Jericho Sirens

(Loser Edition)

Artisti: Hot Snakes
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Sub Pop
Data di pubblicazione: 16 marzo 2018
  • EAN: 4059251216681
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 27,50

Venduto e spedito da IBS

28 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Loser Edition.
Dopo una pausa dagli studi di registrazione durata 14 anni, gli Hot Snakes ne hanno trionfalmente buttato giù le porte per presentare il nuovo “Jericho Sirens”. E tra la mania per una retorica politica senza fine, pronostici avversi e tecnologia onnipresente, non c’è miglior momento per questo disco.
Gli Hot Snakes si sono formati nel 2000, cui è seguita l’uscita del loro primo disco, “Automatic Midnight”. Erano John Reis, Jason Kourkounis, Rick Froberg e Gar Wood. Il loro sound è diretto, scarno e rock, pur mantenendo quel denso, turbolento e precoce carattere dei precedenti lavori di ciascun membro. Quell’anno, gli Hot Snakes hanno trovato il loro suono e si sono stabiliti come principali e trascinanti signori della guerra.
Hanno fatto seguito un paio di grandi album – “Suicide Invoice”, 2002, con il batterista Jason Kourkounis, e “Audit in Progress”, del 2004, con alla batteria Mario Rubalcaba - che hanno fatto conoscere la band a una schiera di fan molto più vasta. Ma è qui che la band è incappata in una spirale di crisi punk, che ha portato alla fine delle esibizioni nel 2005.
Nel 2011 però, gli Hot Snakes sono tornati a sorpresa per partecipare a diversi festival, nei quali entrambi i batteristi hanno suonato nei brani che avevano precedentemente registrato in studio. E dopo 6 anni di discussioni e nuovo materiale, gli Hot Snakes sono ritornati in studio per registrare “Jericho Sirens”.Musicalmente, “Jericho Sirens” incorpora i margini più estremi del sound degli Hot Snakes, rimanendo comunque fedele alle longeve influenze come Wipers, Dead Moon e Suicide, ben evidenti in brani come ‘Six Wave Hold-Down’, una delle prime ad essere scritte; altri elementi, come i ritornelli di ‘Jericho Sirens’ e ‘Psychoactive, rimandano a titani hard rock come AC/DC e Ozzy Osbourne.
“Jericho Sirens” è stato registrato in più sessioni brevi tra Philadelphia e San Diego, con il contributo del bassista Gar Wood. Kourkounis e Rubalcaba, entrambi già batteristi degli Hot Snakes per lavori differenti, hanno collaborato vicendevolmente al progetto.

Disco 1
  • 1 I Need a Doctor
  • 2 Candid Cameras
  • 3 Why Don't It Sink In?
  • 4 Six Wave Hold-Down
  • 5 Jericho Sirens
  • 6 Death Camp Fantasy
  • 7 Having Another?
  • 8 Death Doula
  • 9 Psychoactive
  • 10 Death of a Sportsman