Igiene dell'assassino - Amélie Nothomb,Biancamaria Bruno - ebook

Igiene dell'assassino

Amélie Nothomb

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Biancamaria Bruno
Editore: Voland
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 192,11 KB
Pagine della versione a stampa: 155 p.
  • EAN: 9788862432504
Salvato in 26 liste dei desideri

€ 6,49

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Al premio Nobel per la letteratura Prétextat Tach restano solo due mesi di vita. La stampa di tutto il mondo gli implora un'ultima intervista ma lo scrittore, feroce misantropo, si è chiuso da anni in un silenzio segreto. Solo cinque giornalisti riusciranno a incontrarlo. Dei primi quattro, il geniale romanziere si prenderà sadicamente gioco e con una dialettica in cui si mescolano logica e malafede riuscirà ad annientarli sia sul piano personale sia su quello professionale. Il quinto invece, una donna, riuscirà a tenergli testa e avere la meglio su di lui: l'intervista diventerà interrogatorio e poi duello senza respiro. Ne verrà fuori, poco a poco, un ritratto di Prétextat Tach del tutto inedito.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,96
di 5
Totale 16
5
8
4
4
3
1
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    pina

    12/05/2020 06:24:10

    Un romanzo scritto quasi interamente in forma di dialogo, dal ritmo veloce e serrato, che pian piano prende la forma di un thriller, dalle tinte inquietanti e spaventose. Bellissimo. Da leggere senza sapere nulla della trama e farsi travolgere!

  • User Icon

    Alinghi

    07/05/2020 10:42:34

    Fatto salvo qualche spunto interessante, il resto è un libro noioso, pretenzioso e pomposo. Sembra scritto al solo scopo di stupire il lettore, senza riuscirci. Un esercizio di stile che annoia oltre misura. Per dirla alla Tach, forse sono uno di quei lettori che non comprendono...

  • User Icon

    Samu

    12/11/2019 23:47:51

    Letto e riletto: bellissimo!!! Adoro la Nothomb, e questo è il suo capolavoro secondo me. La trama è originale, i personaggi sono arguti, intelligenti e taglienti sono i dialoghi. Si legge in un paio d'ore ed è impossibile staccarsi dalla lettura. Forse in alcuni momenti un po' crudo, disturbante... Assolutamente imperdibile.

  • User Icon

    Irene B.

    05/10/2019 16:21:17

    Ho letto due volte questo romanzo a distanza di qualche anno. È senza dubbio uno dei più belli di Amélie Nothomb.

  • User Icon

    Nothomb Fan

    20/09/2019 13:35:52

    Io adoro questa scrittrice e questo è il suo libro che preferisco in assoluto: fantastico!

  • User Icon

    Paola B

    20/09/2019 11:37:20

    Un ottantatreenne premio Nobel per la letteratura scopre di avere un rarissimo tumore che in 2 mesi lo farà morire: la sindrome di Elzenveiverplatz o "cancro delle cartilagini", sindrome scoperta nel XIX secolo dallo studioso eponimo alla Cayenna in una dozzina di ergastolani reclusi per violenza sessuale con annesso omicidio. Decide quindi di concedere 4 interviste. Nelle prime 3 si diverte a umiliare i giornalisti, dal bravo sadico misogino e misantropo bastardo che è; la quarta intervista diventa una sorta di duello con la giornalista. In tutto questo, tra linguaggio molto articolato e riferimenti colti come se piovesse, c'è un bel po' di critica ai "lettori", alla letteratura e alla "malafede" del mondo culturale (oppure non c'è e vedendocela io sto facendo la figura da mentecatto come i tre primi giornalisti che hanno intervistato il protagonista). Questo è stato il romanzo d'esordio della Nothomb e, come tutte le sue opere che ho letto, è "strano"; il mio criterio di valutazione con lei è "mi ha fatto sentire come se mi avessero appena colpito con violenza al plesso solare?", a sto giro non l'ha fatto, mi ha nauseato, irritato e costretto, comunque, a pormi delle domande (che è sempre più di quanto altra letteratura riesca a fare).

  • User Icon

    Ilary

    19/09/2019 13:14:17

    Questa scrittrice mi stupisce ogni volta. Il suo modo di scrivere e descrivere quanto accade ai protagonisti è unico e, lo ammetto, adoro il modo in cui riesce sempre a farmi credere una cosa che si rivelerà totalmente errata. Il libro parla di uno scrittore morente al quale tutti vogliono fare l'Intervista per eccellenza, lo scrittore si rivelerà più ostico del previsto e riuscire a comunicare con lui diventerà una vera e propria missione, tra botta e risposta, intrighi, pensieri raccapriccianti, ci si arrabbia, si detesta i personaggi, ci si confonde e ...

  • User Icon

    Elisa

    02/06/2019 19:58:11

    La Nothomb ha un fascino tutto suo. I suoi libri non sono di immediata comprensione, al primo che leggi ti senti quasi come se non avessi capito nulla, ma quando inizi a leggerli non smetteresti mai. Anni fa iniziai Igiene dell'Assassino e lo abbandonai. Ripreso qualche mese fa l'ho apprezzato e trovato geniale. Consiglio sia questo che gli altri suoi.

  • User Icon

    Fiammetta

    25/11/2018 12:02:45

    Questa scrittrice è straordinaria! E questo libro ne è la prova; cambierà completamente il tuo modo di relazionarti alle opinioni diverse dalla tua. Da leggere assolutamente! ;)

  • User Icon

    And the Oscar goes to ….

    09/11/2018 20:25:02

    Non bello come "Cosmetica del Nemico", comunque lo stile è sempre intrigante.

  • User Icon

    Joey

    20/09/2018 18:19:38

    Amélie Nothomb era da tempo nella mia lista degli autori da scoprire e, dopo avere letto Igiene dell'assassino, il suo primo romanzo, questa autrice resterà di buon diritto nella lista degli autori da apprezzare. Questo breve romanzo è originale, ironico e assurdo allo stesso tempo, un susseguirsi di dialoghi surreali e divertenti che assumono un ritmo così incalzante da trascinarti in poche ore all'ultima pagina. Talvolta ho faticato a seguire i dialoghi troppo macchinosi, in cui l'autrice dimostra le sue abilità dialettiche e logiche. Unica pecca una piccola parte della storia, forse un pò banale, ma l'idea alla base del romanzo è sicuramente geniale.

  • User Icon

    Alessandro

    04/02/2014 09:25:57

    L'anziano P.Tach ha davanti a se solo due mesi di vita e rende pubblica questa notizia.Egli è uno scrittore noto e ha vinto il premio Nobel e in quattro giorni quattro giornalisti cercano di intervistarlo.Questi giornalisti ritornano a casa a mani vuote perché l anziano scrittore e' scorbutico e aggressivo fino a quando viene intervistato da una giovane giornalista che gli tiene testa fino all'ultimo.....e

  • User Icon

    Gondrano

    12/04/2013 16:46:56

    Scoperta favolosa, credo sia il libro che mi ha più coinvolto nell'ultimo anno. Non lasciatevi ingannare dal titolo, non è un thriller. Di cuore: fatevi un regalo, leggetelo.

  • User Icon

    gio

    27/04/2010 07:34:42

    E' solo il terzo libro della Nothomb che leggo, ma anche in questo si riconoscono il suo stile inconfondibile e l'uso maestroso della parole e delle associazioni per definire lo spazio assurdo in cui si muovono i personaggi. Meno stupefacente rispetto alla "metafisica dei tubi" ma chi ama l'autrice la ritrovera' in tutto la sua originalita'.

  • User Icon

    Quinlan

    20/03/2008 14:01:44

    L'opera d'esordio di una giovane scrittrice che vuole solo dar prova della propria cultura. Verboso e ridondante fino all'inverosimile, Igiene dell'assassino è un marasma snervante di paranoie verbali, dialettiche improbabili e citazioni stropicciate. Irritante e noioso.

  • User Icon

    Nicky

    06/03/2007 12:38:11

    Ma quanto mi piace la Nothomb. Particolare nella scrittura, diretta e schietta. E' una goduria leggere i suoi libri. Questo si fregia di un protagonista davvero particolare e di una fine originale....mi piace mipiace mi piace!

Vedi tutte le 16 recensioni cliente
  • Amélie Nothomb Cover

    Scrittrice belga. Figlia di un ambasciatore membro di una delle famiglie più in vista del suo paese ha trascorso l'infanzia in Giappone, per poi trasferirsi in Cina al seguito del padre diplomatico.I suoi libri hanno ormai conquistato milioni di lettori e fans appassionati. L’esordio a soli ventitré anni con Igiene dell’assassino, cui ha fatto seguito, ogni anno, un romanzo accolto con identico successo. Laureatasi, decide di ritornare a Tokyo per approfondire la conoscenza della lingua giapponese studiando la «langue tokyoïte des affaires»: assunta come traduttrice in una enorme azienda giapponese, vive un'esperienza durissima che racconta in seguito nel libro Stupore e tremori, che riceverà il Grand Prix du Roman dell'Académie... Approfondisci
Note legali