Lo Hobbit. Un viaggio inaspettato

John R. R. Tolkien

Illustratore: A. Lee
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 giugno 2012
Pagine: VII-410 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845268342

17° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantasy

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,94
Descrizione
Pubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo. Protagonisti della vicenda sono, per l'appunto, gli hobbit, piccoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell'ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell'impresa, inconsapevole che lungo il cammino s'imbatterà in una strana creatura di nome Gollum. Questa edizione vede la nuova traduzione della Società Tolkieniana Italiana, e le splendide illustrazioni di Alan Lee.

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 11,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stella

    14/01/2019 10:58:52

    Bellissima storia, avvincente e scorrevole. Un classico del fantasy, imperdibile

  • User Icon

    Anna

    14/12/2018 15:06:46

    È il romanzo da leggere prima de Il Signore degli anelli perché ne costituisce la premessa. Se devo essere sincera, per molti suonerà come un’eresia, a me è piaciuto forse più della tanta osannata trilogia. Il personaggio di Bilbo Baggins è ben delineato e ci si affeziona subito a lui e alle sue avvincenti avventure. Lo consiglio

  • User Icon

    Serena

    26/10/2018 09:03:09

    Un libro consigliato per l adolescenza. Bello in tanti aspetti.

  • User Icon

    Andrea

    25/10/2018 12:55:04

    Una bella storia per ragazzi (da leggere per gli appassionati del mondo del signore degli anelli)

  • User Icon

    Mauro

    22/09/2018 17:26:05

    Pare quasi che qui Tolkien si sia "allenato" per il suo capolavoro, che è il Signore degli Anelli. Il libro, che inizialmente non pare essere di grande spessore, cresce man mano e, se pur non al livello della più famosa trilogia, col "senno di poi" e inquadrato nell'intera storia della Terra di Mezzo, può essere annoverato tra i capolavori del '900. E' una storia di amicizia, fedeltà, diffidenza, testardaggine, attaccamento e libertà dal possesso, tutte virtù - e il loro contrario - dell'uomo. E' un racconto autorevole perchè, oltre ad essere avvincente, parla di quel che si muove dentro di noi, passioni e ambiguità, che però nel confronto con gli altri e con gli eventi della vita possono evolvere generando crescita umana e relazioni autentiche e durature. Assolutamente da non sottovalutare per chi ha apprezzato altre opere di Tolkien.

  • User Icon

    augusto

    22/09/2018 16:15:25

    Lo hobbit è un libro meraviglioso. Penso si possa giustificare una persona che non voglia leggere l’intera trilogia del signore degli anelli, ma Lo Hobbit no, va letto necessariamente. Tolkien è così abile nel trasportare il letto e in una realtà completamente magica e fantastica.ci sono passi sull’amicizia e sulla lealtà che non si trovano descritti così bene in nessun’altro libro. già di per sé Bilbo è un personaggio stupendo. Avventuroso ma pantofolaio allo stesso tempo, è l’ossimoro, e l’amico, di cui tutti hanno bisogno

  • User Icon

    Elena

    22/09/2018 08:38:16

    Se amate i fantasy non potete non avere in libreria almeno un libro di Tolkien. L'opera ha come protagonista principale Bilbo Baggins, uno hobbit molto pacifico che mai nella vita avrebbe immaginato di compiere un'avventura di questo calibro: mi è entrato subito in simpatia per la sua gentilezza, la sua saggezza e la sua cordialità. I personaggi non sono ampiamente descritti e ciò può essere gradito a chi non piacciono le descrizioni immense. Anche i luoghi sono descritti quanto basta: non sono descritti tutti i minimi particolari ma si riesce comunque ad immaginare le atmosfere fiabesche in cui si svolgono le vicende. Una cosa che ho apprezzato tantissimo è la presenza della mappa a fine libro, che facilità la comprensione degli spostamenti compiuti dalla compagnia,  e delle illustrazioni realizzate dallo stesso Tolkien. Numerose sono le parti che ho davvero amato ma la mia parte preferita è sicuramente quella in cui Bilbo incontra il famosissimo Gollum che poi ritroveremo ne " Il Signore degli anelli". Ho apprezzato un pò meno alcune parti verso la fine che mi sono parse più lente rispetto al resto del libro ma il finale ricompensa tutto e lascia con una buona dose di malinconia e nostalgia. Quindi vi consiglio assolutamente la lettura, 300 pagine che leggerete senza accorgervi grazie anche alla scrittura semplice, leggera e immediata.

