Kindertotenlieder / Lieder

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Praga
Data di pubblicazione: 18 luglio 2014
  • EAN: 3149028038224

Incarnare l’essenza stessa della musica e morire: questo è stato il destino di Kathleen Ferrier, il grande contralto inglese scomparso nel 1953, all’età di appena 41 anni. Nonostante la brevità della sua esistenza, nel giro di pochissimi giorni di registrazione con i Wiener Philharmoniker diretti da Bruno Walter la Ferrier seppe porre le basi della sua immortalità artistica. La Ferrier aveva fatto il suo esordio operistico al Festival di Glyndebourne nel 1946, prendendo parte alla prima rappresentazione assoluta di The Rape of Lucretia di Benjamin Britten, e un anno più tardi interpretò la parte di Orfeo in Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck. Man mano che la sua fama cresceva, la Ferrier strinse proficui rapporti di lavoro con alcuni dei più grandi musicisti dell’epoca, tra cui Benjamin Britten, Sir John Barbirolli, il pianista Gerald Moore e naturalmente Bruno Walter, con il quale esplorò in particolare la produzione di Gustav Mahler e realizzò questa intensissima versione dei Kindertotenlieder.

  • Johannes Brahms Cover

    Compositore tedesco.La formazione e l'incontro con Schumann. I rudimenti di musica impartitigli dal padre, suonatore di contrabbasso, e lo studio del pianoforte, effettuato con F.W. Cossel, gli permisero presto di guadagnarsi la vita in orchestrine locali. Approfondiva intanto, sotto la guida di E. Marxsen, lo studio della composizione. A vent'anni, nel corso di una tournée (accompagnava al pianoforte il violinista R. Reményi) conobbe J. Joachim che, già celebre, lo introdusse nei più influenti circoli musicali tedeschi. Se l'incontro con Liszt a Weimar (1853) lo lasciò indifferente, decisivo per la sua formazione fu quello con Schumann a Düsseldorf. Vedendo in B. una sorta di antidoto alla corrente «progressista» rappresentata da Liszt e Wagner, Schumann segnalò al pubblico il giovane musicista,... Approfondisci
  • Christoph Willibald Gluck Cover

    Compositore tedesco.Le vicende biografiche. Nulla si sa dei suoi primi studi musicali, avversati in famiglia (era figlio di una guardia forestale). Iscrittosi all'università di Praga nel 1731 (facoltà di logica), fu poi al servizio (come «musico di camera») del principe G. Lobkowitz a Vienna; nel 1737 conobbe il principe A.M. Melzi, dal quale fu condotto a Milano, dove studiò con G.B. Sammartini ed esordì come operista nel 1741. Soggiornò poi a Londra (1745-46) avendo contatti con Händel; stabilitosi infine a Vienna (1752), maturò, sotto la spinta di collaboratori italiani (il conte G. Durazzo, direttore generale degli spettacoli di corte, il librettista R. de' Calzabigi, il coreografo e ballerino G. Angiolini), il suo progetto di riforma del melodramma, iniziato con l'Orfeo ed Euridice (1762)... Approfondisci
  • Gustav Mahler Cover

    Compositore e direttore d'orchestra austriaco. Il direttore d'orchestra. Figlio di un piccolo commerciante ebreo, iniziò giovanissimo gli studi musicali, che portò a termine fra il 1875 e il '78 presso il conservatorio di Vienna. Nel 1880 iniziò la carriera di direttore d'orchestra, che doveva condurlo attraverso numerosi teatri d'opera: Bad Hall (1880), Lubiana (1882), Olomouc (Olmütz, 1883), Kassel (1883-85), Praga (1885-86), Lipsia (1886-88 come sostituto di Nikisch; qui, fra l'altro, terminò, strumentò e fece rappresentare l'opera incompiuta di Weber Die drei Pintos), Budapest (1888-91), Amburgo (1891-97). Nel 1897 venne nominato direttore all'Opera di Vienna, dove restò per dieci anni, che divennero mitici nella storia dell'illustre teatro... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali