Italia giallo e nera - Emanuele Boccianti,Sabrina Ramacci - ebook

Italia giallo e nera

Emanuele Boccianti, Sabrina Ramacci

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 6,62 MB
Pagine della versione a stampa: 719 p.
  • EAN: 9788854153240
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 5,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Omicidi passionali, delitti di mafia, stragi terroristiche.
La storia del nostro paese è scritta con il sangue
Prefazione di Massimo Lugli

Un’Italia assolutamente inedita, raccontata attraverso 1001 casi di cronaca nera, dall’Unità ai giorni nostri. Delitti passionali, crimini senza un colpevole, esecuzioni mafiose, “stragi di Stato” e azioni terroristiche: ripercorrendo con sguardo giornalistico queste dolorose vicende, gli autori ci offrono una controstoria del Belpaese attraverso una lunghissima – e quasi ininterrotta – scia di sangue. Sullo sfondo di ogni delitto si muove infatti una nazione che nasce, cresce e si trasforma, oscillando tra memoria e oblio, tra il delirio mediatico dei casi più famosi e le voci dimenticate delle vittime che sotto i riflettori non ci sono mai state, fantasmi la cui morte violenta esige di essere ancora una volta rievocata. Ma ciò che emerge dalle strade, dai fossi, dagli obitori, è il ritratto corale di una società intera, il cui aspetto privato è messo a nudo da delitti in famiglia, criminali seriali e follia domestica; mentre le guerre di mafia, gli eccidi e le bombe, con i loro legami alla vita pubblica e istituzionale, accendono una luce – a volte inquietante ma sempre necessaria – sui risvolti più misteriosi dell’inconscio collettivo.

La storia dell’italia attraverso vicende di cronaca nera e crimini risolti e irrisolti che ne hanno scandito i decenni

Tra i casi raccontati nel libro:

Il mostro di Stretta Bagnera, il primo serial killer dell’Italia unita
Il delitto Matteotti, un omicidio politico che cambiò la storia
Placido Rizzotto, fine di un uomo contro la mafia
Piazza Fontana e l’inizio della strategia della tensione
Il sequestro di Aldo Moro e la notte della Repubblica
Roberto Calvi e la morte sotto il ponte dei Frati Neri
La scomparsa di Emanuela Orlandi, un mistero che dura da 30 anni
I fratelli Savi e la banda della Uno bianca
La strage di Capaci e quella di via D’Amelio
L’enigma dell’assassinio di Elisa Claps
Erika e Omar: il delitto di Novi Ligure
Gabriele Sandri: morte “accidentale” di un tifoso
Sarah Scazzi e il giallo di Avetrana


Emanuele Boccianti
è nato a Modena nel 1971. Dopo aver studiato filosofia, ha trasformato la sua passione per la cucina in una professione diventando chef, ma continuando parallelamente a coltivare l’amore per il cinema e per la scrittura, che alla fine ha ripreso il sopravvento. Dopo un’esperienza come editor, ha da poco pubblicato il suo primo romanzo, Trecento piccolissime mani.


Sabrina Ramacci
è nata a Roma nel 1970. Laureata in Storia e Critica del Cinema e specializzata in Arte Contemporanea, è stata giornalista freelance, occupandosi di cronaca nera, per poi approdare alla scrittura. Con la Newton Compton ha pubblicato Hollywood criminale, 1001 cose da vedere a Roma, 101 personaggi che hanno fatto grande Roma e Italia giallo e nera.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Vale

    15/09/2014 14:22:19

    Molto interessante. All'inizio ero un po' scettica perché 1.000 casi in poco meno di 700 pagine vuol dire che spesso in una pagina ci stanno più episodi ed il risultato è che, più che un libro, questo è una piccola enciclopedia di cronaca nera, dai delitti tra le mura domestiche a quelli seriali, da quelli di stampo mafioso a quelli terroristici, lungo un periodo che va dall'Unità d'Italia ad oggi. Invece mi sono ricreduta : i casi sono trattati in maniera essenziale ma dettagliata e soprattutto precisa, come ho potuto constatare di alcuni episodi di nera dell'inizio del '900 sui quali mi ero già documentata. Inoltre è scritto in maniera accattivante per cui, nonostante l'aspetto enciclopedico, si legge molto in fretta e può fornire uno spunto per approfondire in altra sede i casi più interessanti. Certo fa riflettere che cambiano i tempi e i modi ma i moventi degli esseri umani sono sempre gli stessi e non sono tanto diversi dall'epoca in cui si vestivano di pelliccia e giravano con la clava in mano!Se non altro dall'inizio del secolo scorso ad oggi, l'atteggiamento verso alcuni delitti come uxoricidi e omicidi di prostitute è cambiato e adesso almeno essi sono condannati dalla legge e non sorvolati a seconda della moralità dell'epoca. Che poi sia fatta giustizia dei delitti è argomento per altri forum e su cui al giorno d'oggi è ancora il caso, purtroppo, di stendere un velo pietoso.

Note legali