Marnie

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 1964
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 33 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,50 €)

Innamoratosi di una ladra, un uomo cerca di scoprire l'origine della sua cleptomania e della sua frigidità.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesca

    12/05/2020 20:30:51

    Thriller psicanalitico di ottima fattura. Da apprezzare soprattutto il linguaggio del racconto, ossia come il film sia riuscito a dare un'idea credibile del rapporto sintomatico tra l'inconscio dominato da una nevrosi e l'Io-coscienza agente nel quotidiano, il tutto riferito alla protagonista Marnie. Le rimozioni non riuscite di Marnie (se fossero state rimozioni riuscite sarebbe entrata nel campo clinico della schizofrenia) si fanno sentire per via associativa attraverso l'incontro con particolari colori, o parole sentite oppure solo percepite, nonché quando essa è al centro di situazioni evocative del passato. Un gran film sull'inconscio, che solo il genio di Hitchcock poteva scrivere con il linguaggio cinematografico. Una vera apertura conoscitiva sull'inconscio, sulle sue potenzialità ricreative rispetto a un disagio patito, o riparative nei confronti di un trauma infantile, o poetiche e artistiche.

Controverso e discusso, Marnie contiene un potere turbativo ancora perfettamente intatto e una summa di stilemi hitchcockiani piuttosto impressionante, per quantità e qualità

Trama
Marnie si fa assumere come segretaria, riuscendo nell'impresa senza referenze grazie al suo bell'aspetto, lavora sodo, poi svaligia la cassaforte e fugge col bottino. Ci comprerà qualcosa per la madre, non potendo comprare il suo affetto. Lo ha già fatto e lo rifarà, quando Mark Rutland, giovane industriale vedovo, insiste per farla assumere nella sua azienda. Ha capito che Marnie è malata, che non tollera i temporali e la vista del rosso, che mente, che ruba e, dopo che l'avrà sposata, scoprirà suo malgrado che non sopporta nemmeno di farsi avvicinare da nessun uomo, nemmeno quello che ama. Rutland, nonostante tutto, è deciso a guarirla e la conduce al confronto diretto con la madre e con il ricordo del rimosso.

  • Produzione: Universal Pictures, 2015
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 125 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Francese; Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; foto
  • Alfred Hitchcock Cover

    Alfred Joseph Hitchcock è stato un regista e produttore cinematografico tra le personalità più influenti della storia del cinema e ricordato come padre del genere "thriller". Nato a Leytonstone, nel quartiere nord-orientale di Londra, si trasferisce nel 1940 a Hollywood, dove produce i film più conosciuti della sua carriera. A Londra comincia la sua attività nel periodo del cinema muto, realizzando ventitré pellicole tra cui L'uomo che sapeva troppo (1934). L'approdo a Hollywood lo fa conoscere al mondo come "maestro del brivido"; tra i suoi capolavori ricordiamo: La finestra sul cortile (1954), La donna che visse due volte (1958), Psycho (1960), Gli Uccelli (1963). L'ultimo film è Complotto di famiglia diretto nel 1976.  Approfondisci
  • Tippi Hedren Cover

    Nome d'arte di Nathalie Kay H., attrice statunitense. Bionda, flessuosa, altera, inizia la carriera nel mondo dello spettacolo come fotomodella. Notata da A. Hitchcock, ottiene la parte dell'ambigua protagonista del suo allucinante Gli uccelli (1963). L'anno seguente è nuovamente diretta dal mago della suspence in Marnie (1964), accanto a S. Connery, nell'intenso e difficile ruolo di una cleptomane che nasconde un'infanzia travagliata. Dopo una piccola parte in La contessa di Hong Kong (1967) di C. Chaplin, la sua carriera ha una battuta d'arresto. I film successivi, per lo più gialli di serie B, non accrescono la sua popolarità e dirada le sue apparizioni. È la madre di M. Griffith, con cui recita in un ruolo di sfondo nel giallo Uno sconosciuto alla porta (1990) di J. Schlesinger. Approfondisci
  • Sean Connery Cover

    Attore scozzese. Dopo essere apparso in diversi film con ruoli di secondo piano, su indicazione di I. Fleming, creatore di James Bond, ottiene la parte del protagonista in Agente 007 licenza di uccidere (1962) di T. Young. Il film ha un notevole riscontro di pubblico e il personaggio acquista enorme popolarità con i successivi A 007, dalla Russia con amore (1963), sempre diretto da T. Young, e Agente 007, missione Goldfinger (1964) di G. Hamilton. Il successo della serie, della quale è protagonista in altri due episodi, oscura quasi la sua interpretazione in Marnie (1964) di A. Hitchcock. Nel frattempo – dividendosi tra la Gran Bretagna e Hollywood – si accosta al genere drammatico in La collina del disonore (1965) di S.?Lumet e poi alla commedia in Una splendida canaglia (1966) di I. Kershner.... Approfondisci
Note legali