zanella, la quale è una vegana convinta e affatto democratica che spesso assume il ruolo da antagonista inferocita. Le disavventure dell'autore sono divertenti ma vagamente tendenti al patetico in alcuni passi del romanzo; è lui stesso infatti ad accettare tutto le imposizioni illogiche della bella e rigida Claudia che lo trasforma in un perfetto "aspirante vegano". La storia viene accompagnata da una serie di piatti e ricette rigorosamente vegani che ci fa immergere in un mondo nuovo caratterizzato dalla continua ricerca di una vita più sana e longeva, possibile, secondo la stessa Claudia, solo eliminando carne e derivati: alimenti infernali. Quindi il cibo nel romanzo svolge un ruolo fondamentale: non solo è un mezzo per depurarsi e tornare sani e genuini come in passato, ma è anche un mezzo per riappacificarsi e per esprimere i sentimenti.

  • User Icon

    bruna

    17/05/2016 17:25:28

    Se vogliamo farci due risate è il libro giusto, scritto bene, scorrevole, ma sui principi dei sig. ri vegani forse qualcosa ci sarebbe da discutere.Moda, fa chic, fa eco, fa salviamo il mondo , no no no non ci siamo. anche i supermercati esagerano, adesso vedi solo scritte ,senza glutine, senz olio di palma, senza sapore.......

  • User Icon

    Salvatore Spagnolo

    16/05/2016 17:41:55

    devo dire che è molto di parte, si prende giro delle persone che scelgono di avere uno stile di vita diverso e contro l'uccisione e lo sfruttamento animale. La donna di certo è descritta in un modo paradossale, sembra più na pazzoide terrorista che vegana, sono vegano e conosco milioni di persone che non sono così terroriste! Diffonde un messaggio davvero falso.

  • User Icon

    Alessandra Spurio

    12/04/2016 12:26:17

    Nonostante l' ironia che pervade la narrazione ho trovato questo libro agghiacciante. L'autore ci tiene a sottolineare che è tutto vero dunque anche lo scippo della piadina?Mi auguro vivamente di no.Fatto salvo il diritto di vivere e mangiare come meglio crediamo vorrei informare l'autore che si possono avere analisi perfette anche senza sottostare al "regime' e che uno stato di salute autentico dovrebbe, secondo l'OMS,passare attraverso qualcosa di più delle analisi e dei comportamenti un pochino estremistici. Per parlare del libro direi che ho notato un certo autocompiacimento r mi è sembrato che l'autore lo abbia scritto per cercare qualche conferma.Ho trovato sgradevole il verbo "googlare' usato per dirci di andare a vedere quanto è avvenente la consorte.Contento lui...

  • User Icon

    agostino

    07/04/2016 14:23:27

    A me e' piaciuto. Il ritratto di una certa borghesia che vive nel lusso piu' sfrenato e allo stesso tempo e' convinta di poter salvare l'ambiente mangiando tofu anziche' bistecche e' efficacissimo. La scena finale, con la protagonista catapultata in Malesia travestita da scimmia per allattare i cuccioli orfani di orango (e, nei ritagli di tempo, la propria neonata), vale mille articoli di giornale sul tema "radical chic". L'autore e' un po' troppo fantozziano qua e la', ma nel complesso il libro e' irresistibile.

  • User Icon

    catia

    14/03/2016 09:03:48

    Libro totalmente ripetitivo... più che divertente direi irritante. I due protagonisti risultano antipatici come pure il suggerimento di guardare le loro foto in internet! C'è pure parecchia supponenza; per esempio liquidare anni di ricerca sull'omeopatia con semplice frase... mah

  • User Icon

    max

    02/03/2016 17:51:20

    il triste racconto di due borghesi annoiati. se volete saperne di più sulla scelta e l'etica vegan non leggete questo libro. se volete farvi due risate su di noi vegan molto meglio "straziami ma di tofu saziami"

  • User Icon

    Francesca

    01/03/2016 16:42:00

    Divertente, molto divertente! Scorrevole e ben scritto. Perfetta sceneggiatura di un film. Letto in brevissimo tempo, il libro ha soddisfatto alcune mie curiosità sul tema e ha descritto situazioni veramente insopportabili, ma gestite con leggerezza e grande spirito di adattamento. E con quell'ironia che non guasta. Lo consiglio a chi cerca una lettura leggera e spiritosa. Attenzione: bisogna ben sopportare certe situazioni, davvero irritanti.

  • User Icon

    Alessandro C.

    01/03/2016 12:33:41

    Il libro è a tratti divertente e lancia anche qualche spunto interessante. Ciò che mi sento di condannare è l'estremismo della protagonista che andrebbe a mio avviso riportata un po' con i piedi per terra; se infatti possiamo essere più o meno tutti d'accordo sul fatto che è meglio limitare il consumo di carne rossa, altrettanto saremo senza dubbio tutti d'accordo che partire per la thailandia con 10 chili di riso bio portato dall'Italia è una pura follia estrema e pericolosa che va solo condannata. Le esagerazioni hanno fatto e continuano a fare il male dell'umanità, e quanto riportato in queste pagine altro non è che un'esagerazione bella e buona.

  • User Icon

    adriana

    22/02/2016 08:23:13

    non sono riuscita a finirlo subito nella raccolta differenziata noioso ripetitivo inconcludente

  • User Icon

    Larissa

    17/02/2016 11:38:37

    Qualsiasi forma di estremismo va condannata. Anche se si tratta di estremismo culinario. Il libro poteva anche essere simpatico, a tratti. Lo sarebbe certamente stato se non avessi avuto due nomi e due cognomi e due fotografie a ricordarmi che, a parte (forse) qualche episodio troppo sceneggiato, quello che stavo leggendo era, ahimè, vero. Meglio romanzare, prendere un Marco e una Sara e via. Così, invece, è tutto tristemente vero. Ma di un triste da avvertire, pagina dopo pagina, un fastidioso formicolio epidermico. Arrivata alla fine e chiuso il libro mi è caduta addosso una gran rabbia. Perché gli estremi si devono (non possono!) arginare. Perché esiste anche una sorta di dignità umana che passa per le passioni, le voglie, i piaceri che proviamo. Ora io non valuto l'efficacia dell'alimentazione vegana, ci mancherebbe. Condanno solo chi ghigliottinerebbe qualcuno che si mangia la Nutella così come chi soccombe, anche se per amore. Poteva essere una storia anche simpatica. Oops,non lo è stata. Peccato.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Fausto Brizzi Cover

    Regista, scrittore, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. Romano di nascita, Fausto Brizzi si diploma nel 1994 al Centro Sperimentale di Cinematografia. Inizia a lavorare giovanissimo a diversi cortometraggi, e in breve diviene un regista di successo. Numerosi i suoi film: citiamo almeno Notte prima degli esami, Maschi contro femmine e Indovina chi viene a Natale?. Come produttore, ha finanziato La solitudine dei numeri primi e La mafia uccide solo d'estate, tra gli altri. Fausto Brizzi è anche scrittore: tra i suoi libri ricordiamo Manuale degli ex (Mondadori, 2009), Maschi contro femmine. L'eterna lotta del pene contro il male (Mondadori, 2010, scritto con Pulsatilla), Cento giorni di felicità (Einaudi, 2013), Se mi vuoi bene (Einaudi, 2015), Ho sposato... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali