Categorie

Danilo Pagliaro, Andrea Sceresini

Editore: Chiarelettere
Anno edizione: 2016
Pagine: 218 p., Brossura
  • EAN: 9788861907119

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Guerra e difesa - Forze di terra

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 8,64

Un brano dell'intervista di Wuz

WUZ - Lei sostiene che dietro ogni legionario – per non dire ogni soldato – c’è una diversa ragione per impugnare le armi ed entrare in un esercito. Nel suo caso, qual è stata la molla che l’ha spinta a indossare il kepì?

Danilo Pagliaro - Sono andato in Francia per cercare lavoro e perché avevo deciso di lasciare l'Italia. Mia moglie era francese, per cui conoscevo bene la situazione di quel Paese, per niente paragonabile alla nostra. In Francia, per esempio, c'era un'assistenza sociale incredibile. Anche trovare lavoro sembrava più facile. Arrivato in Francia ho visto che la Legione esisteva veramente e ho "scoperto" la possibilità di fare quello che avevo sempre desiderato: un mestiere che potesse farmi sentire soddisfatto, realizzato e che mi permettesse di lavorare dalla parte "giusta", servendo in prima persona valori e ideali che ho sempre avuto. Inoltre c'era la consapevolezza di trovare la sicurezza che un posto nelle Forze Armate avrebbe potuto darmi, e quando si intravede un'opportunità così, a trentasei anni...

WUZ - Ci racconta un episodio – non di guerra guerreggiata, sappiamo che un soldato non racconta mai quel che accade sul campo di battaglia – un episodio della sua vita di soldato, insomma, che ai suoi occhi esemplifichi bene l’essenza di una vita come quella che ha scelto?

Danilo Pagliaro - Durante il periodo delle sommosse di Bangui, nel 1996, mi trovavo in ascolto radio nel mezzo blindato delle trasmissioni, parcheggiato a fianco alla casa dove stava il Colonnello, comandante delle Forze francesi presenti in quel momento in Repubblica Centrafricana. A causa di un contatto, la situazione si era fatta estremamente tesa, per cui verso le tredici del pomeriggio ero ancora lì. A un certo punto ho sentito la porta blindata posteriore aprirsi di colpo. Siccome stavo ricevendo un messaggio, non ho nemmeno alzato gli occhi per vedere chi fosse, ma ricordo bene l'odore di pomodoro caldo che invase il mezzo blindato. Sul retro del mezzo era arrivato il Colonnello comandante con un piatto fumante di pasta al pomodoro in mano. Mi ha detto: «Pedro, so che sei qui dalle due di mattina e sicuramente hai fame. So anche che sei italiano, per cui ti ho preparato un piatto di pasta col pomodoro fresco. Se hai ancora fame passami un messaggio...»

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luigi

    11/03/2017 16.39.49

    Libro interessante ma mi aspettavo di piu' in termini di narrazione e racconto di missioni. Mi ha dato molte informazioni utili che prima non conoscevo, ma mi ha lasciato con l'acquolina in bocca. Per questo motivo la mia valutazione non si spinge oltre. Spero vivamente di leggere altri suoi libri di missioni vere e proprie.

  • User Icon

    Alessio

    09/10/2016 08.23.21

    Bellissimo libro, testimonianza diretta di un appartenente alla Legione Straniera. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Davide Pavani

    27/07/2016 17.04.31

    Libro letto tutto d'un fiato ti fa capire cos'è la Legione e come ti insegna a stare al mondo oltre che a sopravvivere nei posti dove c'è la guerra.. Quella vera!! Sono un Vigile del Fuoco professionista e lavoro in una prima linea molto differente da quella in cui opera la legione... Ma ho molto apprezzato le testimonianze Scritte da Danilo Pagliaro,il quale è riuscito anche a farmi commuovere soprattutto negli ultimi capitoli. É riuscito a farmi comprendere qual è il vero spirito di un vero Legionario e sarebbe per me un vero Onore poter stringere la mano ad una persona cosi.Grande libro grande Danilo Onore a te. Davide

  • User Icon

    Giancarlo

    08/05/2016 19.56.01

    Libro molto bello, che ho letto tutto di un fiato! Complimenti all'autore per la sua serenità e per la capacità di analisi anche verso se stesso. Un grazie infine per avermi fatto tornare giovane (siamo coetanei) e fatto rivivere pensieri, emozioni, dubbi e paure di quando ero in accademia a Livorno! Lo suggerisco a tutti coloro i quali credono che chi sceglie di dedicare la vita al servizio della propria Patria e quindi degli altri, sia solo mosso da moti di auto-esaltazione!

  • User Icon

    Ale

    18/04/2016 13.59.41

    Libro oltremodo scorrevole che descrive il percorso personale, coraggioso e faticoso, di un uomo verso una diversa consapevolezza di sé. Non è un inno alla Legione Straniera che anzi sembra rappresentare più uno strumento che un fine. E' un inno alla vita, alla voglia di non arrendersi nonostante le difficoltà ed al coraggio di cambiare.

  • User Icon

    Sara

    01/03/2016 17.51.29

    Mai avere paura. Mai avere paura di cadere e rialzarsi. Mai avere paura di toccare il fondo e poi rinascere, perchè è solo così che si può scoprire la parte più profonda di un uomo. Una testimonianza che non vuole essere solo un "bollettino di guerra" ma che ci vuol far capire la vera essenza dell'essere un Legionario. Uno di quelli veri, con i suoi tormenti interiori, senza doversi nascondere dietro agli stereotipi. Un libro pieno di spunti di riflessione, interessante nei riferimenti storici, fluente nello stile. L'ho letteralmente divorato.

