The Incredible Jazz Guitar of Wes Montgomery (180 gr.) - Vinile LP di Wes Montgomery

The Incredible Jazz Guitar of Wes Montgomery (180 gr.)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Wes Montgomery
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Jazz Images
Data di pubblicazione: 17 febbraio 2017
  • EAN: 8437016248317
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 15,90

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,90 €)

Il fotografo francese Jean-Pierre Leloir (1931-2010) ha catturato alcune delle immagini più iconiche della vita del jazz in Francia durante gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta. Questa collezione, in edizione limitata, raccoglie alcuni dei migliori album della storia del jazz arricchiti dalle splendide e inedite fotografie di Leloir che ne ritraggono i rispettivi autori. Wes Montgomery (1925-1968) è stato uno dei chitarristi più apprezzati della storia del jazz. “The Incredible Jazz Guitar of Wes Montgomery” rappresenta il suo terzo album come leader, dopo “Montgomeryland” (1958) e “The Wes Montgomery Trio” (1959). Egli aveva anche partecipato in precedenza ad altri due album con i suoi fratelli Buddy e Monk, The Montgomery Brothers and 5 Others (1957) e Kismet (quest’ultimo album era stato pubblicato sotto il nome del gruppo The Mastersounds). Prima di queste sessioni, Wes aveva lavorato e registrato con la band di Lionel Hampton (a partire dal 1948). In “The Incredible Jazz Guitar of Wes Montgomery”, Wes è accompagnato da Tommy Flanagan al piano, Percy Heath al basso, e il fratello di Percy, Albert “Tootie” Heath alla batteria.
Disco 1
1
Airegin
2
D-Natural Blues
3
Polka Dots And Moonbeams
4
Four On Six
5
West Coast Blues
6
In Your Own Sweet Way
7
Mister Walker
8
Gone With The Wind
  • Wes Montgomery Cover

    Propr. John Leslie Montgomery. Chitarrista statunitense di jazz. Autodidatta, rivelò nei primi dischi una certa influenza del sassofonista John Coltrane. Dal 1948 al '50 suonò con l'orchestra di Lionel Hampton e in varie occasioni con i fratelli buddy (Indianapolis 1930) pianista e vibrafonista, e monk (Indianapolis 1921 - Las Vegas 1982) contrabbassista; in seguito con Milt Jackson e altri, oltre che in gruppi propri, imponendosi come il più importante chitarrista jazz dopo Charlie Christian. Approfondisci
Note legali