  • User Icon

    Roberta Aria

    21/09/2018 18:49:01

    Trama avvincente lo consiglio

  • User Icon

    Luca

    21/09/2018 18:05:57

    Dopo aver letto il signore degli anelli, per la prima volta dopo anni ed anni di maratone della trilogia di Peter Jackson, non poteva mancare la lettura di quest'altro gioiellino partorito dalla brillante e geniale mente di John R. R. Tolkien. Un racconto, un'avventura senza tempo per tutte le età. Consiglio a tutti di leggerlo, soprattutto a chi ha letto il signore degli anelli. Non si può non leggere anche il prequel. Stesso stile, stesso vortice di emozioni, stesso genio che l'ha scritto...

  • User Icon

    Favola

    21/09/2018 11:12:48

    Lo Hobbit è una favola umoristica molto graziosa. Il linguaggio è assolutamente scorrevole e non si può far a meno di sorridere.

  • User Icon

    Una fiaba immortale

    20/09/2018 09:48:54

    Lo Hobbit è un libro magico, lontano dalla guerra e dalla crudeltà del Signore degli Anelli. Il protagonista è Bilbo Baggins, un hobbit come tanti senza particolari doti che, alla fine della fiera, è colui che salva sempre la situazione un po' per fortuna, un po' per ingegno e un po' per la sua presenza di spirito (lo spirito del vecchio Tuc). Decisamente un antieroe con cui ogni lettore si può identificare. Le pagine scorrono veloci, la narrazione è semplice: basti pensare che è stato scritto come favola della buonanotte per i figli di Tolkien. Un bel racconto - a tratti anche molto diverente - che vale davvero la pena leggere.

  • User Icon

    Sara

    19/09/2018 16:27:49

    Il racconto di un'avventura incredibile: Bilbo Baggins, un pacato hobbit, dovrà superare mille peripezie assieme ad una compagnia di tredici nani ed uno stregone per riconquistare il tesoro protetto dal drago Smaug. Un lungo viaggio da Hobbiton, un posto tranquillo ed ignorato dal mondo, fino alle profondità più oscure della montagna Solitaria, la tana del drago, in cui Tolkien non lesina nella descrizione di paesaggi incantati e terrificanti, di mostri brutali e creature meravigliose lasciando il lettore in uno stato di continua dipendenza dalla pagina successiva. Un romanzo descrivibile (a mio giudizio) in tre aggettivi: divertente,emozionante e commovente. Personalmente questo è un libro che mi ha dato molto di più di quanto mi aspettassi: pensavo di leggere un'affascinante avventura (il che è verissimo) ma tra le righe ho potuto trarre importanti spunti di riflessione utili soprattutto al giorno d'oggi.

  • User Icon

    Elisabetta

    19/09/2018 12:49:11

    Ho provato a leggerlo più e più volte, ma la lettura non è per niente scorrevole! La storia è bellissima ma, per quanto mi riguarda, non coinvolgente ai massimi.

  • User Icon

    Angela

    19/09/2018 07:37:56

    Questo romanzo fantasy scritto negli trenta da Tolkien è una pietra miliare della letteratura del genere: destinato ad un pubblico di ragazzi è in realtà un romanzo vivace, scorrevole, veloce adatto a tutti, tutti potranno amare le sue pagine scorrevoli, le avventure ed i mondi fantastici, terrificanti e meravigliosi al tempo stesso i suoi personaggi fuori dagli schemi e anche la sua sottile ironia.Personaggi umani, molto vicini a noi, con forze e debolezze, in un'esaltazione della natura che ci regala pagine davvero suggestive. Io l'ho letto tardi ma sono convinta che questo romanzo debba essere letto dai ragazzi il prima possibile: è un romanzo senza tempo, sufficientemente lungo per affascinare ed avvincere, ma non troppo lungo da annoiare, la dose di mistero e di magia giustamente calibrata nel complesso. Personaggi ben tratteggiati, quel tanto che basta per capirli senza perdersi in descrizioni inutili. Un lavoro a mio avviso perfetto.

  • User Icon

    Rina

    18/09/2018 19:06:47

    Questo libro è semplicemente meraviglioso. Se vi piace il genere, ovviamente. Meno dettaglio e, forse, meno avvincente di del Signore degli Anelli risulta però più scorrevole e a tratti piacevole da leggere. Ha un tono fiabesco ed è adatto a tutti i tipi di età.

  • User Icon

    Francesca

    18/09/2018 14:33:35

    Il libro narra le vicende di Bilbo Baggins ed è una sorta di "prequel" del signore degli anelli. Lo stile di scrittura è ben più comprensibile di quest'ultimo (infatti Tolkien l'ha concepito come favola per bambini), è quindi adatto a tutti. è semplicemente meraviglioso. Consiglio a tutti gli amanti del fantasy inq uando lo considero un must.

  • User Icon

    Gabriele

    18/09/2018 09:11:37

    Tolkien è una garanzia. Da leggere prima della triologia del signore degli anelli. Consigliato!

  • User Icon

    Francesco

    22/08/2018 13:51:01

    Non ci sono parole, lo Hobbit è bellissimo. Anche si odio a morte le canzoni e le poesie presenti nel testo, non posso fare a meno di non amare Bilbo Baggins e i nani alla ricerca della loro casa perduta.

  • User Icon

    Alessandro

    19/11/2017 23:02:32

    Straordinaria prefazione dell’opera più famosa di Tolkien. Ma non si può considerarlo solo in questi termini. È un libro molto scorrevole e affascinante, con una connotazione decisamente più fiabesca rispetto al Signore degli Anelli. In certi momenti si respira un aria solare, in altra tetra e oscura. Un viaggio straordinario, esplorando regioni della Terra di Mezzo non incontrate nel viaggio della Compagnia. Viene reso ancora più evidente il ruolo di Gandalf come principale artefice della resistenza a Sauron. La presenza dei nani, molto meno presenti in altre opere dell’autore, è uno dei pregi e punti di forza di quest’opera, in particolare Thorin e Balin, quest’ultimo nominato già nominato nel Signore degli Anelli. Si ritrovano anche altri personaggi della famosa trilogia, come Golum, ma ne compaiono anche di nuovi, ad esempio Bard o Beorn (uno dei miei preferiti). La battaglia non è niente male, anche se non può certo competere con quelle della Guerra dell’Anello. In generale, forse non è al livello del Signore degli Anelli, ma lo consiglio vivamente a tutti, grandi e piccoli. Non credo affatto che vada necessariamente letto prima d’iniziare la Compagnia dell’Anello.

  • User Icon

    Meer

    17/09/2017 18:31:17

    L'ho letto molto tempo dopo la trilogia de Il signore degli Anelli, e sono rimasta sorpresa della sua... scorrevolezza. Se con il primo citato ho trovato qualche parte noiosetta, soprattutto nei momenti dove si spostavano da un posto all'altro, qua non è accaduto. Sicuramente ho trovato che sia scritto in un modo meno... maturo, è l'unica parola che mi viene. Nonostante ciò mi è piaciuto molto come libro. Certo, al contrario d'altri non mi viene da elogiare particolarmente Thorin Scudodiquercia, ma elogerei Balin, tanto per far capire la differenza abissale tra i due personaggi. O anche solo Fili e Kili. Il personaggio di Bilbo è molto delineato, così come il cambiamento che avviene il lui, ma nemmeno per un attimo viene fatto presente, tanto meno da Gandalf stesso che sa benissimo in cosa si è imbattuto il piccolo Hobbit, quanto possa essere pericoloso quell'anello magico che sembra avere solo la capacità di far diventare invisibili le persone. Se Bilbo avesse saputo a cosa avrebbe portato quell'anello così insignificante all'apparenza, lo avrebbe tenuto? Penso che nemmeno Tolkien lo possa dire.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione