Leopardi. L'infanzia, le città, gli amori

Renato Minore

Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Edizione: 4
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 maggio 2001
Pagine: 297 p.
  • EAN: 9788845249372
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 4,86
Descrizione
Al centro di questo libro i giochi, i sogni, i terrori dell'infanzia nel soffocante microcosmo familiare di Giacomo Leopardi, tra una madre gelida e un padre debole e "colto". Lo scontro con la Roma dei potenti, dei postulanti, dei letterati che trescano con la gloria. La sofferenza della diversità fisica, oggetto di continua maldicenza. Una infelice passione vissuta sotto la tutela del chiaccheratissimo Ranieri. Gli ultimi anni della Napoli chiassosa dei lazzaroni e dei Pulcinella, su cui incombe il terribile colera del 1837. Il Leopardi di Minore è tenero e disperato, curioso e appassionato, fragile e implacabile. Dolorosamente uomo quando offre l'amata Fanny al bel Tonino o medita una profetica lettera a un giovane del Ventesimo secolo.

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Guido Beily

    03/12/2011 01:58:43

    Questo libro,pubblicato per la prima volta da Bompiani nel 1987,non è-né aspira ad essere-un saggio accademico e compassato sulla vita di uno dei massimi poeti italiani di sempre.Chi desidera conoscere più minutamente la vicenda umana e intellettuale di Leopardi dovrà consultare altre biografie,più esaustive e ponderose di questa,la cui pregevolezza sta proprio nel talento dimostrato dall'autore nel maneggiare con acume e scaltrezza una mole impressionante di dati.Per domare la propria curiosità,il cultore di Leopardi è invitato a confrontarsi-se non l'ha fatto ancora-con gli studi,oramai datati e di reperibilità tutt'altro che agevole,che,fra gli altri,Ferretti e Damiani hanno consacrato alla vita dell'illustre poeta recanatese.L'opera di Minore-che è insieme biografia ufficiale(cioè basata su fonti autorevoli)e biografia immaginaria(genere che fu vivacemente deplorato,come è noto,da Croce)-indaga l'infanzia e la famiglia di Giacomo,la sua intelligenza versatile e precoce,i suoi studi giovanili(di carattere eminentemenete filologico),le sue disperate peregrinazioni-Roma e Napoli,spietate metropoli,non tardarono a deludere le fantasie di questo provinciale coltissimo e inesperto,a suo agio in nessun luogo-,i suoi travagli amorosi,gl'innumerevoli malanni fisici e spirituali,la disincantata ma virile concezione della vita.La scrittura di Minore-elegante nella sua ricercata sobrietà-rende ancora più piacevole la lettura di questo esile volume,lodevole omaggio a un pensatore di insuperata grandezza.

Scrivi una recensione