In the Court of the Crimson King

Artisti: King Crimson
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Panegyric
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2004
  • EAN: 0633367050120

20° nella classifica Bestseller di IBS CD - Pop Rock internazionale - Classic Rock e Progressive

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Disponibile anche in altri formati:

€ 12,90

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Disco 1
  • 1 21st Century Schizoid Man
  • 2 I Talk to the Wind
  • 3 Epitaph
  • 4 Moonchild
  • 5 The Court of the Crimson King

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paolo

    22/09/2018 21:41:00

    Un album che vive di vita propria, eternamente giovane, fuori dalle mode e dagli stili, perchè è esso stesso puro stile ... Canzoni dolcissime, intime, a fianco di altre acide e graffianti, nello stile unico di un gruppo unico che ha inventato il rock come noi oggi lo intendiamo. Eccezionale!!!

  • User Icon

    sergio

    06/09/2017 13:07:20

    pietra miliare del progressive rock 1969 o 2169 futuristico di un gruppo composto da geni assoluti

  • User Icon

    Michele D'Alvano

    18/01/2010 19:13:43

    Strabiliante, uno degli esordi migliori della storia ed uno dei dischi migliori mai fatti!

  • User Icon

    Alex Lugli

    04/09/2009 18:15:28

    I King Crimson sono un gruppo Progressive Rock inglese, nato nel 1969 e ancora attivo, anche se con una formazione completamente diversa, eccettuata la presenza di uno dei fondatori della band, Robert Fripp, considerato da sempre anima del gruppo. Il nome King Crimson ("Re Cremisi") venne coniato da Peter Sinfield (membro della prima formazione). Già dal primo LP, "In The Court Of The Crimson King", realizzato nell'ottobre 1969, si percepisce che il Re Cremisi è un'entità ben diversa dalle allora mode "romantiche". Sicuramente è un esordio di quelli che lasciano il segno, e tutt'oggi, dopo 40 anni, mantiene intatte tutte le sue peculiarità e innovazioni. Lo squarcio di "21st Century Schizoid Man", con la voce distorta di Lake, e i vari solos di Fripp e McDonald, la geniale poesia di "I Talk To The Wind", il lirismo di "Epitaph": siamo già dinanzi ad un gruppo estremamente maturo, non assimilato ad alcun stilema del momento, capace di creare qualsiasi sorta di emozione musicale con una capacità tecnica ed una personalità, per quei tempi, assolutamente di spicco. "21st Century Schizoid Man" potrebbe sembrare quasi fuori posto, perché aggredisce con sincopi sinfoniche e uno slogan distorto per lanciarsi poi in una jam furibonda (con un suggestivo delirio di chitarra e fiondate feroci di sax). Musicalmente parlando è un brano complicatissimo - tra i più "ostici" del gruppo - pieno di stacchi e variazioni di tempo, ma nonostante la sua complessità ritmica e armonica risulta fruibile e ancora oggi, dopo tanti anni, ed estremamente godibile. Rappresenta pienamente lo spirito del gruppo in questa fase la visione/allucinazione di "In The Court Of The Crimson King", una suite-balletto che fonde folk medievale, song rinascimentale, jazz-rock, musica psichedelica e sinfonismo classico. Ma in tutta la musica dei King Crimson di questo primo periodo c'è un miracoloso equilibrio di melodie pop, arrangiamenti jazzistici, armonie classiche, visionarietà psichedeliche. L'album è ormai un classico assoluto, bellissimo, stupendo.

  • User Icon

    massimo

    20/11/2007 21:54:15

    Album straordinario. Forse il massimo della musica rock

  • User Icon

    manny

    03/11/2007 16:44:20

    il più grande capolavoro rock lo ascolto da trent'anni e scopro sempre nuove sfumature. inarrivabile

  • User Icon

    michele

    27/03/2007 22:39:31

    Il disco più coraggioso ( a cominciare dalla copertina) della storia del rock ed il vero spartiacque tra le sonorità degli anni 60 e il "suono" degli anni 70, creato dal vero padre del "suono" ovvero robert fripp. Melodia struggente, rumori, cori, sovraincisioni, suite e brevi passaggi. Il vero dizionario del progressive, e uno dei dischi più belli di sempre. Irripetibile!!

  • User Icon

    LUCIANKO

    27/11/2006 13:26:44

    Precursori degli eventi umani nel brano "..schizoid man" sublimi negli altri soprattutto I talk to the wind. A mio avviso molto efficace la Batteria. Molto attiva, ma non invadente.

  • User Icon

    Alex

    23/10/2006 13:53:02

    Opera davvero "impressionante" dei King Crimson. Atmosfere cupe e surreali che condensano in circa cinquanta minuti l'epilogo finale dell'uomo. Stupendi effetti sonori (clarone) pervadono tutte le composizioni. Bellissime: "I Talk to The Wind" con il flauto virtuoso di Ian McDonald e "The Court of The Crimson King", apoteosi del progressive. Semplicemente grandioso.

  • User Icon

    FABRIZIO

    09/01/2006 16:47:05

    L'emblema della prog music,espressione di grandezza ed eleganza,energia e raffinatezza...vorticoso intreccio di testi e melodie che spingono all'estasi come la più allucinogena delle droghe...Perfetto in ogni suo punto.IMPERDIBILE!

  • User Icon

    JIM

    08/07/2005 22:27:22

    UNO DEI PIù BEI DISCHI DI TUTTI I TEMPI.POCHE CHIACCHIERE.

  • User Icon

    Federico lemmy

    16/06/2005 11:22:28

    Questo è uno dei più grandi dischi della storia , forse il migliore, grande feticcio della musica progressive, sublime! Bellissima la schizzata 21th century schizoid man,la melodiosa moonchild, i talk to the wind,epitah ,in the court of the crimson king. Insomma disco discoimperdibile!

  • User Icon

    pedro

    13/06/2005 22:56:26

    primo disco della band "tiranneggiata" dal genio di Robert Fripp, capolavoro. imperdibile.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione