L' istruzione probatoria nel processo civile

Giorgio Grasselli

Editore: CEDAM
Collana: Sapere diritto
Edizione: 2
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 1 settembre 2015
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: Rilegato
  • EAN: 9788813341268
Disponibile anche in altri formati:

€ 76,00

€ 80,00

Risparmi € 4,00 (5%)

Venduto e spedito da IBS

76 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
 

Il regime probatorio, specie dopo la fondamentale riforma del processo civile, attuata con la L. 26.11.1990, n. 353, e le modifiche apportate all'art. 183 c.p.c., con la L. 14 maggio 2005, n. 80, ha assunto un ruolo primario innanzitutto per il sistema delle preclusioni che, in pratica, delimitano l'attività istruttoria, salvo poche eccezioni, al primo grado del giudizio. In questi anni, il maggior impegno del legislatore è stato nel senso di istituire regimi alternativi al processo avanti il giudice ordinario, novità inserite per lo più in mastodontici provvedimenti - in gran parte dedicati ad altre problematiche - come la L. 18 giugno 2009, n. 69, o il D.L. 24 giugno 2014, n. 90, conv. con modif. dalla L. 11 agosto 2014, n. 114 (con il processo telematico e la sottoscrizione verbale di udienza e del verbale di assunzione dei mezzi di prova) o, da ultimo, il D.L. 12 settembre 2014, n. 132, contenente misure urgenti per la degiurisdizionalizzazione e definizione dell'arretrato. nella nuova edizione si tratta anche del d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali e delle novità in tema di ricorso in Cassazione avverso sentenze su ammissibilità di mezzi istruttori (d.l. 22 giugno 2012 n. 83, eliminazione della motivazione insufficiente o contraddittoria dai vizi impugnabili).