Categorie

Maria Antonietta. La solitudine di una regina

Antonia Fraser

Editore: Mondadori
Collana: Oscar storia
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
Pagine: 554 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804513117
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 9,00

€ 12,00

Risparmi € 3,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    M. Cristina Flumiani

    21/01/2016 14.51.28

    Mi è piaciuta moltissimo questa biografia di Maria Antonietta perchè mostra l'aspetto iù umano di questa regina, arrivata in Francia adolescente, sola, senza l'appoggio di famigliari che potessero consigliarla e aiutarla ad affrontare la vita di corte; come tutte le ragazze, aveva una gran voglia di divertirsi e così si è attirata le antipatie del popolo che la giudicava sciocca e superficiale. La Fraser ha il pregio di avvicinare i personaggi al lettore, mostrandone i lati più umani - paure, debolezze, passioni; mi è spiaciuto finire il libro perchè mi ero affezionata a questa donna affascinante, regale nei suoi atteggiamenti fino alla morte.

  • User Icon

    chiara

    17/02/2013 12.48.27

    E' stupendo questo libro, la miglior versione su Maria Antonietta, perchè ce ne sono altre ma questa di Antonia Fraser è fatta veramente bene..

  • User Icon

    Vivi

    24/11/2012 17.30.19

    Un libro splendido. Scorre ed appassiona come un romanzo. Il piacere di leggere questo testo sta nell'apprendere, nel comprendere e nell'approfondire tutti gli aspetti di un personaggio così emblematico come Maria Antonietta, senza essere travolti da nozioni schematiche e pedanti tipiche di alcune biografie.

  • User Icon

    Lucia

    19/04/2012 14.05.59

    Bellissima biografia, dettagliata sia nei particolari della vita di ogni giorno che nella descrizione dei personaggi e della loro psicologia. Un riscatto per Maria Antonietta conosciuta come frivola e sicuramente non particolarmente intelligente. Con questo romanzo ne viene fuori in quadro molto diverso, di donna forte, materna e, alla fine, fiera e coraggiosa.

  • User Icon

    Fiamma

    28/10/2011 14.46.45

    Davvero una bellissima biografia,ben scritta e mai noiosa. Mi ha appassionata fin dall'inizio, per non parlare delle ultime pagine che hanno suscitato in me una tristezza infinita. E' incredibile quanto questa donna così sensibile e forte allo stesso tempo sia stata del tutto incompresa dal popolo del suo tempo.

  • User Icon

    ohnedich

    04/11/2010 07.32.32

    Non ho niente da aggiungere ai commenti che mi hanno preceduto, se non confermare la bravura di questa autrice (è solo il suo primo libro che leggo ma conto di rimediare al più presto) L'inizio è forse un po' lento ma poi man mano che si va avanti si viene coinvolti/travolti dalla narrazione..davvero un'ottima biografia.. spero di riuscire a trovare anche la biografia scritta da zweig per poterle comparare e magari approfondire ulteriormente la conoscenza della vita di questa sfortunata regina..

  • User Icon

    alessia

    11/06/2009 19.34.46

    Davvero un ottimo libro! Non annoia, è scorrevole e ci offre un ritratto per certi aspetti inedito (ma forse più reale di quello a cui siamo abituati) della sfortunata regina di Francia.

  • User Icon

    Lara

    06/04/2009 12.44.57

    Stupendo! È uno dei più bei libri che ho letto! e vi garantisco che ne ho letti tanti! lo consiglio veramente a tutti perchè è scritto in un modo che non puoi annoiarti!

  • User Icon

    Maria Grazia

    26/03/2009 13.49.33

    Biografia su Maria Antonietta scritta benissimo e molto documentata. La Fraser ci porta a vivere la vita di questa sfortunata regina in ogni sua fase e ci fa capire che fu più vittima che non carnefice del suo tempo mentre ancora oggi la sua figura non è stata rivalutata dalla storia che ci ricorda di lei solo la famosa frase delle brioche per mostrarci la sua indifferenza verso il popolo francese (la Fraser ci dimostra anche che questa frase non è stata di Maria Antonietta). Complimenti per quest'eccellente opera!

  • User Icon

    Karin

    25/01/2009 14.55.49

    Amo da sempre questa sfortunata principessa. In questo libro viene racontata in maniera molto dettagliata tutta la sua vita - dalla nascita a Vienna alla morte sulla ghigliottina a Parigi. A volte un po' lento (spec. nella prima parte) ma nel complesso davvero molto bello. Non ha nulla del romanzo, ma è una biografia molto ben scritta, e nonostante questo mi ha fatto emozionare come un romanzo. Mi ha dato modo di accrescere l'ammirazione per questa donna tanto forte e coraggiosa.

  • User Icon

    Johnatan Saso

    26/03/2008 16.19.31

    Antonia Fraser ricostruisce con grande attenzione per i dettagli l'intera esistenza di Maria Antonietta, tragica figura della nostra storia, spesso relegata a comparsa nei manuali per le scuole. La storica con notevole spirito critico, trasporta nelle pagine il frutto delle sue accurate ricerche utilizzando una prosa piacevole e scorrevole. Oltre ai ben noti, ma molto approfonditi, fatti politici, Antonia Fraser ci mostra la vita privata della Regina di Francia facendoci rivivere a pieno il XVIII secolo. Alla fine della lettura, con tutte le carte in tavola, non si può far altro che ammirare l'interessante figura di una donna che nonostante i molti errori, ha saputo alzare la sua testa e vivere con grande dignità.

  • User Icon

    Sara

    12/09/2007 16.02.15

    Dopo l'insuperabile biografia di Zweig, questa è certamente quella che più mi ha convinto. Belle le descrizioni e accurata l'analisi della personalità della regina. Interessanti i numerosi aneddoti e belle le immagini. La versione più costosa, quella con la sovraccopertina bianca per intenderci, è superba.

  • User Icon

    Karl

    30/05/2007 14.43.47

    Leggere questa biografia è come mettere piede in un'altra dimensione. Quella che è stata da alcuni di voi definita come "imbarazzante torrenzialità" è invece l'arma vincente di questo libro. I minuziosi dettagli ricreano perfettamente il tempo e il mondo di Maria Antonietta inserendola nel giusto contesto. L'analisi psicologica della sua figura, seppure non perfetta, è ottima per delineare i tratti di una personalità complessa come quella della sventurata regina. La lettura risulta molto piacevole, la prosa scorrevole della Fraser aiuta ad affrontare anche i periodi più bui e tristi della parabola discendente di Antonietta. Il ritratto che ne consegue, a lettura ultimata, è di una regina, ma prima di tutto una donna e una madre, che la Storia ha più volta infangato e frainteso, accrescendo smisuratamente i suoi pochi e venali difetti e non considerando invece i suoi infiniti pregi, la sua nobiltà d'animo e la forza che le hanno permesso di affrontare a testa alta anche la ghigliottina.

  • User Icon

    nihil

    12/01/2007 23.01.37

    Un libro che inizia con troppa lentezza e si perde in rivoli superflui, ma che finisce con una drammaticità devastante. Confesso che mi sono immedesimata nella povera regina e per un poco mi sono sentita decapitata. Il testo propone una visione molto umana di Luigi e M.Antonietta, ma ciò che colpisce maggiormente è la considerazione che il destino è già scritto e nulla lo può fermare. In realtà Luigi e M.Antonietta erano l'ultimo anello di una catena di eventi non generati da loro, ma da loro pagati. Personaggi inadeguati alla storia, sarebbero stati meglio forse a gestire un agriturismo, ma figli del proprio tempo, hanno pagato gli errori di tutti i predecessori. Il libro è assolutamente da leggere, perchè ridimensiona tutti i giudizi e pregiudizi imparati sui libri di scuola. Una pecca abbastanza rilevante da imputare alla Fraser è quella di aver un poco tralasciato il nocciolo della questione, ovvero la goccia che fece traboccare il vaso ed esplodere nella rivoluzione. Essendo il libro una biografia, questa mancanza è un peccato veniale, ma avrebbe reso il libro un'opera più completa. Nihil

  • User Icon

    serena

    16/12/2005 14.45.18

    Questa biografia aveva tutte le premesse per essere un lavoro interessante ed infatti non ha deluso le mie aspettative. Certo, la vita di Maria Antonietta è già di per sè un romanzo, ma la Fraser ha saputo ricostruire bene sia il personaggio pubblico della regina che quello privato di donna e madre. L'ascesa come la caduta di questo formidabile personaggio storico sono molto coinvolgenti: prima amata dal popolo poi odiata e diffamata, divenne il capro espiatorio perfetto per tutti i mali della Francia. Giovanissima sposa del delfino di Francia fu subito ammirata per l'iMpareggiabile grazia, adulata per i favori che generosamente concedeva e anche sinceramente amata da coloro che poterono conoscerla, come il bel conte di Fersen il quale non si sposò mai perchè come ebbe a scrivere al padre: "Non posso stare con l'unica persona che desidero, che veramente mi ama, perciò non voglio stare con nessuno." Lo stesso conte di Fersen che rischiò la vita per cercare di salvarla durante la fuga poi fallita della famiglia reale. Tradita dai parenti più stretti, accusata di ogni tipo di delitto ed infamia, incluso l'incesto col piccolo Luigi Carlo, non abbandonò mai la propria famiglia neppure quando le proposero di salvarsi lei sola e salì sul patibolo a testa alta come una vera regina. Alla vigilia della propria morte Luigi XVI scrisse: "Sfortunata principessa! Il matrimonio con me le offriva un trono, ora che prospettiva le offre?" Credo che fondamentalmente sia giusto ciò che di lei scrisse Germanie de Stael, la figlia di Necker, che l'aveva conosciuta personalmente: "Il destino di Maria Antonietta alberga in sè tutto ciò che può toccare il vostro cuore: se siete felici, lei ha avuto la felicità; se soffrite, per un anno o anche più, tutti i dolori della sua vita l'hanno distrutta." Dopo di lei, per un gioco ironico e tragico della sorte, salirà sul trono di Francia come regina un'altra austriaca, la figlia della sorella Maria Carolina di Napoli.

  • User Icon

    Dario

    07/06/2004 12.02.42

    Una biografia che nasconde, dietro un'imbarazzante torrenzialità, una pochezza di sostanza disarmante. Poco più di una soap di lusso. Da Antonia Fraser, autrice di una esamplare "Maria Stuart", è lecito pretendere molto di più. E' singolare che in Italia non siano mai state tradotte due delle migliori biografie su Maria Antonietta dell'era post Zweig e Castelot: la commovente "Chère Marie-Antoinette" (1988) di Jean Chalon e l'inarrivabile "Marie-Antoinette l'insoumise" (2002) di Simone Bertière, forse il più valido lavoro sulla regina che abbia mai letto. Chi conosce il francese non perda questi testi. Segnalo inoltre la recente uscita in DVD in Francia del film "L'Autrichienne" (1989) - mai apparso in Italia - scritto dallo specialista Castelot dalle minute del processo alla regina. Un film storicamente rigoroso, magnifico, con una Ute Lemper assolutamente superba nel ruolo di Maria Antonietta.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione