Kallocain - Karin Boye - cover

Kallocain

Karin Boye

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: David McDuff
Anno: 2019
Rilegatura: Paperback / softback
Pagine: 192 p.
Testo in English
Dimensioni: 198 x 129 mm
Peso: 145 gr.
  • EAN: 9780241355589

€ 9,48

€ 9,98
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO INGLESE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,98 €)

A pioneering work of dystopian fiction from one of Sweden's most acclaimed writers Written midway between Brave New World and Nineteen Eighty-Four, as the terrible events of the Second World War were unfolding, Kallocain depicts a totalitarian 'World State' which seeks to crush the individual entirely. In this desolate, paranoid landscape of 'police eyes' and 'police ears', the obedient citizen and middle-ranking scientist Leo Kall discovers a drug that will force anyone who takes it to tell the truth. But can private thought really be obliterated? Karin Boye's chilling novel of creeping alienation shows the dangers of acquiescence and the power of resistance, no matter how futile. Translated with an introduction by David McDuff
  • Karin Boye Cover

    (Göteborg 1900 - Alingsås 1941) scrittrice svedese. La sua produzione poetica - Nuvole (1922), Terra nascosta (1924), I focolari (1927) - rispecchia il contrasto fra il retaggio di un’educazione religiosa e il desiderio di abbandonarsi ai sensi e alle passioni. Parte della sua opera è tradotta nella raccolta Poesie (1994). Alla vigilia della seconda guerra mondiale un viaggio nella Russia stalinista le tolse ogni speranza di palingenesi (come testimonia il romanzo Kallocaina, 1940). Morí suicida. La raccolta postuma I sette peccati mortali (1941) rappresenta una sorta di meditazione sul contrasto tra bene e male. Approfondisci
Note legali