Traduttore: M. L. Spaziani
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 settembre 2016
Pagine: XLVIII-423 p., Brossura
  • EAN: 9788804672296
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,67
Descrizione

"Uragano dei cieli che si abbatte sulla vita, la sconvolge, strappa via ogni resistenza e risucchia nell'abisso l'intiero cuore": così intende l'amore la giovane Emma Rouault che, nutrita di sogni romantici, sposa Charles Bovary, un tranquillo medico di campagna. Né la devozione del marito né la maternità placano la sua insoddisfazione e irrequietezza: la vita di provincia le appare meschina. Simbolo di un'insanabile frustrazione sentimentale e sociale, Emma insegue l'amore tra le braccia dei suoi amanti e si indebita per riempire il vuoto della sua anima vivendo al di sopra delle possibilità del marito. Assoluto capolavoro del romanzo moderno, Madame Bovary procurò al suo autore un clamoroso processo per oltraggio alla morale.

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maria Antonietta

    21/09/2018 10:52:21

    Madame Bovary è un libro particolare. Per poterlo effettivamente apprezzare devi trovare il momento giusto, il periodo adatto per un romanzo così peculiare con una protagonista così singolare. La prima volta che l'ho letto ero al ginnasio, non l'ho apprezzato per nulla, mi sentivo così lontana dalla protagonista, non riuscivo a comprendere le azioni e le scelte di Emma. Le trovavo semplicemente distruttive. Continuavo a domandarmi perché non le bastava quello che aveva, quello che possedeva. Alla fine aveva una bella famiglia, un uomo che la amava, una dolce figlia, cosa poteva volere di più? Non riuscivo a comprenderla. Poi molti anni dopo, durante i miei 20 ho ripreso in mano questo libro nell'edizione Mondadori che è la migliore in circolazione, la più curata e approfondita, e mi sono innamorata completamente di Emma e soprattutto di Flaubert. Uno scrittore coraggioso, precursore dei tempi, con un modo di scrivere fluido, molto lirico ma al contempo semplice. Fatevi un regalo e leggete questo libro, vi conquisterà.

  • User Icon

    Simone Fontana

    19/08/2018 15:26:58

    Una sola parola: magnifico! L'edizione Mondadori è la migliore in circolazione grazie all'aggiunta della recensione che Baudelaire scrisse all'uscita dell'opera. E Madame Bovary, beh, è tutt'oggi uno dei romanzi più arditi del canone occidentale, geniale nella forma, dallo stile mai statico ma estremamente dinamico, che muta in ogni capitolo con alcuni momenti d'inaspettata unicità, moderno nei dialoghi, tappa irrinunciabile per ogni lettore che si rispetti, momento fondamentale per tutti i futuri scrittori... come, non l'avete ancora letto? Ma cosa state aspettando? Recuperaratelo subito se avete un po' d'amore verso voi stessi, perché questa è la grande Letteratura!

  • User Icon

    patrizia franchina

    06/05/2018 15:50:00

    Si chiamano classici quelle opere che hanno di per sé un valore indipendentemente dall’epoca in cui sono stati scritti, tuttavia essi hanno la forza di prendere per mano il lettore e condurlo alla scoperta di altre epoche, abitudini, modelli di vita che per quanto lontani storicamente, ci appartengono; se rileggi un classico, e devi farlo solo se ti piace, scopri sempre, ad ogni rilettura, qualcosa che ti era sfuggita ad una precedente, specialmente se fatta in gioventù. Ho appena finito di rileggere Madame Bovary, un classico del romanticismo francese. La prima volta che l’avevo letto, avevo provato pena per la povera Emma, per la sua struggente voglia di essere amata, e difficoltà di accettare l’amore del marito, un uomo modesto e concreto incapace di comprendere la sua insoddisfazione, in questa rilettura ho trovato altro. Emma, una giovane donna irrequieta e sognatrice, cerca di riscattarsi da un mondo povero di emozioni, chiuso e triste e questo desiderio costituisce un tentativo di ribellione ai canoni sociali della società di allora, solo che in quanto donna, la sua realizzazione passa necessariamente attraverso l’amore di un uomo, anzi ne è imprescindibile; Emma è desiderosa di cambiare la sua vita ma crede di poterlo fare solo attraverso l’amore di un uomo, ma gli uomini che incontra sono meschini e vacui per cui non può non perdere. Emma rappresenta l’ingenuità, la freschezza dei sogni adolescenziali, impossibili da conciliare con il presente. E’ una incantevole ribelle che di dibatte tra sogno, desiderio e realtà e non può che uscirne sconfitta; forse il cuore di questo romanzo è proprio l’inconciliabilità tra i sogni, le aspirazioni di ciascuno e la realtà di ogni giorno molto più prosaica.

Scrivi una recensione