I leoni di Sicilia. La saga dei Florio - Stefania Auci - ebook

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio

Stefania Auci

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Nord
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,28 MB
Pagine della versione a stampa: 436 p.
  • EAN: 9788842932314

11° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Di ambientazione storica

Salvato in 101 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il romanzo italiano che ha conquistato il mondo

«Da tempo non leggevo un romanzo così: grande storia e grande letteratura. Le vicende e i sentimenti umani sono sorretti da una scrittura solida, matura, piena di passione e di grazia. Stefania Auci ha scritto un romanzo meraviglioso, indimenticabile.»
Nadia Terranova

«Il romanzo intreccia le vicende storiche con la vita privata dei Florio, trasportando il lettore in un mondo affascinante di forti personalità.»
La Lettura Corriere della Sera

«Una famiglia da leggenda... Un appassionante spaccato di storia pubblica, privata e di costume.»
Vanity Fair

«Storie d'amore, di sogni, tradimenti e fatica in un romanzo che vibra di vita.»
Marie Claire

C’è stata una famiglia che ha sfidato il mondo.

Una famiglia che ha conquistato tutto.

Una famiglia che è diventata leggenda.

Questa è la sua storia.

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia – Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva e pulsante da sembrare contemporanea.


Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,29
di 5
Totale 422
5
255
4
90
3
43
2
17
1
17
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Eli

    27/09/2020 11:27:16

    Sicuramente la mia recensione sarà impopolare ma avevo aspettative molto alte essendo un'amante delle saghe familiari e essendo anche molto curiosa sulla famiglia Florio e sulla sua ascesa. Riconosco all'autrice una ricerca certosina sui dettagli storici quindi sul tessuto sociale in cui viene collocata questa famiglia e la sua egemonia ma oltre questo non c'è altro, i personaggi non sono ben caratterizzati,specialmente le figure femminili che capisco il contesto storico ma sono tutte uguali e parlano come uscite da una telenovela ,non c'è sentimento, e tutto quello che succede alla famiglia non viene mai spiegato e sembra solo guidato dalla fortuna e dal caso, e mi ha infastidito anche il susseguirsi dei capitoli senza una logica narrativa, sembrano tanti racconti poi uniti in un unico libro. Delusione totale.

  • User Icon

    Giancarlo57

    18/09/2020 20:24:19

    Ho comprato e letto questo libro in seguito alle lodi da molti tessute. Devo invece dichiarare che è stato una grossa delusione. La trama storica è usata solo ad uso e consumo della storia raccontata, tralasciando molto e sottolineando unicamente alcune cose allineate e piacevoli per... gli allineati benpensanti. Dovrebbe essere la saga di una famiglia, ma tratta solo due generazioni.

  • User Icon

    Serena

    07/09/2020 17:37:29

    L’ambientazione siciliana e una famiglia come quella dei Florio rappresentano senza dubbio due ingredienti vincenti per un grande successo editoriale. Inoltre il romanzo è ben strutturato e dimostra di essere il frutto di un attento lavoro di ricerca. Manca però qualcosa. L’autrice ha una tesi da dimostrare e cioè la volontà di riscatto e l’avidità dei Florio come principale motivo della loro fortuna, e tende a insistere spesso su questo punto, forse un po’ troppo. Inoltre lo stile è a volte banale, soprattutto nei dialoghi, forse la parte più ardua per uno scrittore. La lettura è comunque scorrevole e piacevole e non si può non innamorarsi delle vicende di una famiglia così interessante, che da generazioni affascina e incuriosisce per la sua grande ascesa sociale, assolutamente degna di un romanzo.

  • User Icon

    ValeriaD'Alessandro

    06/09/2020 15:06:13

    Quando ho finito di leggere questo romanzo ho provato dispiacere perché i Florio e la loro storia mi hanno incuriosito e mi hanno appossionato tantissimo. I sacrifici dei due fratelli Paolo e Ignazio, le origini non nobili della famiglia, l'invidia e gli sgambetti dei concorrenti, il successo e poi la fortuna che si moltiplica nelle mani del loro erede Vincenzo, protagonista interessantissimo di questa storia molto ben raccontata. Sullo sfondo, la storia di un meridione dapprima libero e ricco che viene poi rapinato dai Savoia dopo l'unità d'Italia. Lo consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Mauro

    02/09/2020 09:52:55

    Uno dei romanzi più belli che abbia letto negli ultimi dieci anni. La saga della famiglia Florio, anche se si raccontano le storie di solo tre generazioni, è affascinante. Florio è un cognome che mi ricorda il marsala che bevevo da ragazzo e le famosa corsa automobilistica, la "Targa Florio". Non credevo che la famiglia Florio avesse tanto influito sullo sviluppo economico ed industriale della Sicilia. Grandi descrizioni di un'epoca che ha visto la sofferenza del popolo e le angherie di una nobiltà siciliana decaduta. Romanzo che ho letto tutto d'un fiato.

  • User Icon

    Lucia

    29/08/2020 11:13:35

    Da Palermitana questo libro mi incuriosiva, parla di una famiglia molto influente che ha fatto la storia di Palermo. Non ha deluso le mie aspettative è molto bello, scritto divinamente, i personaggi ti entrano dentro. Solo una cosa non mi è piaciuta molto, il fatto che la storia si 'interrompa' con l'arrivo di Garibaldi. Mi sarebbe piaciuto che raccontasse fino alla fine di questa Famiglia....invece mi sembra che sia rimasta a metà.

  • User Icon

    Salvatore

    29/08/2020 08:01:38

    Un romanzo che ha deluso le mie aspettative su diversi piani. Una lingua povera e ripetitiva racconta fino a circa metà del libro il miracolo di personaggi senza macchia e senza paura che si arricchiscono enormemente senza inciampare in alcun compromesso (nemmeno uno piccolo piccolo) nella società palermitana di fine '700. Con l'ingresso del personaggio di Vincenzo Florio il romanzo diventa l'agiografia sprezzante del suo vero protagonista: il denaro. Io credo che il testo non abbia molta coerenza interna e porti con sé un grosso problema relativo alla linea cronologica sullo sviluppo degli eventi: un paragrafo parla di bambini, in quello successivi sono tutti sposati con figli. Ne sconsiglio la lettura.

  • User Icon

    Laura

    27/08/2020 06:42:13

    Gran bel libro, mi è piaciuto molto e l’ho letto tutto d’un fiato. Avvincente, a tinte forti, eppure scritto con delicatezza e leggerezza. La Storia si intreccia con le vicende familiari di una dinastia di imprenditori, con l’amore e l’odio, la maldicenza e i maneggi. Il desiderio inesauribile di “arrivare” si scontra contro i preconcetti di una società arretrata. Difficile staccarsi da questo libro al termine della lettura.

  • User Icon

    Cristian C

    26/08/2020 08:21:43

    Il libro più bello letto quest'anno. La storia dei Florio è sempre affascinante ma Stefania Auci ha saputo renderla ancora più magica. Il libro ti lascia una voglia infinita di Sicilia.

  • User Icon

    Alessia

    11/08/2020 13:52:00

    Scritto divinamente. Molto bello ed emozionante

  • User Icon

    MarioV

    03/08/2020 14:53:04

    Un libro che ti appassiona e ti costringe a leggerlo tutto d’un fiato. Da buon palermitano, sono cresciuto tra quelle strade citate nel libro, ritrovando l'atmosfera ed i ricordi di ragazzino. Così, è stato ancora più intricante immaginare e rivedere luoghi e situazioni di una storia che appartiene a tutti i palermitani. Consigliatissimo!

  • User Icon

    Silvia

    03/08/2020 07:43:59

    Una storia davvero avvincente. Il susseguirsi degli avvenimenti tiene incollati alle pagine, la lettura è scorrevole e con molti colpi di scena. Si viaggia attraverso 70 anni di storia senza nemmeno accorgersene e ci si affeziona alla famiglia Florio.

  • User Icon

    elide apice

    03/08/2020 07:03:38

    Lo prendi inizi a leggere, ti scontri con la lentezza delle prime pagine che poi procedono a passi svelti nella storia e nelle storie e finisci per appassionati a una famiglia, ai suoi difetti, alla sua determinazione, a una grande storia d'amore e non puoi più dimenticare Vincenzo e Giulia... Davvro consigliato!

  • User Icon

    Ida

    01/08/2020 17:46:18

    Da palermitana sono stata rapita da questo libro perché in gioventù sentivo sempre parlare dei Florio e la storia raccontata dalla Auci mi ha fornito un grande contributo per approfondirne la conoscenza. Complimenti all'autrice che ha saputo realizzare con grazia e passione un romanzo storico in cui la storia di una famiglia influenza per un secolo e mezzo quella dell'intera Sicilia in tutti i suoi aspetti, sociale, economico, umano.

  • User Icon

    Roberta

    28/07/2020 20:38:05

    Un libro che non mi incuriosiva malgrado la pubblicità me lo riproponeva occasionalmete e inaspettatamente mi è stato regalato!!!. L'ho letto in 3 giorni; praticamente divorato! È un romanzo avvincente, in un contesto storico del nostro paese e dell'Europa altrettanto appassionante. Lo consiglio!

  • User Icon

    Lorena

    22/07/2020 11:46:22

    "Quando si diventa vecchi, si vuole rallentare il tempo, ma il tempo non si ferma. E allora ti tieni strette le cose. Se loro ci sono, tu ci sei ancora. Non la vedi, non la vuoi vedere, la vita che sgocciola via... Noi li chiamiamo ricordi, ma siamo bugiardi, cose come questo scialle o il tuo anello- indica la fede di oro battuto appartenuta ad Ignazio- sono ancore per una vita che se ne va" Stefania Auci racconta la storia di una delle famiglie siciliane più importanti e influenti: la famiglia Florio partita da Bagnara Calabra per approdare in Sicilia piena di paure e speranze. Una famiglia che all'inizio cerca di lottare per sopravvivere con il loro piccolo commercio di spezie e che finisce per acquisire un potere sorprendente che li porterà ad essere una delle famiglie di commercianti più in vista della Sicilia fino a farli conoscere in tutto il mondo anche e forse soprattutto per il nettare siciliano: il marsala. Un romanzo che racconta non solo l'ascesa sociale di questa famiglia, i loro amori, i loro sentimenti a volte brucianti e nascosti ma anche la storia d'Italia dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia.

  • User Icon

    Vale1010

    22/07/2020 09:00:46

    Ho amato moltissimo questa storia, i personaggi sembrano reali, le figure e i loro sentimenti sono descritti molto bene. Da siciliana non ho potuto che amarlo!

  • User Icon

    Emilio

    20/07/2020 20:54:02

    le storie vere di personaggi o, come in questo caso, di famiglie, mi hanno sempre interessata. Anche questa saga l'ho trovata interessante per il contesto storico, bene inquadrato dall'autore attraverso una breve introduzione al capitolo. E appassionante per la vicenda. Ho scelto bene.

  • User Icon

    Sonia P.

    20/07/2020 17:00:23

    La storia della famiglia Florio sullo sfondo delle vicende della Sicilia. A chi non l'ha ancora letto, lo consiglio per il ritmo narrativo avvincente.

  • User Icon

    Federica

    15/07/2020 10:00:37

    Coinvolgente. Avvincente. Interessante storia di evoluzioni familiari, che dimostra come la vita possa offrire sempre dei lati positivi nonostante le vicissitudini controverse.

Vedi tutte le 422 recensioni cliente

Un romanzo come I leoni di Sicilia non lascia indifferente nessun conoscitore di Palermo. Le sue pagine materializzano davanti al lettore l’architettura reale della città e dei suoi abitanti, camminarci dentro è un piacere al quale difficilmente chi ama quei luoghi può resistere.

La storia dei Florio si snoda per i vicoli vocianti e assolati di una città inebriante, popolata di gentiluomini inglesi, gretti faccendieri e nobili in rovina, si intreccia ai grandi avvenimenti storici e alla geografia stessa del territorio.

Fin dal meraviglioso quadro di Corcos in copertina, questo romanzo è la promessa di una favola, quella di una famiglia di commercianti calabresi consegnati alla leggenda siciliana. Racconta di un’ambizione ardente, di un’ascesa senza arrivismo, di un riscatto tanto sofferto quanto trionfante, è un romanzo che parla delle nostre radici e delle loro contraddizioni.

La scrittura realista di Stefania Auci imbriglia una storia palpitante come il Ballo al Moulin de la Galette per dipingere Il quarto stato, ma la sua piana razionalità non frena il lettore, che ormai inebriato dall’aroma delle spezie, deve arrivare alla fine per dire che sì: i Florio ce l’hanno fatta.

 
Recensione di Alice Caly
Si ringrazia il Master Professione Editoria dell'Università Cattolica di Milano

  • Stefania Auci Cover

    Stefania Auci è una scrittrice e insegnante di sostegno. Tra i suoi libri ricordiamo: Florence (Baldini + Castoldi, 2015) e La cattiva scuola (Tlön, 2017) scritto con l’amica e collega Francesca Maccani. Nel 2019 esce per Nord I leoni di Sicilia. La saga dei Florio. Per scriverlo l'autrice ha condotto numerose ricerche: ha setacciato le biblioteche, ha letto tutte le cronache giornalistiche dell’epoca, ha esplorato i possedimenti dei Florio e ha raccolto con puntiglio i fili della Storia che si dipanano tra abiti, canzoni, lettere, bottiglie, gioielli, barche, statue. E una realtà culturale che ha lasciato il segno non solo in Sicilia. Approfondisci
Note legali