La mappa della Cina del signor Selden. Il commercio delle spezie, una carta perduta e il Mar Cinese Meridionale

Timothy Brook

Traduttore: C. Spinoglio
Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 2016
Pagine: 240 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788806230678

26° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Storia regionale e nazionale - Storia dell'Asia

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 22,10

€ 26,00

Risparmi € 3,90 (15%)

Venduto e spedito da IBS

22 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 14,04

€ 26,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS


(…) Brook, sinologo di fama mondiale, racconta storie accadute in  un tempo lontano, quello delle colonie e degli avamposti commerciali inglesi e olandesi della prima età moderna, che tuttavia ha qualcosa di familiare con la nostra epoca: per la semplice ragione che di essa sarebbero l’origine. La tesi dello storico è che l’inizio della globalizzazione risalga al XVII secolo, al tempo in cui le navi europee solcavano mari e oceani ed entravano in contatto con luoghi, culture e merci che avrebbero influenzato in modo duraturo e profondo il futuro dell’Occidente e del mondo intero. (…)

In questo libro Brook racconta una storia affascinante che ruota attorno ad mappa recentemente rivenuta ad Oxford. La carta geografica era stata donata a metà del XVII secolo alla Biblioteca Bodleiana dal giurista John Selden. Brook ipotizza che egli l’avrebbe acquistata nel 1609 da un capitano della compagnia delle Indie al suo ritorno da una spedizione commerciale in Cina. A quel tempo era la mappa più accurata del Mar cinese meridionale. È un manufatto bellissimo: colorata, fantasiosa, piena di decorazioni bizzarre. Il significato della mappa è stato per lunghissimo tempo avvolto nel mistero e, in larga parte, lo è ancora. È lo stesso Brook ad ammetterlo. Egli, però, ha deciso di raccontare al lettore la storia del suo quasi fallimento storiografico. Al centro del libro, non c’è la mappa, ma le ricerche che l’autore ha fatto per decifrarla. Protagoniste del racconto sono la Cina dei Ming e l’Inghilterra degli Stuart. Brook descrive incontri, tentativi di capirsi e fare affari, scambi di conoscenze e abilità. Insomma, ci parla di un mondo interconnesso di cui la mappa stessa sarebbe una meravigliosa sintesi. (…). La mappa cinese assomiglia alla cartografia antica e medievale, a quelle rappresentazioni immaginifiche dello spazio popolate di oggetti e animali simbolici (…).

Per risolvere uno dei tanti enigmi della mappa, Brook racconta di aver chiesto ad una sua allieva di applicare alla carta un software in grado di digitalizzare e localizzare geograficamente una rappresentazione spaziale allo scopo di compararla con altre mappe e soprattutto con la cartografia attuale: una scelta che si è rivelata determinante per capire l’orientamento della mappa Selden, e quindi per stabilire che essa è centrata sul mare e non sulla terra. Anche per via di questo approccio, il libro di Brook dovrebbe essere adottato come testo nei corsi universitari di metodologia della ricerca storica. Al di là della piacevolezza e del carattere intrigante del racconto, infatti, esso si presenta come una ricerca storica fatta a carte scoperte, dove si vede all’opera lo storico con la sua cassetta degli attrezzi, vecchi e nuovi. (…)

Recensione di Daniele di Bartolomeo


Indice

Elenco delle illustrazioni
Dramatis Personae
Dramatis Loci
Cronologia
Prefazione
Ringraziamenti


I. Che cosa non va in questa mappa?
II. Delimitare il mare
III. Leggere il cinese a Oxford
IV. John Saris e capitan Cina
V. La rosa dei venti
VI. Navigare dalla Cina
VII. Il cielo è rotondo, la terra è quadrata
VIII. Segreti della mappa Selden
Epilogo. Luoghi di riposo

Appendici
Paragone tra le coste
Boxing the Marine Compass. Tabella dei gradi della bussola cinese
Fonti

Indice dei nomi e dei luoghi