La locanda della sesta felicità di Mark Robson - DVD

La locanda della sesta felicità

The Inn of the Sixth Happiness

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Inn of the Sixth Happiness
Regia: Mark Robson
Paese: Stati Uniti
Anno: 1958
Supporto: DVD
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 8,99

Venduto e spedito da Lallystore

+ 4,99 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 4,99 €)

Negli anni Cinquanta una coraggiosa missionaria inglese sceglie di recarsi in Cina, dove riesce a salvare molti bambini dall'atrocità della guerra.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Teresa

    07/11/2007 10:04:27

    La scena della sfasciatura dei piedi è un pugno nello stomaco ... Grandissimo e Bellissimo film!

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2003
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 152 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - stereo);Tedesco (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Francese; Olandese; Spagnolo; Inglese; Tedesco
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Ingrid Bergman Cover

    "Attrice svedese. Volto di una intensa e pacata bellezza, occhi che sanno esprimere amore in ogni fotogramma, grande interprete sia di ruoli leggeri da commedia sia di densi personaggi drammatici, subito nota come «il più illustre regalo della Svezia a Hollywood», rimane orfana da bambina, ma grazie a uno zio può frequentare la scuola d'arte drammatica del Teatro reale di Stoccolma e debutta nel cinema nel 1935 interpretando ben cinque film in un solo anno. Notata nel ruolo della violinista in Intermezzo (1936) di G. Molander dal tycoon D.O. Selznick, che vede in lei «una straordinaria qualità di purezza e nobiltà e una personalità di star molto rara», è invitata a Hollywood, dove nel 1939 debutta nello stesso ruolo nel remake del film a opera di G. Ratoff. Il film non è un grande successo,... Approfondisci
  • Robert Donat Cover

    Attore inglese. Inizia a lavorare in teatro nel 1921 come squisito interprete del genere sentimentale, e continua a calcare le scene nonostante l'intensa attività cinematografica in cui debutta con Men of Tomorrow (Uomini di domani, 1932) di L. Sagan. Ottiene una fama istantanea e internazionale con Le sei mogli di Enrico VIII (1933) di A. Korda e, dopo la parentesi americana di Il conte di Montecristo (1934), chiamato da R.V. Lee, che l'aveva voluto per That Night in London (Quella notte a Londra, 1932), si dedica a rilevanti produzioni britanniche, approfittando della sua voce, molto espressiva e attraente. Offre una straordinaria prestazione in I trentanove scalini (1938) di A. Hitchcock, Il nemico di Napoleone (1942) di C. Reed e Tutto mi accusa (1948) di A. Asquith. Rilevanti anche le... Approfondisci
Note legali