Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 97 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il manifesto del libero lettore. Otto scrittori di cui non so fare a meno
17,58 € 18,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+180 punti Effe
-5% 18,50 € 17,58 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,58 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,57 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,50 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
9,99 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,58 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,57 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,50 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
9,99 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Il manifesto del libero lettore. Otto scrittori di cui non so fare a meno - Alessandro Piperno - copertina
Chiudi

Descrizione


Il libero lettore è colui che si lascia guidare dal capriccio, dalla sete e dalla necessità, che immergendosi in un'opera di narrativa non sta lì ad interrogarsi sullo spazio che essa occupa nella storia letteraria, ma cerca atmosfere, personaggi, buone storie.

"I libri sono strumenti di piacere, come la droga, l'alcol, il sesso, non il fine ultimo della vita." Questo l'assunto da cui muove "Il manifesto del libero lettore". Un grido di gioia, un'invocazione al capriccio, alla voluttà, ma anche all'indolenza e all'insubordinazione: perché leggere è un vizio, mica una virtù; diritto, intima necessità, non certo un obbligo istituzionale. Ecco chi è il libero lettore: un individuo un po' strambo, allo stesso tempo credulone e diffidente, squisito e volgare, sentimentale e cinico, devoto e apostata; un rompiscatole che diffida della gente ma ha un debole per i personaggi, che alle fauste bellezze della natura preferisce le gioie segrete della fantasia, convinto com'è che non c'è verità senza eleganza, né arte senza rigore. È così che Alessandro Piperno ripercorre la storia di un precoce amore mai venuto meno, quello per i romanzi, lungo le rotte tracciate da otto giganti della narrativa universale: Austen, Dickens, Stendhal, Flaubert, Tolstoj, Proust, Svevo, Nabokov. Affrontandoli "con amore, certo, ma senza alcun ossequio, con il piglio del guastafeste ansioso di svelare i segreti del prestigiatore". Del resto, il genio letterario è un mago spregiudicato e immaginifico. Jane Austen ha creato dal nulla un genere tutto suo, tra fiaba e romanzo, che non smette di incantarci; l'arte di Tolstoj di introdurre i personaggi non ha precedenti né epigoni all'altezza; l'ossessione di Proust per i tempi verbali illustra come nient'altro la dedizione a un passato irrecuperabile. "Il manifesto del libero lettore" è un'opera che esprime l'entusiasmo di chi, non dimenticando le ragioni per cui, appena adolescente, contrasse il vizio di leggere, ritiene che i grandi romanzi, per essere assaporati, pretendano il piglio, l'ironia e il disincanto della maturità.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
29 agosto 2017
156 p., Rilegato
9788804674016
Chiudi

Indice

Prologo

I cittadini del magico paese della narrativa

Tolstoj o dell'arte di introdurre i personaggi
Flaubert o dell'ambiguità del punto di vista
Stendhal o dell'orgoglio di scrivere male
Austen o quando la fiaba si fa romanzo
Dickens o del genio di iniziare un romanzo
Proust o dell'uso dei tempi verbali
Svevo o del miglior modo di vendicarsi
Nabokov o di come il gioco si fa tragedia

Biografie dei personaggi citati nel prologo
Nota dell'autore
Ringraziamenti

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
massimo r.
Recensioni: 4/5

Libro godibilissimo, per chi ama la lettura e le dedica una parte importante del proprio tempo, come Piperno.

Leggi di più Leggi di meno
Loris
Recensioni: 4/5

La libertà del lettore si esprime nel puro diletto, scevro dagli obblighi professionali del recensore, dagli intenti di ordinamento e catalogazione degli accademici, dalle aspirazioni di chi cerca insegnamenti morali o conoscenze pratiche. L’ambito è ristretto al romanzo, genere che a dispetto delle continue profezie nefaste sopravvive ai secoli e alle mode. Piperno insiste sul ruolo del tempo, elemento manipolato dallo scrittore (e dal lettore) per andare oltre la linearità dell’esperienza individuale. Lo stesso tempo (inteso come permanenza di attenzione) è un possibile criterio in base al quale si può azzardare una definizione di ‘classico’. La ri-lettura consente di superare l’impatto dell’intreccio, mettendo in luce la presenza (o l’assenza) di qualità stilistiche che sono la fonte di un piacere duraturo. Anche l’età del lettore condiziona la percezione di un romanzo: i desideri e il vissuto fanno si’ che alcuni testi siano davvero compresi ed amati solo nella maturità. Il tempo, perduto e ritrovato, è il tema cardine della Recherche di Proust, cui Piperno dedica una ‘lezione’ appassionata ed interessante, giocata sull’analisi dei tempi verbali. Tutti i capitoli monografici offrono spunti intriganti, delineano le peculiarità e le innovazioni degli autori trattati attraverso le loro opere più note. Da parte mia, ho trovato particolari consonanze nelle pagine dedicate ad Anna Karenina e alla sublime prosa di Nabokov. Il testo si chiude con una serie di biografie di personaggi romanzeschi, un divertissement che allunga piacevolmente la foliazione.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Alessandro Piperno

1972, Roma

Insegna letteratura francese a Tor Vergata. Nel 2005 ha pubblicato per Mondadori Con le peggiori intenzioni, il suo primo romanzo. È inoltre autore dei saggi Il demone reazionario. Sulle tracce del Baudelaire di Sartre (Gaffi 2007) e Contro la memoria (Fandango 2012).Nel 2010 è uscito da Mondadori Persecuzione, che insieme a Inseparabili (premio Strega 2012) dà vita al dittico dal titolo Il fuoco amico dei ricordi e che in Francia è stato finalista ai premi Médicis e Femina e ha vinto il Prix du Méilleur Livre Étranger. Altre sue pubblicazioni sempre per Mondadori, Pubblici infortuni (2013), Dove la storia finisce (2016) e Di chi è la colpa (2021).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore