Il malpensante. Lunario dell'anno che fu - Gesualdo Bufalino - copertina

Il malpensante. Lunario dell'anno che fu

Gesualdo Bufalino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
Pagine: 140 p., Brossura
  • EAN: 9788845201189
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 7,00

Venduto e spedito da Memostore

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Malpensante è chi pensa male, tecnicamente parlando, ma è, soprattutto, chi pensa il male e ne accarezza i nodi dentro di sé. Di entrambi i significati sostiene d'essersi ricordato Gesualdo Bufalino nell'intitolare la presente raccolta di aforismi, note azzurre, fusées, greguerias, obiter dicta, goliarderie, malumori e umori disposti a mo' di barbanera retrospettivo e offerti al passeggero, come si usava una volta. Uno zibaldone (o anche un diario travestito da libro sapienziale, un'opera dei pupi indecisa tra divertimento e passione) assai voluminoso in origine, ma da cui l'autore ha estratto solo le schegge che gli apparissero anticipi o riassunti delle sue più tenaci ossessioni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    spaggio

    03/05/2014 16:00:26

    Difficile inquadrare questo libro che non è un romanzo, non è un racconto, non è una raccolta di aforismi, non è un libro, in ultima analisi. Ma, pur essendo un "blob indefinibile", scritto con un'altezza di orizzonti culturali che non è da tutti, anche chi, come me, tali altezze non possiede, fa fatica a non fare la fatica di leggerlo fino alla fine: non tutto capisci, ma intuisci che qualcosa ti sta scivolando addosso e, in parte, resta appiccicato.

  • User Icon

    paolo

    21/04/2008 20:57:53

    per meno di dieci euro vi portate a casa un capolavoro straordinario che solo un paese come l'italia poteva cosi' tanto dimenticare..gesualdo bufalino e' semplicemente un genio ed ogni riga sa sorprendere e stupire.FAVOLOSO...!!!

  • Gesualdo Bufalino Cover

    Scrittore italiano. Si è rivelato tardivamente come narratore con il breve romanzo "Diceria dell'untore" (1981, Premio Campiello). In seguito ha pubblicato dei libri di poesia:("L'amaro miele", 1982), di memorie ("Museo d'ombre", 1982), "Il fiore breve ovvero le malizie della memoria", 1984), di aforismi ("Il malpensante", 1987), di scritti giornalistici ("Cere perse", 1985; "La luce e il lutto", 1988); un "Dizionario dei personaggi di romanzo da Don Chisciotte all'Innominato" (1982) e romanzi che hanno compiutamente rivelato il carattere lirico-autobiografico della sua scrittura: "Argo il cielo ovvero i sogni della memoria" (1984), "Le menzogne della notte" (1988, Premio Strega), "Calende greche" (1992), "Tommaso e il fotografo cieco" (1996). Da: "Enciclopedia della Letteratura", Garzanti,... Approfondisci
Note legali