  • User Icon

    Alessandro C.

    01/03/2016 12.36.03

    Libro scritto malissimo da un esaltato.

  • User Icon

    Tonante

    09/02/2016 10.36.35

    Splendido libro per capire cos'è oggi la Legione Straniera. Lettura molto scorrevole e avvincente, vengono alternate informazioni utili e concrete all'esperienza diretta e reale dell'autore. Sul finale problemi legati all'attualità... da leggere con attenzione! Consigliato vivamente!!!

  • User Icon

    Antonio

    07/02/2016 14.36.14

    Davvero un ottimo libro, scritto da una persona che realmente ha vissuto questa realtà e sinceramente credo che meglio di lui possa raccontare tutto ciò. Lo consiglio. Grande Danilo.

  • User Icon

    Giuseppe Sosta

    02/02/2016 11.53.42

    Sottotitolo: come la paura della morte scaccia la paura del vivere quotidiano (dove nessuno ti dà medaglie ma sei punito lo stesso). Ma pur sempre di paura si tratta. La Legione come grembo: vita di un legionario non pentito che ci rimane per venti anni. Ma più dei percorsi di guerra ci parla dei percorsi suoi interiori. Nessun pentimento ma nemmeno nessuna autocritica: la guerra è guerra (soprattutto per chi la subisce e non per chi la fa volontariamente, verrebbe da dire). Assordante la mancanza del tema dell'amicizia e del cameratismo. Non mancano invece le considerazioni personali sui grandi temi della vita, della politica, della società (l'Italia corrotta, gli italiani voltagabbana, i giovani smidollati, le donne , il decadimento dei costumi, il passato, il futuro ecc. ecc. ecc.) non capendosi bene da dove si tragga la legittimazione a dire la propria su tutto e su tutti. Comunque un libro istruttivo.

  • User Icon

    Massimiliano68

    27/01/2016 19.06.11

    Un libro favoloso e non romanzato che racconta la vita che si conduce nella Legione straniera,io l'ho letto tutto d'un fiato,e ne sono rimasto entusiasta,consigliatissimo per chi vuole conoscere la realtà di questo storico corpo d'elite,i racconti dell'autore sono molto avvincenti.

  • User Icon

    Nunzio.p

    25/01/2016 18.39.56

    divorato in poche ore, le pagine scorrono una dietro l'altra e arrivato alla fine vorresti ce ne fossero altre 200 da leggere. Fantastico

  • User Icon

    Felice

    24/01/2016 11.45.06

    Da buon appassionato del genere questo libro è entrato subito nella mia collezione personale...che dire: libro fantastico, letto tutto d'un fiato, il volume è eccezionalmente scorrevole, chiaro, semplice, diretto, VERO. L'autore ha descritto la Legione Straniera con chiarezza, ha analizzato la mentalità che caratterizza questi uomini, che da un capo all'altro del mondo vengono a mettersi in gioco di nuovo nella vita, a ricominciare da zero una nuova esistenza, a basare il loro essere in principi quali la fratellanza, il cameratismo,l'amicizia, la serietà, il sentirsi parte di un gruppo. Consiglio questo libro a tutti, appassionati del genere e non, perché oltre alla storia, questa opera parla del non mollare mai, di ricominciare sempre, di combattere a testa alta le avversità della vita. #maiaverepaura

  • User Icon

    filippo

    22/01/2016 21.22.46

    Una volta per tutte un libro che racconta la verità sulla Legione Straniera e che fa prendere le distanze da tutte le dicerie che si sentono e leggono ovunque. Da leggere tutto d'un fiato. Chi meglio di un Legionario come Danilo Pagliaro per immergersi in questo corpo d'èlite? Lo consiglio a tutti poichè oltre alla veridicità dei fatti raccontati è un libro coinvolgente, non ci si stanca di leggerlo, suscita di continuo la curiosità del lettore. La cosa certa è la veridicità della fonte che ha dato origine al libro, quindi affidabilità al 100% Spettacolare! Un Bellissimo lavoro! Complimenti!

  • User Icon

    Roberto

    22/01/2016 14.52.29

    Grande libro scritto da un vero professionista che ha saputo trasmettere il suo amore ed onore verso la patria, il lavoro e la vita.

  • User Icon

    roberto mussetta

    22/01/2016 11.42.40

    dopo decine di libri sulla storia della Legione Straniera o resoconti romanzati di ex appartenenti o ancora biografie di disertori, finalmente un libro veritiero e attuale sulla Legione Straniera di oggi. non servono parole o proclami ma solo fatti: compratelo e non ve ne pentirete

  • User Icon

    Giuseppe

    22/01/2016 09.02.42

    Uno spaccato di vita di una persona molto particolare, Danilo, inusuale. Un romantico che ha scelto una strada assolutamente non battuta. Dal libro traspare la sua personalità indomita. Non è un romanzo, e non è un libro che tratta solo di guerra.

  • User Icon

    Mauro Castagnoli

    22/01/2016 00.47.10

    Libro estremamente coinvolgente scritto da un vero veterano della mitica Legion, qui si descrive la realtà della vita che affronta un Legionario in pace e in guerra, lo consiglio vivamente a ogni simpatizzante e appassionato dell'argomento

  • User Icon

    Mattia C.

    21/01/2016 23.04.51

    Impossibile non acquistarlo, un ottimo libro di una lettura stupendamente piacevole e scorrevole, non deve mancare nella biblioteca personale!

  • User Icon

    Iori Alessandro

    21/01/2016 22.36.55

    Libro intenso, coinvolgente,"vero", veramente bello ti apre una finestra sul mondo della Legione Straniera e sull'uomo che gli appartiene

Vedi tutte le 21 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione