La Locanda degli Annegati e altri racconti

Georges Simenon

Traduttore: M. Bevilacqua
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 161 p., Brossura
  • EAN: 9788845927812
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,40

€ 10,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    05/12/2017 13:04:56

    A Georges Simenon non si può di certo rimproverare una scarsa creatività, visto che solo per le prose che hanno come protagonista il commissario Maigret ha scritto 75 romanzi e 28 racconti. Questi ultimi non sono delle semplici e succinte narrazioni, bensì sono piuttosto lunghi e completi, poiché sono relativi a indagini complete, tanto che, molto spesso, mi sono chiesto il motivo per cui l’autore belga non abbia ampliato maggiormente il discorso raggiungendo la dimensione del romanzo vero e proprio. Al riguardo credo che in taluni casi sia subentrata una certa dose di stanchezza, non improbabile in uno scrittore così fecondo. E’ pertanto da affrontare con i soliti criteri di lettura utilizzati per Simenon anche questa raccolta di racconti. Il primo, L’innamorato della signora Maigret è quel che si può definire una spy-story, con il commissario che, quando riesce a trovare il bandolo della matassa, deve passare il caso ai servizi segreti francesi. Nel secondo, La vecchia signora di Bayeux, c’è l’omicidio di un’anziana signora, assai danarosa, con una sostituzione di cadavere, al fine di realizzare un delitto perfetto. E’ ovvio, però, che nulla sfugge al celebre commissario che arriverà pressoché subito alla soluzione del caso. Nel terzo, La Locanda degli Annegati, sotto la parvenza di un incidente automobilistico si cela un efferato delitto. Tutto sembra difficile, per non dire impossibile, e anche Maigret pare annaspare nel vuoto, ma poi lo soccorre la sua straordinaria intuizione e anche questo caso viene risolto. Il quarto, Stan l’Assassino, conclude malamente una raccolta fin qui di buon livello; in effetti, sembra che in questo racconto Simenon si sia lasciato prendere la mano, esagerando con la fantasia, e presentando personaggi che sono al di fuori di ogni contesto logico. In conclusione un libro buono per una lettura d’evasione.

  • User Icon

    avana2@alice.it

    18/06/2017 15:17:14

    L'editore nella pubblicazione dei racconti segue l'ordine disposto da Gallimard nel 1944 ne "Les nouvelles enquêtes de Maigret" . Quindi è un caso che i 4 racconti della "Locanda..." appaiano come dei cammei che colpiscono il lettore per la loro particolare compiutezza e coinvolgimento sensoriale, distaccandosi dagli altri pur gradevoli 13 racconti raccolti da Adelphi in "Rue Pigalle" e "Assassinio all'Etoile du Nord".

  • User Icon

    claudio

    11/01/2016 17:09:18

    Quattro racconti interessanti su quattro indagini di Maigret.

  • User Icon

    Tommaso Di Nella - Lawyer

    20/10/2014 19:17:16

    Georges Simenon è veramente Grande. Per fortuna ha scritto tantissimi racconti. Il libro è tra quelli da non perdere.

  • User Icon

    Loris

    03/09/2013 10:23:32

    Le quattro indagini raccolte in questo volume si sviluppano nella dimensione breve del racconto, senza che questo limiti la capacità di Simenon di delineare abilmente personaggi e ambienti eterogenei. Si parte con una spy-story parigina che assume toni quasi da commedia con l'intervento della signora Maigret, per approdare poi alla provincia francese. 'La vecchia signora di Bayeux' è la prova più felice, un ritratto di intrighi e ipocrisie piccolo-borghesi, motivati come sempre dall'avidità e dall'invidia. Il racconto del titolo gioca con gli inganni della passione e sfrutta uno scenario piovoso molto suggestivo. Il finale è affidato alla storia per certi versi più cruda ('Stan l'assassino'), dove la violenza e la vendetta sono i temi dominanti.

  • User Icon

    Piero Giombi

    29/04/2013 20:19:37

    Simenon è stato indubbiamente il più grande giallista del Novecento. Come insegnante di Lettere, trovo che la sua rappresentazione del Commissario Maigret sia molto educativa: duro con gli arroganti e i potenti, amichevole con gli umili. L'ho proposto diverse volte ai miei allievi e vorrei assegnarlo anche quest'anno come lettura estiva. Da parte mia, sono stato fortunato: ho trovato su una bancarella, per pochi euro, due volumoni con un sacco di racconti di Simenon. Unica pecca: sono ambientati negli anni Trenta - Quaranta e bisogna spiegare un po' ai ragazzi la mentalità e il modo di vivere di quell'epoca. Comunque, sono lieto che abbiano un ottimo successo di vendite, ancora dopo tanti anni. Sono ormai, nel loro genere, dei classici.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione