Hotel del Gran Cervo

Franz Bartelt

Traduttore: E. Cappellini
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 7 giugno 2018
Pagine: 284 p., Brossura
  • EAN: 9788807033001
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,91

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonella

    18/09/2018 10:44:08

    Decisamente piacevole,ben scritto e con una trama ben congegnata

  • User Icon

    Alessia

    17/09/2018 17:45:13

    Uno straordinario Bartelt dona ai suoi lettori (nuovi, come nel mio caso, o già affezionati) un giallo dalla struttura vivace, non eccessivamente pesante e contorta, eppure ricca di sfumature e di intelaiatura tutt'altro che grezza. Se dobbiamo ricondurlo ad un etichetta, si può accostare ad un classico racconto alla Simenon, rivisitato quanto basta per essere gradito tanto ai cultori del celebre giallista svizzero quanto ai neofiti del genere. La caratterizzazione dei personaggi è puntuale, costante e dettagliata, con notevoli sorprese durante il viaggio di lettura. Consigliato vivamente!

  • User Icon

    Fabio S.

    25/08/2018 10:10:52

    Una bellissima e piacevole scoperta questo giallo di Bartelt, leggero, ben scritto, scorrevole, ma anche sapientemente architettato. Ambientato e costruito attorno agli odi, ai pettegolezzi, alle piccole ma profonde maldicenze di un paesino tanto simile ai nostri, il racconto si distingue per la caratterizzazione tagliente e precisa dei vari personaggi che lo popolano. Ogni abitante ha i propri scheletri nell'armadio, ognuno ha qualcosa da nascondere, ma il ritratto del posto ce lo rende quasi amabile. Riuscitissima, tra tutte, svetta la figura esilarante, paciosa, irriverente, non del tutto apprezzabile, acuta, provocatoria, di Vertigo Kulbertus, catalizzatore di un giallo che cattura dalla prima all'ultima pagina. Ingrediente tutt'altro che superfluo, una spruzzata di comicità e ironia che non risulta mai stucchevole, ma filtra tra le righe. Il risultato è un piacevole giallo, dalla trama non troppo scontata, popolato da tante tipologie umane, che difficilmente cede al buonismo e si arricchisce di un finale fuori dagli stereotipi classici e, forse, per questo, leggermente difficile da accettare in toto. Complimenti a Bartelt e la speranza di incontrare in un nuovo romanzo Kulbertus è forte, anche se difficilmente imbastibile. Consigliato a chi cerca un giallo ben scritto e leggero, con una sottile vena ironica; sconsigliato a chi cerca il thriller adrenalinico.

Scrivi una recensione