L' invenzione occasionale - Elena Ferrante - copertina

L' invenzione occasionale

Elena Ferrante

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Illustratore: Andrea Ucini
Editore: E/O
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 8 maggio 2019
Pagine: 113 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788833570792
Salvato in 179 liste dei desideri

€ 17,10

€ 18,00
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

L' invenzione occasionale

Elena Ferrante

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' invenzione occasionale

Elena Ferrante

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' invenzione occasionale

Elena Ferrante

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (15 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cinquantuno frammenti eterogenei di esperienze e di poetica, di intuizioni e di autobiografia. I testi sono stati pubblicati originariamente in inglese sul «Guardian» nella traduzione di Ann Goldstein nel corso del 2018.

Elena Ferrante concede ai lettori di entrare nel suo spazio privato. Attenzione, non aspettatevi smancerie, la scrittura è essenziale, molto rigorosa: simile a quella dei tanto apprezzati romanzi» - Robinson

«"L'invenzione occasionale" è una polifonia di temi, una trama di pensieri, un laboratorio di scrittura e di poetica che prende spunto dalla dimensione apparentemente ordinaria della vita. La raccolta intercetta, sonda, incalza ciò che preme sotto l'ordine convenzionale della memoria e del presente: immagini, gesti, relazioni, necessità ed emergenze. Violare, inceppare, disturbare sono gli atti anarchici e sovversivi che ritornano di continuo nelle tessere di questo mosaico, ispirate allo scavo e al recupero perturbante»Tiziana de Rogatis

L'invenzione occasionale è composta da cinquantuno frammenti eterogenei di esperienze e di poetica, di intuizioni e di autobiografia. I titoli dei brevi testi modellano una mappa in movimento, definita di volta in volta dall'occhio del lettore. Attraversando soglie e frontiere diverse, rovesciando le stesse pertinenze di alto e basso, ogni tessera apre varchi tra contesti lontani, devia dal solco per meglio segnarne la traccia. Ed ecco che il racconto dell'insonnia porta all'urgenza di scrivere, i puntini sospensivi alla viltà, l'attrazione per un attore all'autonomia dell'opera d'arte, il trauma dei traslochi all'emancipazione delle donne, le piante alla smarginatura. La scrittura si definisce così come uno strumento paradossale, che afferma perentoriamente proprio quando sembra negare e divagare. Per incidere le apparenze dello stereotipo, per recuperare il vero occultato sotto la patina del verosimile, entra in scena un punto di vista nomade, al tempo stesso vicino e lontano dalla nostra vita quotidiana. Scavare, andare in profondità sotto questa superficie significa, in particolare, ripensare l'immaginario femminile come uno splendido graffito ancora parzialmente sepolto. Oltre il denso strato dell'immaginario neo-patriarcale, della retorica dell'emancipazione o dei buoni sentimenti: da lì si sprigiona L'invenzione occasionale.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,08
di 5
Totale 12
5
4
4
5
3
3
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Benedetta

    17/05/2020 18:48:20

    Una rubrica settimanale commissionata dal New York Times che custodisce le opinioni, riflessioni e ragionamenti della scrittrice italiana più famosa al mondo. Per chi, come me, ama i libri della Ferrante è un’occasione unica per provare a conoscerla meglio

  • User Icon

    giuseppe

    15/05/2020 17:00:36

    La Ferrante riesce a farti immergere nei suoi pensieri con poche righe, finisci un argomento e avido inizi il successivo. Il suo modo efficace di scrivere ti trascina e il suo cervello ti incanta. Non posso che ringraziarla per avermi donato i suoi pensieri, incartati a meraviglia. Libro consigliato!

  • User Icon

    cristina

    10/11/2019 14:36:58

    Diversi argomenti trattati in poche righe essenziali e chiare. Una piacevole lettura, apparentemente poco impegnativa. Molto belle le illustrazioni.

  • User Icon

    Nicola

    04/11/2019 16:35:45

    Se possibile meglio della quadrilogia. La Ferrante riesce a farti immergere nei suoi pensieri con poche righe, finisci un argomento e avido inizi il successivo. Il suo modo efficace di scrivere ti trascina e il suo cervello ti incanta. Non posso che ringraziarla per avermi donato i suoi pensieri, incartati a meraviglia.

  • User Icon

    Nina

    21/09/2019 22:01:32

    Ho letto L'invenzione occasionale di Elena Ferrante edito e/o edizioni è un libricino che racchiude alcuni pezzi di una rubrica che la Ferrante ha tenuto per un intero anno sul guardian. È molto personale molto bello. Pieno di spunti perché parla della scrittura, della sua insonnia, del suo rapporto con le figlie, soprattutto parla molto di scrittura. Quindi se siete degli scrittori e vi piace scrivere, ve lo consiglio sinceramente perché analizza nel dettaglio come lei processa la scrittura, qual è il meccanismo che la porta a scrivere. Quindi una lettura estremamente interessante!

  • User Icon

    Francesco

    21/09/2019 09:51:40

    La Ferrante dà prova di uno stile personale, affilato e accurato che conserva e, anzi, affina ad ogni prova letteraria. Questi 51 frammenti per il Guardian sono riflessioni che cercano profondità e verità seppure nel loro spazio limitato, a ulteriore dimostrazione che la lunghezza non è metro di qualità. Seppure la Ferrante sia da considerare un personaggio fittizio, un alterego di una scrittrice o di uno scrittore o di un gruppo di scrittori, la sua è un’identità forte e ben strutturata e la coerenza della sua personalità è dinamica e viva, e risalta anche quando questa rubrica viene raccolta in volume e le riflessioni vengono poste in sequenza. Ero scettica riguardo alla lettura di questo volume, ma devo dire che mi ha sorpreso per il suo valore letterario. La Ferrante è una delle grandi scrittrici del nostro tempo, ormai è fuor di dubbio, una che mette d’accordo critica e pubblico.

  • User Icon

    Fede

    19/09/2019 09:04:24

    La Ferrante dà prova di uno stile personale, affilato e accurato che conserva e, anzi, affina ad ogni prova letteraria. Questi 51 frammenti per il Guardian sono riflessioni che cercano profondità e verità seppure nel loro spazio limitato, a ulteriore dimostrazione che la lunghezza non è metro di qualità. Seppure la Ferrante sia da considerare un personaggio fittizio, un alterego di una scrittrice o di uno scrittore o di un gruppo di scrittori, la sua è un’identità forte e ben strutturata e la coerenza della sua personalità è dinamica e viva e risalta anche quando questa rubrica viene raccolta in volume e le riflessioni vengono poste in sequenza. Ero scettica riguardo alla lettura di questo volume, ma devo dire che mi ha sorpreso per il suo valore letterario. La Ferrante è una delle grandi scrittrici del nostro tempo, ormai è fuor di dubbio, una che mette d’accordo critica e pubblico.

  • User Icon

    Nicoletta

    26/08/2019 14:08:30

    Bellissimi e profondi pensieri a ruota libera dell'autrice,da cui si capisce anche il suo nascondersi al pubblico per evidenziare la sua opera.

  • User Icon

    Leonardo de Chanaz

    05/06/2019 11:13:29

    È pur sempre una grandissima scrittrice. Ma è un peccato rinchiuderla in una gabbia perigrafata con limiti troppo angusti. Obbligarla a limitarsi a una paginetta su ogni argomento equivale a metterla in catene. Bellissima la pagina su "Gravida", che esplora magnificamente la dimensione fisica della maternità.

  • User Icon

    n.d.

    04/06/2019 09:02:16

    Per chi ama la Ferrante è un libro da non perdere perchè attraverso queste riflessioni si conosce meglio l'autrice

  • User Icon

    Selva

    16/05/2019 14:15:22

    Leggere le rubriche settimanali di Ferrante e come leggere di nuovo i pensieri della Elena dell’Amica geniale, ma nella sua reale e vera quotidianità. Per me è uno stile di scrittura eccellente ed eccezionale, anche se non sempre condivido le sue opinioni.

  • User Icon

    maria

    16/05/2019 13:00:47

    ogni mattina un paio di paginette e si ha modo di riflettere tutta la giornata sul contenuto

Vedi tutte le 12 recensioni cliente

Italia e Europa. Negli ultimi anni. The Guardian è uno straordinario indipendente organo d’informazione inglese, compirà due secoli di vita nel 2021, settimanale all’inizio, quotidiano dal 1852, considerato da decenni riferimento principale degli elettori laburisti (liberal, radical, progressisti, di sinistra, che dir si voglia), lettura importante pure fuori dai confini dell’isola oltre Manica. Dal gennaio 2018 è in formato tabloid. Alla fine del 2017 The Guardian chiese a un’autorevole personalità italiana, Elena Ferrante, autrice di libri di successo in ricca parte del mondo, di tenere una rubrica settimanale su argomenti di varia attualità, concordati e non prefissati rigidamente dalla redazione, che avrebbe inviato temi e questioni in parte segnalati anche da Ferrante, sui quali sarebbe poi stato imbastito il pezzo autorale. E così fu, dal 20 gennaio 2018 al 12 gennaio 2019 ogni sabato è uscito sul quotidiano (che non esce la domenica) un articolo di Elena Ferrante, accompagnato da disegni del musicista e illustratore concettuale italiano Andrea Ucini (che vive e lavora in Danimarca), originariamente scritto in italiano (tradotto in inglese da Ann Goldstein), editato e titolato (da Melissa Denes).

Ora, nella primavera 2019, le deliziose opere, frammenti letterari e grafiche colorate, sono cronologicamente raccolte in volume (nell’immagine un particolare della copertina) da e/o storico scopritore editore italiano di Ferrante. Introducendo il libro, spiega la novità della scrittura: non l’autonoma scelta e il lavorio di cancellazioni e sostituzioni di parole frasi azioni storie, con i propri modi e tempi, bensì l’urto tra uno stimolo esterno e l’urgenza della stesura: piccole esperienze esemplari, intuizioni improvvise, conclusioni brusche. Insomma, come sintetizza il titolo, sono «invenzioni occasionali, non diverse del resto da quelle con cui reagiamo ogni giorno al mondo in cui ci è capitato di vivere».

La data di nascita di Elena Ferrante è il 1990, quando uscì L’amore molesto, il primo romanzo con il suo nome e cognome. Da allora è una figura pubblica, incontrata da tanti in vari luoghi (a Napoli e non solo) con età e aspetto di sapiens in carne e ossa, conosciuta da molti più come autrice di bellissime narrazioni da quasi trent’anni. È con questo ruolo che rilascia interviste a distanza, subisce ricerche identitarie, paga comunque le tasse, esprime opinioni da stampare, ha collaborato con The Guardian. Di chi sono le riflessioni sulla politica e il cinema, sull’infanzia e la maternità, sulla vita di coppia e il sesso, sulle prime volte e la paura, sul sonno e le piante, sulla dipendenza dal fumo e l’indipendenza dagli esclamativi, sulla letteratura e «il più straordinario dei poeti italiani» Leopardi? Certo, di una donna, visto che ad Elena corrispondono sempre desinenze femminili. Certo, di una persona di cittadinanza italiana, visto che Ferrante scrive da sempre nella nostra lingua e nel nostro contesto istituzionale. Epperò c’è l’artificio che va ancora segnalato, il filo sottile di demarcazione che lega verità e finzione, quel che pensa un cervello identificato con quel che noi pensiamo potrebbe argomentare chi è stato capace di scrivere le frantumagliose moleste storie delle amiche geniali.

Per noi che siamo da sempre innamorati della scrittrice quelli de L’invenzione occasionale (113 pagine, 18 euro) sono altri bei testi illustrati da tenere accanto, per chi ancora non la conosce, non ne ha letto né visto le riduzioni telecinematografiche, di un interessante spaccato sulla vita intellettuale dei tempi moderni. «Amo il mio paese ma non ho alcuno spirito patriottico e nessun orgoglio nazionale… I caratteri nazionali mi sembrano semplificazioni che vanno combattute». La nazionalità linguistica è «un punto di partenza per dialogare, … guardare oltre confine, oltre tutti i confini, innanzitutto quelli di genere». «Non ho mai votato per i Cinquestelle… La guerra contro il Movimento ha impedito di vedere che il pericolo era altrove. Mi riferisco alla Lega di Matteo Salvini».

Recensione di Valerio Calzolaio

Urti 18 marzo 2019

I testi


Prima volta 20 gennaio 2018
Paure - 27 gennaio 2018
Tenere un diario - 3 febbraio 2018
Fine - 10 febbraio 2018
Il finto, il vero - 17 febbraio 2018
Nazionalità linguistica - 24 febbraio 2018
Risate - 3 marzo 2018
Gravida - 10 marzo 2018
Le odiose - 17 marzo 2018
Figlie - 24 marzo 2018
Esclamativo - 31 marzo 2018
L'unico vero nome - 7 aprile 2018
Il racconto maschile del sesso - 14 aprile 2018
Tremore - 21 aprile 2018
Amiche e conoscenti - 28 aprile 2018
Scavi - 5 maggio 2018
La scrittura che urge - 12 maggio 2018
Dipendenze - 19 maggio 2018
Senza sonno - 26 maggio 2018
Piacere di apprendere - 2 giugno 2018
Malessere - 9 giugno 2018
Chi vince, chi perde - 16 giugno 2018
Pessimi umori - 23 giugno 2018
In sospeso - 30 giugno 2018
Artefatti - 7 luglio 2018
Notizie a catinelle - 14 luglio 2018
Novità letterarie - 21 luglio 2018
Bugie - 28 luglio 2018
Confessare - 4 agosto 2018
Tagli netti - 18 agosto 2018
Madri - 25 agosto 2018
Al cinema - 1 settembre 2018
Infanzie felici - 8 settembre 2018
Interviste - 15 settembre 2018
Amarsi per sempre - 22 settembre 2018
Senza ragione - 29 settembre 2018
Libertà creativa - 6 ottobre 2018
Vegetazione - 13 ottobre 2018
Prendere congedo - 20 ottobre 2018
Donne che scrivono - 27 ottobre 2018
Stereotipato - 3 novembre 2018
Il libro, il film - 10 novembre 2018
Morire giovani - 17 novembre 2018
Gelosia - 24 novembre 2018
Non basta - 1 dicembre 2018
Al femminile - 8 dicembre 2018
In versi e in prosa - 15 dicembre 2018
Questa sono io - 22 dicembre 2018
Cieli neri - 29 dicembre 2018
Il racconto insegna - 5 gennaio 2019
Ultima volta - 12 gennaio 2019
  • Elena Ferrante Cover

    Elena Ferrante è autrice dell’Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell’abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 le Edizioni E/O hanno pubblicato il romanzo La figlia oscura, da cui verrà tratto un film diretto da Maggie Gyllenhaal e con protagonista Olivia Colman, nel 2007 il racconto per bambini La spiaggia di notte illustrato da Mara Cerri e nel 2011 il primo capitolo dell’Amica geniale, seguito nel 2012 dal secondo, Storia del nuovo cognome, nel 2013 dal terzo, Storia di chi fugge e di chi resta e nel 2014 dal quarto e ultimo, Storia della bambina perduta, finalista al Man Booker International... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali