Luoghi misteriosi, esoterici e magici

Laura

Editore: Borelli
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 154,14 KB
  • EAN: 9788886721783
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 1,49

Venduto e spedito da IBS

1 punti Premium

Scaricabile subito

Aggiungi al carrello Regala

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Descrizione

"Il vero mistero del mondo non è l'invisibile, ma il visibile" (O. Wilde). Le cose, e purtroppo anche le persone e le idee, sono note non per la loro autenticità, ma soltanto per una serie di luoghi comuni, concatenati uni agli altri. Mai come in questo tempo si è assistito alla confusione delle lingue, alla morte della parola, all'impossibilità di comunicare, perché il linguaggio è stato imbastardito, impoverito, snaturato, e viviamo il tempo in cui la fine del linguaggio verbale ci costringe alla scoperta di un linguaggio non verbale, qualcosa di vero, legato alla nostra natura, alla nostra cultura, al nostro stesso essere. Qualcosa di nuovo che avrà ragione di esistere soltanto se sarà veramente antico legato alle tradizioni della cultura popolare. Viviamo la babele delle lingue, anche nella stessa città, nello stesso paese, nella stessa casa, senza avere nemmeno il fascino drammatico e irripetibile della caduta della torre di Babele. Viviamo tempi che, per dirla con Maximilien Robespierre, sono un miscuglio di genio e volgarità, ma quest'ultima ha premio su tutto e il genio, per non essere deriso, perseguitato, assassinato, deve nascondersi. Questo libro non si rivolge a quei signori, e delle loro critiche e asserzioni non si cura, perché se ci si ferma ogni volta che un cane abbaia, non si finirà mai la propria strada. Questi signori, gli ottusi emuli del professor Cremonesi che si rifiutava di guardare nel cannocchiale di Galileo, ma che era pronto a farlo condannare dall'Inquisizione, negherebbero ora ciò che noi voghiamo non dire in modo astratto e fumoso, ma mostrare con evidenza nella realtà, che sarà inspiegabile, ma è visibile. Negherebbero le fiamme azzurre che escono da una roccia da secoli, il sangue che sgorga da una statua in legno del Cristo, le tradizioni delle donne che vennero chiamate streghe dai loro padri e inviate al rogo.