-48%
Io non so chi sei - Giancarlo Pastore - copertina

Io non so chi sei

Giancarlo Pastore

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Instar Libri
Collana: I Dirigibili
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 19 gennaio 2009
Pagine: 192 p., Brossura
  • EAN: 9788846100986
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 7,05

€ 13,50
(-48%)

Venduto e spedito da Libro di Faccia

Solo 2 copie disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

€ 6,75

€ 13,50
(-50%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 13,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Io non so chi sei", nove storie di amore omosessuale. I personaggi di Pastore si muovono tra solitudini (come nel racconto "Filippo", in cui una madre si confronta con il tempo che passa), scelte decisive (succede in "'U piscicani" dove in una nevosa notte natalizia bisogna decidere da che parte stare), lutti (nello straziante e lucidissimo "Ghost whisperer"), storie ironiche e divertenti (come nel caso del racconto "Finocchi"), ipocrisie famigliari (nel racconto "Manca il latte" un uomo è alle prese con la propria identità), ricerca di sé stessi (in "Serpenti" il protagonista cerca in tutti i modi di trovare una risposta a ciò che di risposte non ha bisogno). Ma "Io non so chi sei" è anche un libro che si confronta con la società e i suoi pregiudizi, e lo fa soprattutto con l'ultimo racconto, "Io sono Tommaso"; nel frastuono di denunce urlate, di violenze mediatiche e non, di falsi e veri moralismi, Giancarlo Pastore mantiene l'equilibrio e scende nell'animo mostrando in tutta la sua vulnerabilità e durezza un mondo spesso interpretato per stereotipi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Filippo

    03/07/2009 18:30:29

    Acc. vorrei poter leggere ogni settimana un racconto di Giancarlo ! Rimediedrò rileggendomeli con più calma: sono veramente belli, e lo dico io che da tempo non riesco ad andare oltre le prime 20 pagine di libri o scrittori che ovviamente ritengo interessanti. Filippo

  • User Icon

    patrizia balit

    19/04/2009 15:25:03

    9 splendidi racconti, di sentimenti e solitudine. I temi si sviluppano su due binari, non sempre coincidenti: l’Amore, come intimamente e distintamente vissuto dai protagonisti, e la gestione sociale delle relazioni omosessuali. Su tutto, la delicata e struggente ricerca di un equilibrio tra gli spietati codici esterni e famigliari e la voglia di vivere se stessi. Tra i più belli: “Filippo” (viaggio metaforico di una mamma che ritrova la sua strada e un compagno di vita), “Finocchi” (linguaggio dei fiori esasperato ed esasperante in un rapporto asfissiante e limaccioso), “Ghost whisperer” (lacerante fine fisica di un amore), “U piscicani” (straniante tentativo di non aderenza all’apparenza in un delizioso quadretto natalizio), “Manca il latte” (quando il rapporto è egocentrico, superficiale ma fortissimamente carnale), “Serpenti” (fantastico percorso di negazione del proprio essere, destinato inesorabilmente a fallire). E’ il primo libro che leggo dell’autore, e sicuramente non l’ultimo.

Note legali