Topone PDP Libri
Salvato in 39 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi
18,52 € 19,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+190 punti Effe
-5% 19,50 € 18,52 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,52 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
19,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,52 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
19,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
19,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Lin Bookstore
5,07 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
10,53 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,52 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
19,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,52 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
19,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
19,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Lin Bookstore
5,07 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
10,53 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi - Maurizio De Giovanni - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi Maurizio De Giovanni
€ 19,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Immersa nel caldo torrido di luglio e nei preparativi per una delle feste più amate, la città è sospesa tra cielo e inferno. Quando un notissimo chirurgo cade dalla finestra del suo ufficio, per Ricciardi e Maione inizia una indagine che li porterà nel cuore dei sentimenti e delle passioni più tenaci e sconvolgenti. Infedeltà e tradimento sembrano connessi in modo inestricabile alla gioia rara dell'amore. Troppo per non rimanerne toccati. Il dubbio e l'incertezza si fanno strada sempre più nell'animo dei due investigatori, messi di fronte ai lati oscuri dell'anima. Sono le donne della loro vita a reclamare attenzione. La difficoltà di Ricciardi di abbandonarsi all'amore spinge verso inconsueti approdi l'intrepida Enrica e fa osare passi azzardati alla bellissima Livia, mentre per Maione la stessa felicità familiare sembra compromessa.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
1 luglio 2014
450 p., Brossura
9788806203443

Valutazioni e recensioni

4,57/5
Recensioni: 5/5
(42)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(30)
4
(7)
3
(4)
2
(1)
1
(0)
Francesco
Recensioni: 3/5

Poco giallo, molto rosa.

Leggi di più Leggi di meno
teresa
Recensioni: 4/5

La trama è un ingranaggio perfetto, i personaggi sono ben caratterizzati. Il romanzo, di delicata tristezza, è uno dei gialli più carini che ho letto. Libro davvero piacevole

Leggi di più Leggi di meno
Piera
Recensioni: 5/5

Ho letto tutti i romanzi con protagonista il commissario Ricciardi. Poco fa ho finito l'ultimo: "Infondo al tuo cuore - Inferno per il commissario Ricciardi". Splendido, SUPERLATIVO come i precedenti. Un appello al signor De Giovanni: La prego doni un po' di felicità a quel povero uomo, mi sto struggendo di pena per lui. Gli faccia finalmente provare la pace e l'amore. Tifo per Enrica. Attendo con ansia il seguito...

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,57/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(30)
4
(7)
3
(4)
2
(1)
1
(0)

La recensione di IBS

Tra gli anni Trenta del Novecento e l'immediato dopoguerra l'analisi sociale di un'Italia in grande trasformazione, ma anche povera, arrancante e piena di contraddizioni , fu prodotta dagli autori e dai registi di quel movimento culturale definito Neorealismo.
Per la prima volta dopo decenni molti intellettuali fotografavano insieme e in modo impietoso la verità, la tragedia, i limiti della contemporaneità. Protagonisti erano personaggi dell’umile quotidianità con volti anonimi, con un parlato naturale, a volte dialettale, o borghesi e aristocratici ingialliti imbevuti di ipocrisia, vecchiume e progressismo fasullo.
Sulla carta era stato Moravia a intraprendere questa strada fra i primi, ma anche Brancati, Jovine… Film e romanzi non di genere, spaccati di cronaca. In ambito cinematografico molti registi e sceneggiatori hanno tentato di proseguire su questa strada, spesso perdendosi. In letteratura tanti lamentano una mancanza di prospettiva, di critica sociale, un distacco tra la contemporaneità e la sua narrazione.
Ma non è vero del tutto, e sono stati i giallisti a riprendere meravigliosamente questa visuale, da Nord a Sud e viceversa. Qualche nome? Carlotto, Camilleri, Lucarelli, De Cataldo, Colaprico… e, naturalmente, De Giovanni, che scrive storie ambientate proprio nei primi decenni del Novecento, chiudendo un immaginario cerchio.
Attraverso la chiave di lettura del racconto giallo, De Giovanni delinea i contorni dell’Italia di quegli anni (e torniamo ai prodromi del Neorealismo) ma al tempo stesso dissotterra le radici dell’Italia di oggi: passioni, istinti, miserie, religiosità popolare, ingiustizie economiche e sociali…
Grazie ai suoi protagonisti, il commissario di pubblica sicurezza Ricciardi e il brigadiere Maione, entriamo nelle case benestanti e nei bassi di una Napoli vivace e drammatica, quella raccontata da Eduardo in opere come Le voci di dentro, Napoli milionaria, Natale in casa Cupiello (o ancor più Adelina, l’episodio della contrabbandiera di sigarette di Ieri, oggi e domani di De Sica), nel cuore degli equilibri famigliari, nelle relazioni tra marito e moglie, negli spazi spesso esigui tra la vita e la morte.
La morte in questa storia arriva subito: è il professor Tullio Iovine del Castello, un noto medico, a precipitare dalla finestra della clinica in cui lavora. Si è buttato? È stato un incidente? Qualcuno l’ha spinto? “pareva un ambasciatore, sempre impettito, con l’aria di sapere tutto”, un solone, non un tipo con cui fare amicizia, però una fine così modifica i punti di vista, ammorbidisce i giudizi.
C’è un’altra morte nelle prime pagine del romanzo, quella di una giovane donna, Rosine’, una primipara operata urgentemente da Iovine, che non ce l’ha fatta. Ma la neonata si è salvata. E il marito ha tentato di aggredire il dottore, “ha giurato che l’avrebbe ammazzato”. “Guardi avanti, dove prima ci stavano giornate e nottate e mesi e anni, e non vedi più niente. Un momento, e non c’è più niente. Dice che è come morire, forse è così. La morte che cos’è, se non quando ti levano il futuro?” Si tratta dunque di un delitto? È questo disgraziato il colpevole?
Intanto Ricciardi deve indagare, in attesa del responso del medico legale, ed è convinto di avere l’ingrato compito di avvisare la vedova. In realtà la donna è già ampiamente al corrente, così come i vicini, gli altri inquilini del suo palazzo e i tanti passanti, più volte aggiornati dalla portinaia che aggiunge particolari fantasiosi a ogni nuova versione della storia. “Vorrei poter fare un’irruzione, una visita, un arresto a sorpresa: pretendo troppo?” si lamenta Maione. Ma Napoli è così, nel bene e nel male.
Maria Carmela Iovine del Castello, la moglie del morto, ha qualcosa da mostrare agli investigatori: una lettera, firmata da un uomo che da decenni covava del rancore nei confronti della vittima, esasperato da recenti avvenimenti.
In questo modo all’interno della vicenda entrano altri elementi: il ricatto, la corruzione, la prevaricazione, le baronie universitarie, la sanità privata: la storia si ripete, decine di anni fa come oggi.
Ma le sorprese non sono terminate: in commissariato si presenta un gioielliere al quale Iovine aveva commissionato due anelli identici, ma con scritte differenti. Un’infedeltà, un tradimento è il motore che ha generato questa morte?
Alle spalle dell’indagine, che ovviamente non possiamo raccontare oltre, De Giovanni sviluppa il mondo privato di Ricciardi (figlio della baronessa Marta di Malomonte), le sue vicissitudini sentimentali, il rapporto con Rosa, l’anziana governante ormai stanca e malata, che sta istruendo la nipote Nelide per sostituirla in quella casa dove nessuna donna è ancora entrata “dalla porta principale”.
E non mancano tratti privati di Maione, grande equilibrista nei conti economici di casa, con i suoi tanti figli e anche una bimba di Mergellina in procinto di adottare. L’affresco della Napoli tra le due guerre è completo e soddisfa sia dal punto di vista dell’intreccio giallo (imprevedibile la sua soluzione sino alla fine) che da quello linguistico (piacevolmente vernacolare) e narrativo, non privo di pungenti prospettive e componenti gradevolmente ironiche.

A cura di Wuz.it

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Maurizio De Giovanni

1958, Napoli

Nato nel 1958 a Napoli, è autore della fortunata serie di romanzi con protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta, su cui è incentrato un ciclo di romanzi, tutti pubblicati da Einaudi, che comprende finora: Il senso del dolore (2007), La condanna del sangue (2008), Il posto di ognuno (2009), Il giorno dei morti (2010), Per mano mia (Einaudi, 2011), Vipera (2012, Premio Viareggio, Premio Camaiore), Anime di vetro (2015) Serenata senza nome (2016), Rondini d'inverno (2017) e Il purgatorio dell'angelo (2018). Insieme a Sergio Brancato ha pubblicato due graphic novel sulle inagini del commissario Ricciardi: Il senso del dolore. Le stagioni del commissario Ricciardi (Sergio Bonelli 2017) e La condanna del sangue. Le stagioni del commissario...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore