Impresa artigiana e diritto del lavoro

Marco Mocella

Collana: Univ. Sannio
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 12 gennaio 2006
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 332 p.
  • EAN: 9788849511543
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 26,00

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
 
 
 

Il tema del rapporto di lavoro nell'impresa artigiana, in considerazione del ruolo centrale che il fenomeno ha assunto nel sistema produttivo italiano in seguito alla trasformazione dell'impresa da forme accentrate ad altre decentrate, e perciò più flessibili, si pone in posizione privilegiata per l'analisi delle più recenti tendenze legislative nei diritto del lavoro. La monografia nella parte introduttiva individua le esigenze di tutela dei lavoratori e quindi di flessibilità del sistema in relazione al fenomeno del decentramento produttivo, valorizzando il ruolo centrale svolto dall'impresa artigiana nel comparto dell'impresa minore. Viene quindi analizzata, in un contesto evolutivo, la normativa nazionale e quella comunitaria in tema di impresa artigiana, cori particolare riferimento alla tutela accordata costituzionalmente all'artigianato ed alla ripartizione di competenze tra Stato e Regioni. Particolare attenzione è posta naturalmente sulla normativa quadro dell'impresa artigiana, ed in particolare sui diversi modelli individuali e collettivi che questa può assumere, anche con riguardo ai gruppi societari ed ai consorzi di imprese artigiane. Non vengono tuttavia tralasciate altre importanti normative quali la legge sulla subfornitura industriale e la recente riforma delle procedure concorsuali. La parte centrale della monografia, dedicata alla tutela differenziata dell'impresa artigiana nel diritto del lavoro, esamina in primo luogo la crisi dell'impresa artigiana, con particolare attenzione alla disciplina limitatrice dei licenziamenti individuali e di quelli collettivi. Sono quindi analizzate le soluzioni innovative che la contrattazione collettiva del comparto ha sperimentato per fornire da un lato il necessario supporto economico alle imprese, dall'altro per garantire le indispensabili tutele ai loro dipendenti. La conclusione cui giunge l'autore è che l'impresa artigiana si proponga oggi come modello per tutta la piccola e inedia impresa sotto il profilo delle tutele accordate ai datori di lavoro ed ai lavoratori, degli incentivi alle imprese, della gestione del mercato del lavoro, compresa la formazione dei dipendenti, nonché delle relazioni industriali.