L' imputato deve morire

Trial

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Trial
Regia: Mark Robson
Paese: Stati Uniti
Anno: 1955
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 8,04

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,04 €)

A San Juno, una notte, durante la festa patronale, un ragazzo di sedici anni, Angel Chávez, viene trovato sul greto del fiume accanto al corpo senza vita di una coetanea. Quello stesso giorno è arrivato in paese David Blake, un avvocato in cerca di impiego, dal momento che non potrà più insegnare legge all'università se non farà pratica legale. David viene rifiutato da tutti gli studi legali di San Juno, eccetto che da quello dell'avvocato Castle, che gli affida la difesa di Angel Chávez.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2015
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 105 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Glenn Ford Cover

    Nome d'arte di Gwyllyn Samuel Newton F., attore statunitense di origine canadese. Recita in teatro in California e a Broadway, poi debutta nel cinema poco prima dell'entrata in guerra, segnalandosi in alcune pellicole drammatiche come Seduzione (1940) di C. Vidor e Così finisce la nostra notte (1941) di J. Cromwell. Nel 1946 viene scelto ancora da Vidor per formare un triangolo di odio e seduzione con la splendida R. Hayworth e G. MacReady in Gilda, film di culto che lancia la diva nell'immaginario erotico collettivo e F. nel ruolo di «duro», ma con un innato fondo di tenerezza e simpatia. Da questo momento la sua fama di attore non conosce declino, grazie alla padronanza di differenti registri espressivi che gli consente di interpretare i ruoli e i generi più svariati. Nel celebre noir di... Approfondisci
  • Dorothy McGuire Cover

    Propr. D. Hackett M., attrice statunitense. Già attiva a Broadway, bellezza diafana dallo sguardo limpido, esordisce in Claudia (1943) di E. Goulding: ruolo da protagonista già interpretato in teatro. Al centro del reducismo tra fuga nella fantasia (Il villino incantato, 1945, di J. Cromwell) e realismo psicologico (Anime ferite, 1946, di E. Dmytryk) è luminosa vittima predestinata, priva della parola, in La scala a chiocciola (1946) di R. Siodmak. Intanto accompagna, non senza rigidezza, le prime regie di E. Kazan: melodrammi puntigliosi nella messa in scena (Un albero cresce a Brooklyn, 1945) ma ingessati (Barriera invisibile, 1947). Vivace nella commedia superficiale (Una sposa insoddisfatta, 1950, di C. Binyon) e di successo (Tre soldi nella fontana, 1954, di J. Negulesco) resta funzionale... Approfondisci
  • John Hodiak Cover

    "Attore statunitense. Speaker radiofonico, è alle sue prime apparizioni quando A. Hitchcock gli affida un ruolo di rilievo sulla scialuppa di Prigionieri dell'oceano (1944). È la popolarità per questa stella di seconda fila, volto fosco e squadrato aderente alle atmosfere del noir e a personaggi in cerca d'identità (Il bandito senza nome, 1946, di J.L. Mankiewicz) o latori di segreti (Furia del deserto, 1947, di L. Allen). Le buone prove nel migliore realismo di guerra (Bastogne, 1949, di W. Wellman) non ne arrestano però un rapido declino verso produzioni e ruoli secondari (L'amante, 1950, di J.L. Lewis; L'imputato deve morire, 1955, di M. Robson)." Approfondisci
Note legali