Innamorato pazzo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1981
Supporto: DVD
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 7,99 €)

Dopo essere fuggita dagli obblighi noiosi della corte, una principessa conosce l'autista di un autobus e tra i due nasce l'amore: la famiglia di lei è contraria, ma niente può ostacolare un amore tanto forte e sincero.
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Adele

    14/05/2020 18:47:56

    Barnaba, simpatico conducente di autobus di Roma, si imbatte in una principessa ribelle della quale si innamora pazzamente. Insieme, per le vie della città, ne combinano di ogni sorta, suscitando il risentimento del padre della giovane. Tuttavia, le differenze di rango e di patrimonio rendono impossibile il matrimonio ma, con una divertente trovata, Barnaba riesce a risolvere i problemi finanziari della famiglia della principessa e ad ottenere la sua mano.

  • User Icon

    giacomo

    07/04/2020 09:04:42

    Un Celentano in forma strepitosa e una Muti da togliere il fiato! Film molto divertente, visto e rivisto decine di volte.

  • User Icon

    Jaime Dovale Balseiro

    17/06/2005 23:16:59

    Questo film mi ha diventato essere un fan di Adriano. É troppo divertente, Gracie Adriano per essere Celentano. Jaime - España

  • User Icon

    Antimo

    29/11/2003 23:41:02

    Celentano è un grande, la Muti bellissima e bravissima; un'accoppiata vincente per un film da gustare tra le lacrime per le risate!!!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2003
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area0
  • Adriano Celentano Cover

    "Cantante, attore e regista italiano. Star fra le più luminose del firmamento musicale-leggero, cinematografico-comico e televisivo-popolare italiano per quasi mezzo secolo, si afferma come cantante rock della prima ora nella seconda metà degli anni ’50. Divenuto presto famoso come «il molleggiato» per il suo dinoccolato modo di muovere le gambe mentre canta (a metà fra E. Presley e J. Lewis, che imita esplicitamente), appare come sé stesso in molti film di canzoni, ma soprattutto nella celebre scena del night club alle Terme di Caracalla in La dolce vita (1960) di F. Fellini. Già all’apice del successo, all’inizio degli anni ’60, crea una propria «scuderia-casa discografica» – il Clan – e, puntando sulla simpatia che ispira il suo personaggio, debutta anche come attore in Uno strano tipo... Approfondisci
  • Ornella Muti Cover

    "Nome d'arte di Francesca Romana Rivelli, attrice italiana. Giovanissima, esordisce nel 1970 in La moglie più bella, film di D. Damiani che si ispira liberamente a un fatto di cronaca centrato sulla storia della prima ragazza siciliana che rifiuta di sposare il suo seduttore. Divenuta una star del fotoromanzo grazie alla sua fotogenia, interpreta una dozzina di film di scarso rilievo e ottiene poi una buona affermazione con Romanzo popolare (1974) di M. Monicelli, forse la sua migliore interpretazione, in cui è una giovane contesa fra l’amore per il suo anziano marito e la passione per un giovane della sua età. Pur se incapace di sviluppare i suoi scarsi talenti recitativi, negli anni ’70 e ’80 diviene comunque un’icona del cinema italiano, soprattutto grazie a M. Ferreri che ne utilizza il... Approfondisci
  • Adolfo Celi Cover

    Attore italiano. Dopo gli studi universitari frequenta l'Accademia d'arte drammatica di Roma, ma ben presto si trasferisce in Brasile dirottando definitivamente i suoi interessi verso il teatro e il cinema. Nel 1950 esordisce come regista con il film d'impianto realista Caiçara (Pescatori), ma la sua vera carriera è quella dell'attore. Agli inizi degli anni '60 rientra in Europa e trova i primi successi di critica e pubblico con un ruolo secondario in L'uomo di Rio (1964) di P. de Broca. Lo sguardo bieco, la corporatura massiccia, il naso aquilino e la durezza del volto lo rendono adatto per personaggi malvagi come l'avversario di James Bond in Agente 007, Thunderball - Operazione tuono (1965) di T. Young. È poi un intenso Giovanni de' Medici in Il tormento e l'estasi (1965) di C. Reed, un... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali