Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Giampaolo Visetti

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Dalai Editore
Collana: Le boe
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 4 novembre 2008
Pagine: 284 p., Brossura
  • EAN: 9788860734594
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 8,50

€ 17,00
(-50%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Giampaolo Visetti

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Giampaolo Visetti

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Giampaolo Visetti

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ci sono grandi scrittori che prestano la loro penna al giornalismo e giornalisti che scoprono la vocazione alla scrittura nel corso di carriere straordinarie. Giampaolo Visetti è inviato per "la Repubblica" in zone di guerra e in quelle porzioni del pianeta dimenticate da tutti e in cui i conflitti non iniziano e non finiscono, ma semplicemente esistono. Cronista attento ai paradossi del mondo globalizzato, ha raccontato il difficile percorso della nuova Russia putiniana e delle repubbliche ex sovietiche, divise tra un rinnovato ossequio a Mosca e la volontà di salire sul carro guidato dal nuovo amico americano, il riesplodere dei mai sopiti conflitti etnici nei Balcani e nel Caucaso, e le tragedie dei Paesi africani, in cui continuano nel silenzio generale le guerre e il depredamento delle risorse. Testimone oculare di stragi e follie, Visetti possiede un registro unico, fedele alla sua visione del mondo in cui le persone violate, gli sconfitti e gli emarginati sono i soli che "possono avvicinarci alla verità"; dal bambino allevato dai cani nella sconfinata periferia moscovita, ai morti e ai sopravvissuti all'assalto alla scuola di Beslan, dalla famiglia che ha deciso di tornare a vivere a Chernobyl, alla cuoca sudafricana vittima del "nuovo apartheid", fino al popolo inuit che si sta lasciando morire tra i ghiacci. Storie di questo nostro mondo, storie di persone che non hanno mai ricevuto una carezza.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'informazione che ci giunge dai paesi più lontani rischia di smarrirsi in un rumore di fondo sempre uguale, in un'indifferenza provocata dall'uniformità, dal fatale ripetersi degli stessi orrori, delle stesse carestie, delle medesime stragi. Diviene presto ripetizione, e conduce all'impotenza, alla sterilità del reporter e alla completa assuefazione dell'opinione pubblica, posto che ne esista ancora una. Troppi anni di guerre, di repressioni, di logiche imperiali che offrono, nelle rispettive sfere di influenza, la totale impunità e l'assenza di reali testimoni: tutto questo rende la parola dei giornalisti priva di suono, di peso, di reale impronta nella realtà.
Il libro di Giampaolo Visetti, che raccoglie i pezzi scritti nell'arco di cinque anni per "la Repubblica", dall'Africa e dal profondo Est dell'Europa (sino al Caucaso e all'Asia centrale), cerca di opporsi a questo destino di indifferenza e di silenzio, muovendo da una forte premessa umanistica e gettando sulle cose uno sguardo morale, una capacità di giudizio che superi le contingenze, sino a scorgere i calcoli crudeli che reggono gli eventi, e a denunciare ad alta voce le forze che operano per estendere il proprio potere e conservare il proprio arbitrio. Secondo l'autore, le linee che tracciano il presente partono da lontano, dagli abissi toccati dall'umanità nel corso del Novecento: il genocidio del popolo ebraico, il genocidio turco degli armeni, il gulag staliniano, le stragi serbe in Bosnia sono stati gli spartiacque storici della contemporaneità, il serbatoio misterioso del male. In Africa, dopo lo schiavismo e la ferocia coloniale, la rapina liberista degli ultimi anni moltiplica i massacri e la povertà: la fine della guerra fredda ha liberato, paradossalmente, le stragi razziali e le guerre civili regionali, scatenate da piccoli dittatori avidi di materie prime, che perpetuano il destino di un continente considerato ancora soltanto come un serbatoio di energia, uno sterminato bacino di ricchezze naturali.
Resta poi il grande affresco dei paesi ex sovietici: secondo l'autore, è un mondo in sé, e assimilarlo in uno schema di comunità internazionale resta pericoloso; le due ultime generazioni hanno assorbito il trauma spaventoso della fine di un'epoca, sfociata in un liberismo economico di assoluta crudeltà, che ha distrutto le garanzie sanitarie e sociali accumulate in settant'anni e abbassato nettamente la speranza di vita. La Russia sta cercando di consolidare, sotto l'autorità dei siloviki di Putin, i frutti delle razzie economiche dei tempi di Eltsin e la pax mafiosa degli oligarchi locali: le voci dissidenti vengono spazzate via senza pietà, come nel caso dell'eroica giornalista Anna Politkovskaja e di altre decine di giornalisti e avvocati che credevano in uno stato di diritto; la grande palude di orrori della Cecenia è stata ricoperta affidandola a un satrapo locale con diritto di vita e di morte, mentre il Cremino cerca di arrestare l'energia delle cosiddette "rivoluzioni a colori", sviluppatesi in Ucraina, Georgia e Kirgizistan con l'aiuto determinante dei dollari americani, nel tentativo di allargare l'influenza Nato a paesi di tradizionale orbita sovietica.
Sullo sfondo di tutto questo, l'umanità delle vittime, degli sconfitti, dei dimenticati: è a loro che l'autore affida la storia scritta dai vincitori, è con loro che è necessario confrontarsi per scorgere l'autentica realtà delle cose.
Giovanni Catelli
Note legali