Categorie

Francesco Sansone

Editore: Franco Angeli
Collana: Management Tools
Anno edizione: 2016
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 144 p.
  • EAN: 9788820469283
Indice:

Giovanni Bazoli, Prefazione
Dominick Salvatore, Introduzione
Essere leader nell'economia della conoscenza
(Le nuove regole nella knowledge economy; Intangible asset e comportamento etico; Capitale intellettuale e innovazione; Leadership e potere)
La psicologia della leadership
(I comportamenti dei leader di successo; La lezione del comandante Montgomery; Le competenze guida per la gestione del consenso; Leadership e management)
I modelli di leadership
(La leadership situazionale; Leadership imprenditoriale; Leadership sistemica; Leadership strategica; Leadership emozionale; Leadership challenging)
Gli strumenti per una leadership responsabile
(Pensiero flessibile; Comunicazione; Armonizzare famiglia e lavoro; Condivisione dei valori; Fiducia; Credibilità; Reputazione; Responsabilità verso il lavoro; Formazione)
Le 10 regole per essere leader nell'economia della conoscenza
(Affabilità; Coraggio; Generosità; Lungimiranza; Ottimismo; Passione; Perseveranza; Trasparenza; Umiltà; Umorismo)
Maurizio Sella, Postfazione
Bibliografia.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    davide lorenzini

    07/03/2016 11.27.14

    Il testo del prof. Sansone, scritto con semplicità di linguaggio, manifesta al lettore la profonda conoscenza dell'argomento da parte dell'autore che mette in risalto le doti per essere "buon leader" in un'azienda. Attraverso il suo "decalogo" di regole, ma più propriamente "decalogo di riflessioni", trasmette al lettore anche più sprovveduto sull'argomento: interesse, curiosità e desiderio di approfondimento. I principi esposti nel testo, trovano naturalmente terreno fertile alla loro applicazione nel mondo imprenditoriale/aziendale ma, in realtà, secondo me, la fluidità con cui sono esposti, favorisce la riflessione per la loro riuscita anche in molti altri settori. Personalmente, anche se non sono per nulla avvicinabile al mondo economico-imprenditoriale, ho letto questo libro con grande curiosità: la stessa con cui ho poi cercato di far miei molti dei suggerimenti esposti. E' un testo veramente fatto bene e, proprio per la "semplicità espositiva", mi sentirei di suggerirlo come "base di partenza" in tutti i corsi di formazione di dirigenti e manager d'azienda ma, ancor di più, lo vedrei inserito molto bene tra i testi fondamentali nella formazione di funzionari e dirigenti della pubblica amministrazione. Complimenti all'autore.....

  • User Icon

    Paola Catenacci

    16/02/2016 11.28.45

    Le descrizioni del Dr. Sansone ci offrono un panorama delle qualità che deve avere un leader e da qui egli traccia un percorso di oggettivizzazione della Leadership. Queste sono sintetizzate nel titolo stesso del libro: "Leadership responsabile". La leadership, come potere, per essere responsabile deve essere vista quale "servizio", come un agire i cui effetti si tramutano in valori concreti. Potere che, a livello nazionale, si traduce nell'essere "civil servant". Questo concetto supera tutte le classificazioni che, comunque, in modo molto chiaro e con parole semplici, pur nella complessità delle definizioni, l'Autore ci dà. Una leadership dove le 10 Regole esposte non solo individuano attitudini e competenze, ma cercano di fornirci il profilo di un potere, di posizione e personale, che riconduce ad un più generale concetto di etica e di comportamenti i quali si fondono in una sola parola: l'autorevolezza. E' questa, a mio avviso, la sintesi del libro del Dr. Sansone che traccia un percorso di questa leadership difficile ed arduo, specie in un contesto economico e sociale quale quello attuale che non offre certezze, ma lungo il quale la capacità di gestire potere, autorità e controllo deve trovare il collante in quella tra le 10 regole che, sempre a mio parere, identifica la vera leadership: la trasparenza, alla quale la citazione riportata di Einstein offe tutta la sua verità: "Cerca di diventare non un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore". La trasparenza, come precisa l'Autore, "nella gestione delle relazioni interpersonali insieme a quella delle informazioni ... che è oggi il fattore intangibile necessario per attrarre e sviluppare valore". 16.02.2016 Paola Catenacci

  • User Icon

    Gregorio De Felice

    10/02/2016 10.35.22

    Cosa significa essere leader nella nuova economia della conoscenza? Non basta più possedere competenze tecniche ampie ed approfondite, essere un buon organizzatore, avere influenza e autorità. Servono manager coraggiosi, generosi, visionari - ma anche perseveranti, umili, trasparenti. Soprattutto, servono leader in grado di curare e far crescere il capitale umano: sono le persone, infatti, con le loro competenze, la loro creatività, il loro entusiasmo, a rappresentare il fattore competitivo fondamentale per le aziende. Il libro di Sansone offre una guida preziosa in questa direzione. Le sue sono molto più che semplice regole: l'autore guida chi legge in un serio percorso di riflessione personale, verso l'acquisizione di un senso di responsabilità che è capacità di prestare attenzione agli altri, di valorizzarne i contributi e le potenzialità, di condurli insieme ad un obiettivo comune. Una sfida impegnativa? Sicuramente, forse al limite dell'utopia. Ci ricorda però Sansone, richiamando Eraclito, che "se non speri l'insperabile, non lo scoprirai". E' proprio su questa capacità di ripensare radicalmente il modello di leadership che si gioca una sfida fondamentale per il futuro delle nostre imprese e della nostra economia.

  • User Icon

    Gaetano Cavalieri

    10/02/2016 07.28.18

    La globalizzazione ha modificato le tecniche della competizione e conteporaneamente l'informazione in rete rende i consumatori più coscienti e quindi più esigenti nella ricerca e nelle scelte con la conseguente soddisfazione dei prodotti e servizi a loro offerti. E' ovvio che le imprese perseguono il profitto, ma e' altrettanto ovvio che la reputazione, la trasparenza ed i principi di etica e responsabilità sociale, la sostenibilità dei processi produttivi e distributivi porta alla necessità di nuove competenze, nuove capacità gestionali ed ad una insita onesta' intellettuale che la " Leadership Responsabile " non solo deve avere e conoscere ma deve anche applicare. Questi principi fondamentali della nuova economia che questi leaders devono percepire come strumenti indispensabili di un marketing innovativo, impiegandolo con la flessibilità necessaria, capace di conquistare nuove quote ed aree di un mercato sempre più adulto ed informato. La " LEADERSHIP " non si può comprare ne' si può inventare, ma si può costruire ed ancora meglio se si ha il dono di possederla e di poterla compiutamente esprimere. Ecco perché la capacita' di esercitare (per chi c'e' l'ha) una Leadership Responsabile non appartiene a tutti, bensì ad un numero di leaders relativamente limitato, altamente contesi dalle imprese. Questo testo e' uno strumento di management, e le sue 10 regole danno un fortissimo contributo alla evoluzione della gestione delle imprese ed ad un evidente upgrading dei nuovi managers, che sempre di più devono gestire aziende, mercati e consumatori sofisticati. E' altresi uno strumento che e' di supporto a processi decisionali moderni, efficaci e basati su una conoscenza molto specializzata.Una leadership flessibile e responsabile può solo migliorare le qualità delle imprese che possono produrre i loro profitti con buon senso e con il massimo rispetto dei loro consumatori che comunque ne determinano il successo o il fallimento. Gaetano Cavalieri

  • User Icon

    Stefano Lucchini

    09/02/2016 16.55.47

    Il titolo del bel libro di Francesco Sansone è fuorviante. Almeno nella parte in cui parla delle "10 regole per essere leader nell'economia della conoscenza". Le riflessioni di Sansone non sono infatti la mera elencazione di piccoli accorgimenti per gestire il proprio ruolo, per accrescere la propria personale identità professionale. Sono al contrario riflessioni che portano il lettore, se realmente interessato, a ragionare sul concetto di responsabilità. Il contesto ci costringe a rivedere e ripensare i modelli culturali cui finora ci siamo ispirati. La crisi, che ancora si consuma, ha cambiato le aziende, ha cambiato le istituzioni, ma solo noi possiamo cambiare il nostro personale modo di interpretare e agire in questa mutata realtà. Ecco dove vedo la forza e l'importanza del libro di Sansone: lo stimolo a una seria analisi della propria personale idea di leadership per migliorarne le caratteristiche adeguandola alla società post crisi. Come scrive il professor Bazoli: il leader deve "sollecitare, stimolare, indirizzare l'attività dei propri collaboratori, al fine di progredire insieme verso obiettivi comuni". Ma per fare ciò, il leader deve soprattutto sollecitare e stimolare se stesso. Può farlo con l'aiuto di Francesco Sansone".

  • User Icon

    Dario Liguti

    25/01/2016 19.17.46

    Molti hanno scritto sulla leadership (alcuni parlano di "cottage industry"), ma pochi sono riusciti a mettere in evidenza il "nodo gordiano" che rende questo concetto cosi sfuggevole ma allo stesso tempo umanamente fondamentale. Il Prof. Sansone é uno di quei pochi: il suo libro apporta le chiavi di lettura necessarie per comprendere questo fenomeno che puo' assumere molti aspetti. L'umano, con le sue emozioni, debolezze ed aspirazioni all'eccellenza si deve unire con il razionale per disegnare dei percorsi di leadership cangianti. Non esiste LA leadership, ma esistono LE forme di leadership. Questo libro ci aiuta e ci guida nel cammino del crescere, professionalmente ed umanamente, per inseguire la volontà di eccellenza.

  • User Icon

    Mario

    22/12/2015 11.32.20

    Congratulazioni al Prof. Sansone! A lui va il mio plauso per l'abilitá con la quale accompagna il lettore in un percorso, quello nel quale descrive le varie sfaccettature della leadership, tutt'altro che semplice. Molti scrittori, infatti, scrivono sul tema. Pochi, di fatto, sono capaci di farlo con la competenza e al tempo stesso la facilitá di linguaggio che caratterizzano l'intera opera. Ho trovato, inoltre, particolarmente utili le 10 regole - che potremmo anche definire requisiti - che devono caratterizzare un leader moderno. Trattasi - difatti - di requisiti la cui assenza ha condotto l'odierna societá in uno stato di profonda crisi di valori e punti di riferimento. Avere la capacitá, la forza e la volontá di riscoprirli e farli emergere puó aiutarci a ritrovare la strada verso un futuro fatto di maggiori certezze e sicurezze. Al Prof. Sansone, quindi, il merito di averci indicato uno dei possibili percorsi. Ora tocca agli altri decidere come e quando seguirne i suggerimenti.

  • User Icon

    Lorenzo

    21/12/2015 15.45.27

    La cronaca di questi giorni ci sta mostrando quanto sia cruciale il compito di chi guida le imprese (anche bancarie). Un leader deve essere quindi responsabile, come ricorda il titolo di questo libro. Il fatto che vengano mostrate in modo semplice e chiaro 10 "regole" aiuta il lettore a comprendere quanto sia importante il corretto comportamento nella propria vita professionale. Attenzione però, non siamo davanti al solito "manuale"aziendalistico con "dichiarazioni di principi". E, sia detto per inciso, le indicazioni non sono rivolte solamente a chi ha dei ruoli di responsabilità in azienda: queste 10 "regole" valgono un po' in ogni relazione umana.

  • User Icon

    David Conti

    18/12/2015 11.16.48

    Pietro ha dieci anni, è il mio terzo figlio e sto chiacchierando con lui. Aspira a diventare Capitano della squadra di pallacanestro in cui gioca. Lo rassicuro, forse un giorno lo sarà, ma dovrà impegnarsi, molto e dare l'esempio, sempre. Lui sorride ed annuisce convinto. Non lo guardo, lo osservo e riesco a intravedere nuovi punti sporgenti del suo carattere. Nel suo libro, Francesco Sansone traccia un percorso chiaro, credibile ed applicabile verso l'approdo ad una dimensione in cui il Leader deve essere (necessariamente) Responsabile. Nel suo decalogo, riconosciamo tra le righe modelli e profili di managers sia del presente (a noi tutti noti per essere più o meno mediaticamente esposti) sia del passato (nello svolgersi della Storia); ma anche figure Responsabili dell'Azienda in cui noi stessi operiamo, con i quali noi stessi entriamo quotidianamente in relazione. Il testo rappresenta quindi un importante ed indispensabile momento di riflessione critica sulla gestione dei Gruppi Organizzati (di qualsiasi natura essi siano) ed un forte invito ad approfondire i caratteri della Leadership. L'aggettivo "Responsabile" appare quanto mai distintivo in un contesto in cui la perdurante e pervasiva crisi economica e finanziaria impongono al Leader di saper "Res Pondere", Pesare (aggiungo "bene") le Cose, anche tramite attitudini, sia latenti sia da riconoscere e coltivare con cura. Un processo evolutivo serio, suggestivo e stimolante, del quale dobbiamo dar riconosimento al chiaro autore. Di Francesco Sansone mi permetto qui di segnalare anche l'opera "Il Pensiero Flessibile" (2003, sempre per i tipi di Franco Angeli), che rappresenta a mio parere, insieme al testo che qui commento, una vera e propria "dilogia", in considerazione del filo rosso che lega indissolubimente i due lavori. Saluto - qui e ora - l'Autore ed il prossimo lettore curioso ed entusiasta, mentre ritorno a chiaccherare con Pietro che - un giorno - vuol fare il Capitano. 12.12.2015 David Conti.

  • User Icon

    Marco Nagni

    17/12/2015 15.46.14

    Con il Professore Sansone il concetto di Leadership Responsabile è finalmente chiaro: Raggiungimento degli obiettivi, condivisi con i collaboratori, Imparare dai propri insuccessi, assumersene le responsabilità "vedere" il futuro! L'Uomo Solo non può più essere un leader, le dieci regole d'oro evidenziate nel brillante libro "Leader Responsabile" indicano senza incertezze il percorso che deve essere seguito! Marco Nagni

  • User Icon

    Flavio Ambrosetti

    17/12/2015 15.39.41

    L'autore riporta, esplora e ripercorre i caratteri salienti dell'essere "Leader" nel mondo imprenditoriale. Vengono evidenziati in modo chiaro e scorrevole concetti propri dell'argomento ma altresì suggeriti esempi, definizioni che in realtà sono dei veri e propri strumenti di lavoro. Chi assume o ricopre il ruolo di "Leader" non può improvvisare comportamenti o strategie deve farsi carico di essere la guida dell'oggi e del domani. Senza consapevololezza di ciò il Leader non è tale ma un traghettatore del quotidiano. Sicuramente interessante è l'accostamento al concetto di Leadership di "responsabile". In tal senso, la Leadership è circostanziata, qualificata, senza responsabilità del ruolo, dell'obiettivo, della strategia il ruolo di Guida ha finalità individuali e contingenti del breve periodo. Consiglio dello stesso autore "Il pensiero flessibile".

  • User Icon

    Giuliano Zoppi Private Banker sr MPB

    17/12/2015 13.16.05

    Un manuale utile inspirato e di grande visione che mette al centro il valore ed i valori della persona che si riflettono nello stile della leadership. Un libro ed un percorso per il presente e per il futuro.

  • User Icon

    paolo palliola

    17/12/2015 12.21.42

    Molto utile per riflettere sulle proprie capacità di leadership nel contesto attuale e futuro che comporterà sempre di più sfide e difficoltà crescenti. Inoltre facilita un auto analisi del nostro grado di impegno e di applicazione su tali tematiche così fondamentali per traguardare successi che, soltanto una gestione ottimale del team può assicurare. Creare valore attraverso le persone è un obiettivo prioritario per chi ha la responsabilità di guidare un gruppo dovendo garantirne sempre un buon clima di lavoro oltetutto motivando opportunamente le singole persone.

  • User Icon

    Francesco Sansone

    17/12/2015 10.55.56

    Dalla prefazione di Maurizio Sella, Presidente di Assonime (Associazione fra le società italiane per azioni) "Il futuro della nostra economia passa anche e soprattutto attraverso la buona gestione delle imprese, votata alla produttività, al miglioramento dell'efficienza dei processi, al conseguimento degli utili e all'innovazione per stare sempre al passo con i tempi. Per fare tutto questo servono leader responsabili, sotto ogni profilo: professionale, economico, umano e etico. A questa figura, cioè, non devono far difetto le caratteristiche messe a fuoco in questo volume, a cominciare da quelle che l'autore definisce "psicologiche", come ispirare una visione comune, mettere gli altri in condizione di agire, dare coraggio e fiducia e condividere valori. Ma anche gli strumenti, come un pensiero flessibile, la formazione continua, la capacità di maneggiare gli strumenti della comunicazione, l'attenzione alla reputazione e alla credibilità. È su queste basi che si devono formare i leader responsabili del presente e del futuro. Ed è su queste basi che deve poggiare la ripresa economica e lo sviluppo futuro, per essere realmente sostenibile, solido e duraturo. Come auspichiamo che avvenga".

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione