Hugo Wolf. Introduzione alla vita e alle opere

Eric Sams

Curatore: E. Battaglia
Editore: Analogon
Anno edizione: 2008
Pagine: 232 p., Brossura
  • EAN: 9788890313639
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 17,10

€ 18,00

Risparmi € 0,90 (5%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Analogon Edizioni

    27/09/2008 17:04:19

    Hugo Wolf, più di qualsiasi altro compositore, deve la sua fama postuma alla costruzione di una bibliografia e di una discografia più che alla capillare diffusione della sua musica. Questo anche perché, dopo una vita negletta, la data della sua morte (1903) coincide con gli albori della musicologia moderna e dell’industria discografica. La scuola inglese (Newman, Walker, Legge) ha avuto da sempre il predominio negli studi wolfiani, e il libro "The Songs of Hugo Wolf" di Eric Sams (1961) costituisce il capolavoro insuperato nella ricerca musico-verbale sul Lied tedesco. Qui, in attesa di pubblicare in italiano quel grande studio monografico, vengono presentati gli altri scritti wolfiani di Sams: la voce enciclopedica per il Grove, con il dettagliatissimo catalogo delle opere, e una scelta di recensioni che raccontano in tempo reale la fortuna discografica ed editoriale di Wolf dagli anni ’60 in poi. Sams rimane il solo ad aver letto la figura e l’opera di Wolf al di fuori di falsi miti biografici, senza confondere personalità, patologie e creatività, ma identificando nella musica la naturale sintesi di quegli aspetti. Viene sfatato ogni luogo comune, a partire da quello su un pregiudiziale, ‘facile’ wagnerismo di Wolf, e il compositore appare finalmente come depositario naturale della tradizione poetico-musicale tedesca, dove l’immagine verbale si fa motivo musicale e la vita vissuta offre spesso una chiave per decifrare il senso di quell’analogon.

Scrivi una recensione